Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Rainbows Spread Hope – NRK Culture and Entertainment

Questo articolo risale a più di un mese fa e potrebbe contenere vecchi consigli delle autorità in merito alla malattia coronarica.

Restate sintonizzati nella panoramica NRK o tramite FHIs nettsider.

Volevo dare la speranza a tutti i ragazzi che sarebbe stato bello stare insieme, dice Siena Kongsvik Bruland.

È una delle migliaia di bambini che ora condividono un’immagine arcobaleno.

Tutto è iniziato in Italia, il paese più colpito dal coronavirus.

Tra le tetre notizie di nuovi feriti, di gravi ammalati e di morti, la necessità di incoraggiarci a vicenda che la crisi che stiamo affrontando sta per finire.

Bambini e adulti tirano fuori le puntine da disegno e disegnano arcobaleni come simbolo di speranza.

Sono stati appesi alle finestre o ai muri di casa o dipinti su asfalto nero e sono stati condivisi sui social con il testo “Andrà tutto bene” – “Andrà tutto bene”.

Ora il movimento si è diffuso in Spagna, Francia e Germania, DanimarcaE il Gran Bretagna, Gli Stati Uniti d’America e Canada Ad esempio, ma non limitato.

L’hashtag italiano # Andràtuttobene è stato condiviso con un massimo di 70.000 piatti su Instagram.

In Norvegia, l’hashtag #Altblirbra ha ricevuto finora più di 700 post su Instagram.

Per Sienna Kongsvik Brüland, il messaggio significava molto.

Lei stessa è nel gruppo a rischio e l’influenza comune è spiegata molto male. Tutto ciò che riguardava la malattia la rendeva un po ‘spaventata. Ma quando ha visto gli arcobaleni è cambiata.

– Ero così felice quando ho visto un arcobaleno. Mi ha dato speranza, motivo per cui ho iniziato a disegnare. Dice: vorrei diffondere la speranza ai bambini nella stessa situazione della mia.

READ  Questo arriva al battesimo del principe svedese - VG

Aggiunge che è molto bello vedere che gli altri provano le tue stesse sensazioni e che questa persona non è sola, ma insieme per quella materia.

Incoraggia tutti a restare a casa e prendersi cura l’uno dell’altro.

Inoltre, il bambino di cinque anni Nicholas Joyce Spitali mostra con orgoglio gli arcobaleni.

I genitori di Nicholas Joyce sono italiani e sono estremamente preoccupati per le loro famiglie che vivono nell’epicentro del virus.

Quando la campagna è iniziata in Italia, hanno chiesto al figlio come voleva dipingere il mondo dopo che il coronavirus era andato via.

– Nicholas Joyce ama i colori vivaci e vede sempre il mondo a colori. Pensa subito a un arcobaleno. Secondo noi ha ragione, l’arcobaleno rappresenta “il sole” dopo “la tempesta”, dicono Versca e Marco Spitalieri.

Nicholas Joyce ha ottimi consigli per coloro che vogliono fare lo stesso.

– Pensa ai tuoi colori preferiti, mettili vicini e sarà un bellissimo arcobaleno. Guarda il tuo arcobaleno ogni giorno e andrà tutto bene, Toto Andhra Bean, dice.

Il suo desiderio va a tutti.