Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Provare il libro di testo si è fermato | lotta di classe

I realisti del clima chiedono che la tecnologia e la società vengano ritirate dal mercato. Pensano che sia un esempio di “indottrinamento climatico”.

Ironia della sorte, un attore che urla ad alta voce sulla libertà di parola sta cercando di impedire la pubblicazione di un libro, afferma il docente universitario Ronnie Kelsberg.

Kjelsberg è l’autore del libro di testo “Tecnologia e scienza”, pubblicato da Universitetsforlaget nel 2017. Il libro è un’introduzione ai metodi di lavoro in ingegneria e in un capitolo Kjelsberg discute anche il tema “clima e ambiente”.

Qui tocca anche gli argomenti di alcune società scettiche nei confronti della teoria del cambiamento climatico provocato dall’uomo.

Sotto titoli come “The Unscientific Climate Debate” e “Bought and Paid Pseudoscience”, Kegelsberg critica una serie di affermazioni di presunti scettici sul clima.

La classe faceva, tra l’altro, parte del curriculum di studi di ingegneria presso l’Università di Agder.

Rapporto

Il contenuto del capitolo di Killesberg ha colpito i sostenitori del realismo climatico.

The Climate Realists è un’organizzazione di partito politicamente indipendente che crede che il clima sia dominato dai cambiamenti naturali. Respingono anche le affermazioni del Panel sul clima delle Nazioni Unite secondo cui le emissioni di anidride carbonica stanno cambiando in modo significativo il clima.

READ  Stanza separata - Dagsavisen

Nonostante il suddetto capitolo sia lungo solo 12 pagine, l’anno scorso i climatologi hanno preparato un rapporto di 28 pagine in cui hanno tentato di districare le argomentazioni di Kielberg.

Tra le altre cose, lo accusano di “indottrinamento diretto, deliberato e non mascherato” e concludono che “il testo è gravemente inadatto all’uso nell’università”. Chiedono anche a Universitetsforlaget di “rimuovere il libro”.

L’autore e docente universitario Ronnie Kelsberg non è rimasto impressionato dal livello professionale del rapporto.

– Qui è per lo più solo “aria calda”, dice Kelsberg, che di solito insegna al dipartimento di fisica di NTNU.

Non spaventarti facilmente

L’insegnante di fisica ha una vasta esperienza di sindacalismo e per molti anni ha ricoperto incarichi politici nel Partito Rosso.

Ma sebbene sia abituato a dibattiti difficili, reagisce all’approccio che gli scienziati del clima hanno scelto per dibattere sul clima.

Non mi permetto di spaventarmi così facilmente, ma posso ben immaginare che un accademico giovane e inesperto, senza un editore dietro di lui, si sentirebbe più sotto pressione, dice Kelsberg.

C’è anche qualcosa di ipocrita nei metodi dei realisti climatici, perché gridano costantemente a gran voce sulla libertà di parola, mentre allo stesso tempo chiedono che il mio libro venga ritirato dal mercato.

Sicuramente ai realisti del clima dovrebbe essere data l’opportunità di sottolineare quelli che pensano siano errori di fatto?

– Questo è chiaro, ma non contribuiscono a una discussione più informata. Le loro conclusioni non soddisfano gli standard professionali, motivo per cui le loro affermazioni non vengono pubblicate in pubblicazioni serie.

Maschio “Chikanøs”

Ma i climatologi non solo hanno scritto un lungo rapporto sul capitolo controverso, ma hanno anche chiamato un avvocato per fermare il libro di Killesberg.

READ  - Salto in auto di 1 metro - NRK Vestland

Il motivo è il riferimento del libro ai defunti fisici americani Fred Seitz e Fred Singer, che i realisti del clima credono siano “bistecca”.

“I realisti del clima non hanno assolutamente alcuna legittimità professionale in materia climatica”

Ronnie Kelsberg, docente universitario

Kelsberg usa i due ricercatori americani come esempi di come i negazionisti del clima praticano un’etica della ricerca discutibile. Osserva inoltre che sono stati finanziati dall’industria e dalle imprese per screditare la ricerca sul clima.

Nella nuova edizione del libro, che uscirà in autunno, i passaggi su Seitz e Singer rimangono invariati.

Perché le obiezioni non sono state prese in considerazione?

Perché i realisti del clima non hanno assolutamente alcuna legittimità professionale in materia climatica, né voglio contribuire a creare l’impressione che ce l’abbiano.

Si rifiuta di ritirare il libro

Jannicke Bærheim, Science Publishing Editor presso Universitetsforlaget, afferma che non è mai stata una buona idea ritirare “tecnologia e scienza”.

Ovviamente è gratuito per chiunque voglia criticare il contenuto dei libri che pubblichiamo, ma ci rendiamo conto che la richiesta di ritirarsi dai realisti del clima è del tutto irragionevole.

Sostiene che l’editore è stato avvicinato da un avvocato norvegese per conto di Claymity Realists.

– Abbiamo inviato la nostra risposta ai climatologi, e ora non abbiamo notizie da un po’, né da loro né dall’avvocato.