Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Recensione: Jan Arild Snoen «La nuova guerra fredda. USA vs Cina »

saggistica

editore:

essiccatore

Anno di pubblicazione:

2021


«Niente da rallegrare.»

Vedi tutte le recensioni

Secondo il suo editore, Jan Arild Snoon non è mai andato in Cina. È di per sé un insulto a qualsiasi lettore. Riuscite a immaginare uno scrittore che pubblica un libro sugli Stati Uniti senza visitare New York?

Nomi come Marco Polo, Sven Hedin, Torbjørn Færøvik, Sun Heidi Sæbø ed Erika Fatland hanno tutti in comune il fatto di aver viaggiato nel Medio Regno. Hanno visto, sentito e scritto. Sbirciare su Internet dopo aver confermato preconcetti come Jan Arild Snoen è scoraggiante. I pensieri di Snoen non sono troppo grandi per stare in poche pagine della rivista Minerva. 350 pagine del libro, incluse 800 note sulla “Nuova Guerra Fredda”, contribuiscono solo ad aumentare le emissioni di anidride carbonica.

È encomiabile che questo autore guardi ora a sud, verso il Pacifico e la nuova Guerra Fredda tra Cina e Stati Uniti. Jan Arild Snow, editorialista e specialista degli Stati Uniti, un uomo che ha guardato a lungo le acque tra il FrP ei conservatori, arriva al tavolo delle trattative. Potremmo davvero aver bisogno di un libro aggiornato sul gigante cinese, che in un decennio sarà probabilmente la più grande economia del mondo con gli Stati Uniti.

Lo sviluppo è così rapido che gli esperti in Cina stanno rapidamente diventando obsoleti.

Pertanto, è un peccato che Sunne abbia abusato della sua grande opportunità, è più interessato all’argomento che gli Stati Uniti rimarranno la prima potenza mondiale per il prossimo futuro. Lo scrittore scrive come un contabile. Il risultato finale è un libro di cassa, sotto il protocollo par, con i numeri in mente.

Specialista americano: l'autore Jan Arild Snoen è stato un analista della politica americana e delle questioni sociali per diversi anni.  Foto: Edward Thorpe

Specialista americano: l’autore Jan Arild Snoen è stato un analista della politica americana e delle questioni sociali per diversi anni. Foto: Edward Thorpe
Mostra di più

acciaio bollente

Proviamo a guardare alla Cina con obiettività: è una conoscenza elementare che in una sola generazione il Paese è passato dall’essere uno dei più poveri del mondo a uno dei più ricchi del mondo. È un enorme balzo in avanti che nessun altro Paese è stato in grado di fare.

Personalmente, sono abbastanza grande da ricordare l’epoca in cui il presidente Mao cucinò l’acciaio con gli utensili da cucina nel frenetico tentativo di conquistare l’Inghilterra. Oggi la Cina è il più grande produttore di acciaio al mondo. Dal 1978, il paese ha tirato fuori dalla povertà 800 milioni di persone. E sì, vale sicuramente la pena chiedersi: a quale costo? C’è sicuramente motivo di criticare molti. Torneremo su questo.

Il PIL a lungo termine è aumentato dell’8,2% annuo. I giornalisti hanno descritto la crescita come pazzesca. C’è una crescita nel cielo che non può continuare. Molti osservatori occidentali, come Snoen, sperano in due cose: che le cifre della Cina ufficiale siano sbagliate e che questa crescita finisca presto.

bravissimi tutti insieme

C’è speranza, ma il problema di Snoen è che legge le statistiche come un certo uomo legge la Bibbia. È sempre sulla difensiva ed è frainteso. Arrivano gli Stati Uniti. Va tutto bene lì.

Snoen potrebbe aver sentito storie di aeroporti fatiscenti, strade dissestate e treni sporchi; Ma questa non è la mia esperienza. La rete stradale sembra funzionare bene. La maggior parte degli aeroporti fa lo stesso”.

L’ho letto lo stesso giorno in cui il presidente Joe Biden ha firmato una legge per 1.200 miliardi di dollari per le infrastrutture americane trascurate. Ma Snoen conosce anche il trasporto ferroviario. Così come sul trasporto ferroviario in Cina. Certo, i cinesi hanno sviluppato un’impressionante rete ferroviaria in tempi record. Ora fino a due terzi delle linee di metropolitana leggera del mondo si trovano in Cina. Tuttavia, il liberale Snoen non è molto estroverso: le metropolitane leggere cinesi non pagano. Significare.

Una ricetta per un mondo meraviglioso

Una ricetta per un mondo meraviglioso


ripristinare le tabelle

A pagina 134 del libro, Sunun scrive che il debito della Cina è piccolo rispetto agli Stati Uniti. Ma questo è solo chiaro, perché Snoen sa, e confidiamo, che il debito segreto è così grande che la Cina sarà presto alla pari con gli Stati Uniti. Anche in questo campo.

Dieci pagine dopo, Snoen dovrebbe ricordare che la Cina rappresenta oltre il 40% di tutte le nuove domande di brevetto nel mondo, più del doppio degli Stati Uniti. Ma stai tranquillo. Snoen può sollevare un tavolo o un ricercatore affermando che la quantità ha la precedenza sulla qualità.

Ci rivolgiamo alla ricerca sull’intelligenza artificiale, l’intelligenza artificiale (AI), un’area in cui il progresso cinese sta creando paura e disgusto in Occidente. “Ma hanno una lunga strada da percorrere”, afferma Sunoon. Riferendosi all’Oxford Index, “gli Stati Uniti sono chiaramente in testa”. Snoen trova sempre una fonte online che conferma la sua posizione parziale e parziale.

Ci vuole meno di mezzo minuto per trovare una fonte che affermi l’esatto contrario. Nicholas Chailan, il primo funzionario del software del Pentagono, ha dichiarato al Financial Times che la Cina ha vinto la battaglia per l’intelligenza artificiale e si sta dirigendo verso il dominio globale grazie al suo progresso tecnologico. Cifre tangibili mostrano che la Cina brevetta più IA di qualsiasi altro paese.

degno di critica

La Cina non è sicuramente un paese da sogno. La mancanza di libertà di espressione e le violazioni dei diritti umani sono oggetto di critiche.

Sunun definisce poi un genocidio anche il trattamento dei musulmani uiguri e scrive di ciò che sta accadendo all’interno dei campi di riqualificazione: i musulmani devono mangiare carne di maiale e bere alcolici.

Tra il groviglio di ipocrisia e doppi standard, Sunun ha anche scoperto un’ironia sorprendente: quasi nessun capo di stato musulmano criticherebbe la Cina per aver violato i diritti umani. Certo, i diritti umani sono in fiamme in Turchia, Iran e Arabia Saudita. Ma non è questa la spiegazione qui. Il principe ereditario Salman, l’uomo con la gamba di sega, tace per paura degli estremisti islamisti nelle sue file.

L’etica ha un prezzo

Anche a livello morale, Snoen tiene dei registri. Giusto e sbagliato hanno un prezzo che può essere pesato e misurato. Anche la guerra dell’oppio non rientra nella linea rossa nei calcoli di Snoen. “Better Under Foreign Rule” è il titolo del capitolo che tratta del secolo che gli stessi cinesi chiamano “il secolo dell’umiliazione”, segnato dal crollo della dinastia imperiale, dalla caduta dei trafficanti d’oppio britannici e dalla brutale occupazione giapponese e dalla successiva occupazione civile. La guerra prima che Mao e il Partito Comunista prendessero il potere nel 1949.

Il famoso punto di svolta nella storia è spesso ambientato nel 1793, quando il re Giorgio III d’Inghilterra inviò il suo diplomatico McCartney alla corte imperiale con 600 oggetti per mostrare la più recente scienza e tecnologia occidentale. L’incontro fu un conflitto culturale e la lettera dell’imperatore Qianlong al re inglese è spesso citata come richiesta di isolamento:

Il nostro Celeste Impero possiede tutte le cose in abbondanza e manca di qualsiasi prodotto all’interno dei suoi confini. Quindi non è necessario importare cose da barbari esterni in cambio dei nostri prodotti”.

Dopo aver letto il romanzo di McCartney, Napoleone a Sant’Elena pronunciò le parole spesso citate: «Lascia dormire la Cina. Perché quando si sveglia il mondo trema».

La torsione è al suo meglio quando vengono disegnate grandi linee. Ovviamente, non ci sono molte tabelle da avviare qui. Ma il linguaggio è debole e poco interessante: “McCartney ha incontrato l’imperatore dopo un po’”.

Questo libro, nonostante il titolo, si occupa più di abbattere la Cina. Ma ora ricorda Snoen, non sono stati gli Stati Uniti a inventare la polvere da sparo.

Rilevazione di furto ebraico

Rilevazione di furto ebraico


.

READ  Il famoso scienziato marino ed ex capo della National Oceanic and Atmospheric Administration Jane Lubchenko parlerà alla cerimonia di laurea 2021