Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Recensione: “Star Wars” – NRK1 – Abbiamo recensito la canzone “Star Wars” per canzone

TV: Il palcoscenico è pronto per la nuova stagione di “Star Wars”. Come l’anno scorso, il ballo inizia con i partecipanti che scelgono una canzone del proprio genere. Dà ai cantanti una sorta di inizio tranquillo, ma poi puoi aspettarti un livello più alto. Nessuno esce stasera.

Come al solito, cantiamo canzoni e recensiamo spettacoli.

1. Alexandra Marcio: “Viva la vita” AV Goldplay (2008)

Residente abituale di Alexandra Caino, Melody ha lasciato un segno forte nel Grand Prix, tra le altre cose. Si avvicina al lavoro con energia nervosa e ritmi pulsanti nella schiena. Ha una voce pop piuttosto classica. Se diventa abbastanza flessibile, Alexandra sarà sicuramente in grado di affinare nella maggior parte delle varianti con successo.

Non solo questo è il primo artista in una stagione, Alexandra lo affronta bene, tuttavia puoi sentire i nervi tremare un po’ di più a un affitto più alto.

2. Marius Roth Christensen: “Caruso” di Lucio Dalla (1986)

Marius ha un background non convenzionale. Negli anni ’90 è stato il chitarrista della band hard rock Siegmen. Ora lavora come inquilino alla Norwegian Opera. Ciò che entrambi i campi hanno in comune è che sono interessati ai modi drammatici. Che è sicuramente una parte importante dell’esibizione serale di Marius. Le mani si alzano e le corde vocali tremano nella gola ben oliata. Dovrebbe essere quando inizi con l’opera italiana.

Ha capacità di controllo vocale e comunicazione che non puoi discutere. Se questo cambierà in altri incarichi che Marius inizierà durante la stagione, ci sono molte cose eccitanti che possiamo aspettarci.

Heidi Root Ellingson: Flash Dance (2010) – “My Journey” dall’edizione norvegese Runar Porz (2018)

Heidi è un musicista nel suo lavoro quotidiano. Un genere che ha ispirato molti forti partecipanti a “Star Wars”. Poi dobbiamo vedere se Heidi riesce a pronunciarsi. Questa versione del numero “Flash Dance” “My Method” non dà una risposta chiara. Canta e balla bene, ma anche se dà una spiegazione nella sua lingua madre, è un po’ difficile ottenere una personalità.

Era la scuola e si è svolta in modo efficiente – tuttavia, Heidi è sul punto di diventare più entusiasta, il che rende la canzone esitante a pensare. Ma non si ferma qui.

4. Bjorn Tamran: Hong Williams (1950) “Long Con Lonesome Blues”

Inizialmente, ci si potrebbe chiedere se Jorn avrebbe trovato un lavoro che avrebbe sfruttato appieno la sua esperienza nello yojling e nella voce partecipando a “Star Wars”. Devi solo dedicare pochi minuti alla sua prima canzone prima di ottenere una solida performance sul primo ramo. Fortunatamente, ha anche una voce meravigliosa e forte che può usare.

La sua descrizione di Hong Williams è bella e piena di sentimento. Vibra nelle corde nervose dall’inizio alla fine. Cosa chiedere di più?

5. Kevin Mbugua: “24K Magic” di Bruno Mars (2016)

Kevin Mbugua è un attore, ballerino, cantante e cantautore. Non manca nulla. Con un piatto così ampio, è il perfetto partecipante di “Star Fight” sulla carta. Iniziare il numero di Bruno Mars di questa abilità non è uno scherzo, quindi devi avere sia voce, abilità di ballo e talento.

Non c’è molto da armeggiare su Kevin qui. Sebbene all’inizio sia un po’ distaccato, spesso canta senza peccato. Tutto va così veloce perché sia ​​la gola che le gambe sono calde sul palco. Sarebbe emozionante seguirlo ulteriormente.

Bambola Kareena: “Ricordati di noi sempre così” di Lady Gaga (2018)

Kareena ha avuto un sacco di ferro sul fuoco per anni. Recentemente, la canzone è stata fortemente focalizzata, e ora è compito dell’artista. Non ha intrapreso la strada della minima resistenza quando ha fatto il suo debutto in “Star Wars”. Ha scelto una ballata di Lady Gaga, che era sporca e ha lasciato le madri sole sul palco senza coreografi e ballerini. Tutto dipende dalla sua voce e dalla sua performance canora.

Kareena ha una voce perfetta con un bel tocco. I suoi nervi la fanno camminare un po’ più lentamente all’inizio, ma lo passa bene. Tutto merito di Kareena per questo.

7. Chand Dorswick: “Vivi la vita!” Ksge Alexandersen & Sambandet (1984)

Naturalmente, Chand ha urlato “Levva Live!” Cantare. Tronder Rocker ha svolto un’attività di punta di ண்டர்ge Aleksandersen, il padre di Tronder Rock. Non dovrebbe essere nello sforzo, Chand porta tutta l’energia e il potere della gola che ha. Questo è bello, ma qualcosa è chiaro in tutto. Tutti gli elementi si trasformano in undici, il che significa che la performance si diffonde quasi all’interno della parodia.

Vediamo come va quando Chand prende il cucchiaio nell’altra mano. Ce la può fare, ha molti trucchi.

8. Jorun Stienson: Leggi tutto. III » con Emeli Sandé (2012)

I dintorni erano tranquilli Artista Da quando Jorun Stienson ha vinto “Idol” 16 anni fa. Nota che non ha trascorso molto tempo sul palco negli ultimi anni – spiega anche perché all’inizio. La paura e l’ansia del palcoscenico sono rimaste attaccate alle sue ruote da quando ha lasciato il palco quasi due decenni fa.

È ancora più facile capire perché ha vinto. Ha un temperamento forte e una grande voce con un grande calore. Se può alzare le spalle, spero che avrà un aspetto ancora migliore. Stanotte ha mostrato che è ancora lì.

9. Federico Tomás: “Mi hai dato determinazione” di Christian Christensen (2019)

Frederick Cool per scegliere la canzone di un cantante norvegese della sua stessa generazione. L’uomo di Bergen trasmette il discorso sincero di Christensen con coraggio e anima. La canzone si adatta meravigliosamente al dialetto di Bergen.

Bene, cosa dice? Tomas potrebbe essere una rivista inspiegabile per molti telespettatori, ma penso che cambierà in autunno. Stasera grande sorpresa.

10. Anna-Lisa Kumoji: «Proud Mary» Avdina Turner (1971) – Saluti originali Clearwater Revival (1969)

Non c’è dubbio che Anna-Lisa l’avrebbe fatto prima. Qui è principalmente la sensazione della punta delle dita. Dal punto di vista dell’intrattenimento, c’è sicuramente un intero lembo dal primo prato: danza, canto e atteggiamento. Il tempo dirà se Anna-Lisa ha lati sorprendenti e se può indossare un bastone.

Ma quando fa questo tipo di spettacolo e offre cracker di questa abilità, sicuramente nessuno può criticarla Molto.

READ  Italo-americani e la lingua del cibo: come Kalamari è diventato Kalamara e come la Ricotta è diventata Ricotta