Qui, più di sette donne su dieci affermano che le molestie sessuali sono un problema

0
2
Qui, più di sette donne su dieci affermano che le molestie sessuali sono un problema

Tutte le donne che conosco hanno una storia di abusi o molestie sul ghiaccio.

Questa citazione è tratta da un rapporto che sta scuotendo una vasta comunità di ricerca negli Stati Uniti.

Il rapporto è stato recentemente pubblicato dalla National Science Foundation (NSF), che, tra le altre cose, sovrintende alle operazioni statunitensi in Antartide.

Ogni anno, più di 3.000 scienziati, appaltatori e personale militare vengono inviati in Antartide nell’ambito del Programma Antartico degli Stati Uniti (USAP). Questo programma è ora al centro dei rapporti su molestie sessuali e aggressioni sessuali.

“Non posso in buona coscienza incoraggiare più donne a venire qui come fanno ora”, dice una delle persone nel rapporto.

I resoconti sono stati scritti in un rapporto, cinque anni dopo che il movimento metoo ha messo le molestie sessuali al centro del dibattito politico, affermando che “le molestie sessuali, lo stalking e le aggressioni sessuali sono problemi persistenti e persistenti”.

Visto come “bottino” dagli uomini più anziani

Oltre a oltre 80 interviste a individui e focus group, il rapporto si basa su un’indagine condotta nel 2021.

In questo, un enorme 72% delle donne – più di sette su dieci – ha risposto di essere d’accordo sul fatto che le molestie sessuali siano un problema con le regole in Antartide. Tra gli uomini, il 48 per cento ha risposto alla stessa domanda. Quasi la metà delle donne – il 47 per cento – concorda sul fatto che la violenza sessuale sia un problema, rispetto al 33 per cento degli uomini.

Tra coloro che hanno partecipato ai focus group, il 59% delle donne ha affermato di aver avuto esperienze negative con abusi o molestie, mentre il 95% ha affermato di conoscere qualcuno che l’aveva avuta.

READ  - Abbiamo sentito urla dalla stanza nera 24 ore al giorno - VG

Il rapporto afferma che sia gli uomini che le donne che hanno preso parte al sondaggio descrivono come le donne siano “perseguitate” e come gli uomini più anziani le vedano come “prede”. Cita una donna che dice che molte persone le hanno detto che non doveva andare in Antartide senza un partner, perché sarebbe stata molestata e tutti stavano cercando di “connettersi” con qualcuno. Dice di aver vissuto la stessa esperienza e che tu, come persona, sei “gioco equo” o “commercio”.

Ha detto di stare lontano dall’edificio

Secondo la rivista, è stata descritta McMurdo, la più grande base di ricerca nel programma antartico degli Stati Uniti Scienze Come centro di molestie, anche se si verifica anche in altre basi del programma di ricerca, tra cui Amundsen-Scott South Pole Station, dal nome del norvegese Roald Amundsen e del britannico Robert F. Scott, che guidarono ciascuno una delegazione nella corsa al Polo Sud .

Una donna nel rapporto ha detto che il suo primo giorno al McMurdo le è stato detto di stare lontana da un certo edificio se non voleva essere violentata.

Un altro dice “Sono totalmente avvisato prima di passare del tempo al McMurdo. Mi assicuro solo di non andare a una festa oa un bar a meno che non sia con un gruppo di persone di cui mi fido”.

Ci sono molte storie simili nel rapporto.

sentirsi tradito

La scienza indica anche che molti di coloro che lavorano al programma di ricerca non si fidano che i datori di lavoro prendano sul serio le segnalazioni di molestie sessuali, o che proteggano le vittime o puniscono gli autori.

READ  Quasi tutte le ricerche che implicano l’uso di animali vivi potrebbero essere vietate

Una persona racconta di essere stato rimproverato per “segnalazione errata” dal suo supervisore e dal supervisore del molestatore.

“Penso che non avrei dovuto essere molestato in primo luogo, ma sono più triste perché è stata ignorata quando ho chiesto aiuto, che la persona che mi ha molestato è stata riassunta dopo diverse denunce e che sono stato punito dai miei superiori per chiedendo aiuto”, dice la persona.

Nel rapporto, hanno anche scritto che molti di coloro con cui hanno parlato “si sono sentiti traditi dalla loro incapacità di ritenere responsabili i perpetratori e di fare pochi sforzi per prevenire o rispondere adeguatamente ad aggressioni o molestie sessuali”.

in comunicato stampa FRA NSF riferisce che “la fiducia nella risposta della direzione alle aggressioni sessuali e alle molestie sessuali è bassa” e che mancano “infrastrutture preventive”, come formazione e meccanismi di segnalazione chiari.

non scappa

National Public Radio, Radio Pubblica Sottolinea che è un’area difficile, perché le persone spesso non possono lasciarla per settimane o mesi. Queste citazioni di Meredith Nash, una ricercatrice australiana, che non è stata lei stessa coinvolta nel rapporto:

Sei così distaccato e distaccato dai normali ruoli nella società che spesso, in mancanza di una parola migliore, è facile scrollarsi di dosso comportamenti inappropriati.

Si riferiscono anche a qualcuno che afferma nel rapporto che le persone hanno paura di dover tornare a casa se denunciano abusi o molestie.

READ  Consulenti australiani di società di energia rinnovabile uccisi in un incidente aereo - Doc

– Quando le cose sono accadute sul ghiaccio, la prima cosa che ho sentito è stata “Non denunciare o dovrai andare a casa ed essere inserito nella lista nera dello spettacolo”, dice la persona.

È stato licenziato per molestie

Il rapporto mostra “serie preoccupazioni”, secondo il comunicato stampa della National Science Foundation.

“Stiamo ancora lavorando per capire come siamo arrivati ​​qui e dove andremo dopo”, afferma Roberta Marinelli, che dirige l’ufficio e i programmi polari presso la National Science Foundation.

La rivista ha anche citato una ricercatrice che ha visitato l’Antartide all’inizio della sua carriera e che ha affermato di aver sentito alcune “storie molto terribili”. Il rapporto è ancora più scioccante di quanto mi aspettassi.

Allo stesso tempo, questa non è la prima volta che storie del genere provengono da ricercatori che hanno lavorato in Antartide. La scienza ha già parlato del geologo David Merchant che Espulso alla Boston University dopo che un’indagine universitaria ha concluso che aveva molestato donne in Antartide diversi anni prima.

Una di quelle che scrissero di Marchant, Jane Wallenberg, oggi professoressa associata alla Stanford University, racconta questa storia anche nel film Picture of a Scientist. il film era menzionato da Khrono Riguardo al fatto che è stato mostrato l’anno scorso durante una conferenza sulla sostenibilità all’Università di Bergen.

Chi fa una scenata viene licenziato. Restano solo quelli che dicono haha ​​per comportamenti inaccettabili, dice nel film.

Willenberg racconta il cattivo comportamento di Marchant.

– Tra l’altro mi ha chiamato puttana. Dice: Volevo solo parlare di scienza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here