Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Qui sfidano il governo con totale trasparenza:

– Colpisco. Questo è certo!

Nellawi Suleiman sorride mentre esce sul campo di allenamento per allenare il suo primo contatto in quasi 15 mesi.

Suona per lo Stavanger Sunde IL in quarta divisione. Sono uno dei tanti club in tutto il paese che ora si stanno ribellando contro la diffusa gag calcistica del governo.

Interventi tardivi: dopo quasi 15 mesi senza formazione di attrito, giovedì ci sono stati alcuni interventi tardivi al Sunde training. Foto: Bjarte Fossfjell

La fine della pazienza

Ieri, giovedì 27 maggio, Sunde IL ha scelto di iniziare la regolare attività calcistica il giorno in cui è stata attuata la Fase 2 del piano di riapertura dell’Autorità. In quel piano, non c’era ancora il via libera da chiamare per quanto riguarda l’attività calcistica all’aperto.

In realtà siamo stati fedeli fino in fondo alle raccomandazioni e alle linee guida delle autorità. Abbiamo fatto bene come dovevamo, giocando un metro lungo la strada e non infrangendo le regole senza essere un incidente, dice l’allenatore di Sondi Anvin Nielsen.

Ma poi il calcio popolare è stato di nuovo trascurato nella seconda fase, anche dopo il ministro della Cultura Abed Raja Il mese precedente aveva avvertito di “fare di tutto” per riaprire a fine maggio – Era la fine della pazienza.

La scorsa settimana c’è stata una rivoluzione nel calcio a livello di base, e non è solo qui, ma in tutta la Norvegia. Penso che questo sia completamente a posto. Nielsen pensa che sia giunto il momento.

Si riferisce alla ricerca e Scienza disponibile, Il che conclude che il rischio di lesioni dovute all’attività di calcio all’aperto è minimo.

Inizia in tutto il paese: qui da giovedì si allena con un collegamento regolare dal club di quarta divisione Hovdebygda a Sunnmøre.  Foto: privato

Inizia in tutto il paese: qui da giovedì si allena con un collegamento regolare dal club di quarta divisione Hovdebygda a Sunnmøre. Foto: privato

Delle 150.000 partite di calcio infantile e giovanile in Norvegia lo scorso anno, a cui hanno partecipato 277.000 giocatori, solo un caso era noto attraverso l’attività calcistica stessa.

Quando possiamo mandare tutta la nostra squadra al bar, ma non giocare a calcio all’aperto, non importa. Abbiamo avuto team di team che rispettavano le regole di controllo delle infezioni, ma ovviamente erano meno giustificabili in termini di controllo delle infezioni di quanto lo sarebbe stato l’addestramento per contatto. L’allenatore dice che è ovvio.

Coronavit promette

Con la benedizione del Consiglio di amministrazione, ha quindi deciso di iniziare a pieno regime, purché la situazione del contagio nell’area di Stavanger non peggiorasse molto.

– Quando diciamo per la prima volta: “Adesso stiamo aprendo, ora vi sarà permesso di giocare a calcio, ragazzi, ve lo meritate”, allora le siamo accanto. Non è che stiamo cercando di nascondere che ci esercitiamo normalmente. Iniziamo oggi e ha passato la gestione del club. Sappiamo che ci sono molti club che vogliono fare lo stesso di noi, dice.

– Puoi aspettare il passaggio 3 tra tre settimane, poiché Abed Raja ha promesso che ti permetterà di allenarti con la chiamata?

Allarme calcio generale: ministro della salute e dei servizi sociali Bint Hui.

Allarme calcio generale: ministro della salute e dei servizi sociali Bint Hui. Foto: Terry Pedersen

Abbiamo conosciuto gli argomenti, li abbiamo letti e ci abbiamo dedicato del tempo. Questo non è qualcosa che facciamo in puro effetto. Abbiamo valutato accuratamente il rischio di sviluppare l’infezione iniziando. Tutti i giocatori devono completare i tornei di festoni e non utilizziamo gli spogliatoi, che avranno maggiori probabilità di contrarre infezioni presentandosi e giocando a calcio in allenamento qui. Se qualcuno è malato, resta a casa. Nel caso in cui un’infezione si diffonda nell’area di Stavanger, chiuderemo immediatamente le nostre porte. Non lo sottovalutiamo. Nielsen dice che capisco che sia una condizione infiammatoria, siamo tornati subito.

Attenzione al calcio

Quando TV 2 la scorsa settimana ha chiesto al ministro della sanità e dei servizi sociali Bint Hui la sua reazione al fatto che i club del calcio popolare ora sfideranno le raccomandazioni del governo, ha ammonito di non intraprendere alcuna azione.

Capisco che la Federazione sportiva norvegese (NIF) sia molto chiara sul fatto che la loro posizione è quella di seguire sempre i consigli e le regole nazionali. Penso che lo sport stesso ripulirà quel tipo di movimento, ha risposto Hui.

Il ministro della Cultura Abed Raja incoraggia i club ad aspettare altre tre settimane.

Gli sport a banda larga sono stati interrotti ininterrottamente dalla pandemia scoppiata nel marzo dello scorso anno. Si sono sacrificati molto, il dolore era incredibilmente alto e ora il governo ha annunciato che entro tre settimane – quando andremo alla fase 3 – lo sport popolare avrà un inizio completo senza rispettare la regola del metro, dice.

Cosa dici a qualcuno che sfida i consigli e inizia subito?

– La mia raccomandazione come ministro dello sport di seguire le raccomandazioni sanitarie del National Institutes of Health e della direzione norvegese della sanità e di attendere altre tre settimane. Capisco che sia difficile, ma allo stesso tempo è importante mantenere la fiducia nelle autorità sanitarie, afferma Raja.

Mano nel calcio e nel wrestling

Ma le autorità sanitarie apparentemente non fanno differenza tra attività indoor e outdoor, o tra sport come il wrestling e il calcio. per Dagbladet Il regista Jacob Linha ha dichiarato che:

Se la frequenza dei vaccini continua e non emerge alcun nuovo virus mutato, allora sembra promettente. Quindi si apre di nuovo per l’allenamento a contatto e la normale attività può essere svolta all’interno di calcio, teatro, danza e wrestling, continua Linhave.

Esistono ricerche che dimostrano che l’infezione si verifica attraverso lo stretto contatto nello sport?

– No. Ma è solo questione di distanza e di stretto contatto. È sempre contagioso, qualunque cosa. Non importa se sei separato per un breve periodo o no. Se sputi in faccia a qualcuno, sei contagioso. Anche se sei fuori, il pericolo non scompare.

TV 2 non ha segnato nessuno sputo in faccia all’allenamento di Sunde giovedì, ma invece un discreto numero di interventi e ricevimenti in ritardo che hanno segnato circa 15 mesi senza friction training.

Sono un po ‘arrugginito, ma è stato bello incontrare di nuovo i ragazzi, dice Nawy Suleiman.

– Hai lottato con la motivazione?

Non mi sono allenato molto con il caso Corona che è ora. Forse 5-6 volte.

Cosa ne pensi di violare le raccomandazioni del governo?

– Non voglio commentare su questo. Il club è stato molto paziente. Suleiman pensa che il nostro gioco di oggi sia totalmente meritato.

READ  Difendere le comunità religiose - Folkebladet