Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Reazione eccessiva del mercato – E24

Rinnovabili Scatec ha aumentato notevolmente la produzione nel secondo trimestre, ma la quota è in calo. Il gigante industriale Hydro è stato raccolto dopo un ottimo secondo trimestre, mentre Carasent è stato tra i vincitori di oggi dopo aver raccolto più di 400 milioni di NOK.

Håkon Mosvold Larsen / NTB
Inserito:

Lunedì la borsa di Oslo ha preso il piccolo posto, dopo un calo del 2% all’inizio di questa settimana.

Tuttavia, lo scambio è stato quasi piatto nell’ultimo giorno di negoziazione della settimana, con un aumento iniziale dello 0,07 percento a 1.133,26 punti.

Risultato rush

Prima dell’apertura dello scambio, c’erano notizie e dati contabili recenti di diverse società, tra cui:

  • Renewable Scatec ha aumentato la produzione di energia nel secondo trimestre. Anche il reddito e gli utili hanno avuto una spinta, con la società che ha registrato un profitto di 110 milioni di NOK su un fatturato di 1,1 miliardi di NOK. L’energia solare è chiaramente il titolo più scambiato alla Borsa di Oslo, in calo del 15,38%. Durante la presentazione della relazione trimestrale, Scatec ha annunciato di aver stipulato un accordo di massima con i propri finanziatori in Ucraina, avendo violato tali accordi nel primo trimestre.
  • Norsk Hydro ha aumentato notevolmente i suoi profitti nel secondo trimestre grazie ai prezzi più alti dell’alluminio e alla forte domanda. Così, il colosso industriale continua lo sviluppo positivo del primo trimestre e descrive il secondo trimestre come un “risultato record”. Il volume degli scambi è aumentato a 34,34 miliardi di NOK, rispetto ai 26,08 miliardi di NOK nel corrispondente periodo dello scorso anno. La posta in gioco è stata aumentata dell’1,24%.
  • Borregaard ha scritto venerdì mattina che investirà 144 milioni di corone norvegesi nella società biotecnologica Alginor. È previsto anche un altro aumento di capitale poiché Borregaard sputerà 126 milioni, per un totale di 266 milioni di corone. L’azienda vede effetti sinergici con l’azienda con sede a Haugesund. Il gruppo industriale è sceso a un aumento dello 0,23 per cento.
  • Libri Carasent in uno Messaggio Giovedì ha raccolto 420 milioni di NOK dal fondo del proprietario attivo Vitruvian Partners. Poi quest’ultimo controlla il 15,25 per cento delle azioni della società. Secondo l’annuncio, Carasent prevede di utilizzare il denaro per finanziare potenziali acquisizioni e aumentare il proprio margine di manovra nell’ambito delle opportunità di crescita organica. Il titolo è finora tra i vincitori di oggi, con un aumento del 9,56 percento.
  • Hydrogen Nile Corporation Rapporti Venerdì che è stato concluso un accordo con la cooperativa olandese Poshydon Project. La cooperazione promuoverà lo sviluppo e l’uso dell’energia eolica offshore, del gas naturale e dell’idrogeno nei Paesi Bassi. Il mercato fa scendere il titolo del 3,5%.

Leggi anche

I norvegesi stanno accumulando scorte: – Molti di loro hanno un’eccessiva fiducia in se stessi

Reazione eccessiva del mercato

Andreas Pertheusen, analista di Kepler Cheuvreux, riferisce che il mercato sta penalizzando le azioni di Scatec Solar dopo l’ultimo rapporto trimestrale della società.

– Ma penso che il mercato abbia reagito in modo eccessivo, sebbene sia stato un risultato più debole rispetto alla produzione di energia elettrica. In isolamento, il debole sviluppo dei prezzi giustifica se lo guardi solo, ma è più di molto, dice a E24.

L’analista ritiene che ci siano “molte cose positive nel rapporto”, in particolare intorno alla componente di crescita della società rinnovabile, ma osserva che le azioni verdi sono ancora difficili da valutare.

Il titolo è strettamente correlato con l’intero settore verde, qualcosa che abbiamo visto aumentare prima di Natale e diminuire dopo. Pertiussen afferma che il mercato potrebbe lavorare per trovare un punto d’appoggio.

Il prezzo del petrolio è rimbalzato

In caso contrario, venerdì mattina ci sono piccoli movimenti dei prezzi del petrolio. Un barile di petrolio del Mare del Nord (burning spot) al momento della stesura di questo articolo veniva scambiato a 73,68 dollari nel mercato spot, in crescita dello 0,15% rispetto alla giornata. Il petrolio leggero e dolce statunitense (WTI) viene scambiato a 71,77 dollari, in aumento dello 0,1% da ieri.

L’analista petrolifero Helge André Martinsen di DNB Markets ha scritto in un aggiornamento di venerdì mattina che il prezzo del petrolio si è ora ripreso dopo il calo di lunedì. Dopo aver scambiato contratti bruciati lunedì, il prezzo del petrolio è sceso del 5,96 percento a 68,75 dollari.

Martinsen sottolinea anche la crescente domanda e osserva che ora hanno superato i 95.000 voli commerciali al giorno. A livello globale, i voli commerciali sono ancora in calo del 24% rispetto alla media dell’anno scorso nel 2019, ma lo sviluppo è visto come un “chiaro segnale” di un maggiore appetito per i viaggi globali.

Leggi anche

Direzione del petrolio norvegese sul pacchetto fiscale: – I progetti potrebbero essere stati comunque completati أي

READ  Azioni di Atlantic Sapphire dopo un incendio nello stabilimento della società in Danimarca