Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Quattro nuovi nomi per l’isola

Quattro nuovi nomi per l’isola

Masego, Nu Genea, Jonas Alaska ed Embla e Karidotters sono stati annunciati oggi.

Le conferme si stanno accumulando e ora Øyafestivalen può rivelare altri quattro nomi per il già forte Øya giovedì 10 agosto. Gli artisti precedentemente confermati includono Blur, Susanne Sundfør, Pusha T, Amyl & The Sniffers, Boldy James & The Alchemist, Sløtface, Liv.e, ARY, Obongjayar, Tigerstate, High Vis e Special Interest.

Maseko nominato ai Grammy finirà al Circus. Inoltre, Nu Genia porta il divertimento funk italiano, il country rock estivo di Jonas Alaskan ed Embla e The Chariotators con un country orecchiabile.

Maseco (Stati Uniti)

Il polistrumentista Micha Davis è nato in Giamaica ma è cresciuto negli Stati Uniti. Come Masego, crea RnB per il futuro con un approccio decisamente elettronico. Lui stesso lo chiama traphouse jazz. Album di debutto Signora Signora Pubblicato nel 2018. Un sequel è uscito a marzo, solo questo è stato chiamato Masego.

Finora nella sua carriera, ha potuto collaborare con Drake, Big Boy, Gaydranata, The Game, Ari Lennox e altri. Masego è un artista forte sul palco come lo è in studio.

Dopo un concerto a Manchester lo scorso autunno, la rivista musicale The Pentatonic ha scritto: – Il concerto si è rivelato una delle più alte qualità di musica dal vivo che abbia mai avuto il piacere di vedere, solo intensificato dalla genuina autenticità di Masego e dalla musica che ha creato. A quanto pare questa sera.

Jonas Alaska

Negli ultimi 12 anni, Jonas Alaska ha costantemente prodotto musica orecchiabile e album solidi. L’album di debutto del 2011 ha fornito un pubblico entusiasta e le è valso uno Spellman come miglior esordiente. Da allora siamo stati in grado di godercelo Se non altro come un fantasma (2013), il più giovane (2015), La paura è un demone (2017), Il tetto è crollato (2020) e ragazza (2021) Inoltre, è riuscito a pubblicare musica con un trio di Hollywood che include Billy Vaughan e Michael Pascalev. Nuove canzoni in arrivo.

READ  Sky Sports: lo dice il manager dell'Everton Rafael Benitez

Di ragazza Mitt Liv Som Erik ha scritto: – …un disco pop unico con dieci parti di canzoni istantanee ridicolmente orecchiabili che competono l’una contro l’altra…

Ha fatto tournée in tutta Europa, America e naturalmente Norvegia. Ora è pronto per invadere il verde di Toenparken per un’esperienza Øya particolarmente piacevole.

Genia Live Band ora (ID)

Il duo napoletano Nu Genia suona disco, funk, elettronica, dub, folk e altro ancora. Massimo Di Lena e Lucio Aquilina hanno collaborato con la leggenda della batteria Tony Allen al primo album. Esperimenti di Tony Allen (2015) e poi, nel 2018, hanno proseguito con l’album Nuova Napoli, che è un omaggio alla città natale. Anche l’anno scorso è stato meglio BarMediterraneo. Entrambi si prendono delle libertà con elementi della storia della musica e continuano a portare avanti le canzoni.

In forma di concerto come Nu Genia Live Band, hanno suonato nei club e nei festival in gran parte del mondo. Ci aspettiamo balli feroci e freschi sotto il sole di agosto da parte di tutti quando Nu Genea salirà sul palco.

https://www.youtube.com/watch?v=CXUC8-V7Dive

Embla e Charitoters

Dopo che Rasika se n’è andata, il batterista Mbla Karidotter ha fondato Mbla and the Karidoters, dove è la frontwoman e cantante. Insieme a una manciata di musicisti il ​​cui background include Aiming for Enrique, The Needs, Honingparna, Slomoza e il già citato Rasika, suona un country di qualità dal cuore grande. Dopo l’EP grido Il primo album è arrivato nel 2021 Ciao, sono Mbla L’anno scorso. È stato prodotto dal versatile Matias Téllez, e recentemente ha vinto lo Spellemann per il miglior disco country. Hanno seguito un singolo questo inverno Cattiva influenza, fresco e scuro allo stesso tempo. Il prossimo singolo esce venerdì.

READ  La Guardia Costiera italiana ha arrestato 420 migranti nel Mediterraneo

Bergens Tidende: – All’incrocio tra indie rock e moderna americana, Embla e The Garritoters hanno trovato un posto unico. Queste sono le band di cui la Norvegia ha bisogno.

Artisti confermati per Island 2023

Faded (UK) / Håkan Hellström (SE) / Sigrid / Wizkid (NG) / Lorde (NZ) / Devo (US) / Susanne Sundfør / boygenius (US) / The Soundtrack of Our Lives (SE) / Pusha T (US) / BigBang / Lars Vaular

ARY / Nils Bech National Ballet / Jonas Benyoub / Billy Strings (US) / Boldy James & The Alchemist (US) / Marstein / Masego (US) / Moderat (DE) / Róisín Murphy (IE) / Orchestra con Supersonic Dancers di Gard Nilssen / Oxlade (NG) / Caroline Polachek (US) / Shakegirl (UK) / SCAR / Slowshift / Slowthai (UK) / Slowface / Valkyrian Allstars / Viagra Boys (SE)

Amil and the Sniffers (AU) / Balming Tiger (KR) / Katarina Barruk (SÁ) / Beharie / Bo Milli / Daufødt / Dina Ögon (SE) / DOMi & JD Beck (FR/US) / Lavaggio a secco (UK) / Embla e Karidotters / Fangst / High Vis (UK) / Jockstrap (UK) / Jonas Alaska / Liv.e (US) / Makaya McCraven (US) / Nu Genea Live Band (IT) / Obongjayar (NG) / Okay Kaya / Malin Pettersen / Pigs Pigs Pigs Pigs Pigs Pigs Pigs (UK) / Snail Mail (US) / Special Interest (US) / Ayra Starr (NG) / Tigerstate / TV Girl (US) / Uncle Waffles (SZ) – DJ set / Veps / Eric COME