Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Record di infezione a Oslo e in Norvegia. Ma il sindaco punta su altre personalità.

Mai prima d’ora in Norvegia e nella capitale sono state registrate così tante persone infette dal virus Corona. Ma l’ufficiale medico capo di Oslo si sta concentrando su cose molto diverse dai tassi di infezione.

Il primario medico municipale, Miert Skjoldborg Lindboe di Oslo, deve fare i conti con un numero record di contagi nella capitale.

Un totale di 1.772 persone sono risultate positive al COVID-19 dopo un test della reazione a catena della polimerasi (PCR) a Oslo il giorno scorso. È un nuovo record nella capitale.

– Non abbiamo avuto numeri così grandi per un giorno. Sappiamo che l’omikron è più contagioso e ci aspettiamo alti tassi di infezione ora, afferma ad Aftenposten il capo ufficiale medico e coordinatore del TISK a Oslo Miert Skjoldborg Lindboe.

La percentuale di coloro che ricevono campioni positivi nelle stazioni di test di Oslo è ora del 29%. Questa percentuale è aumentata costantemente da Natale.

Questo perché molti hanno già eseguito test rapidi a casa, e quindi sono in gran parte preselezionati chi viene alle stazioni di test.

I dati di Oslo seguono il quadro nazionale: nelle ultime 24 ore, in Norvegia sono stati registrati 7.921 casi di corona. Si tratta del numero più alto dallo scoppio dell’epidemia. Questo è più del doppio della media degli ultimi sette giorni di 3.781 e la tendenza è in aumento.

– Stiamo entrando nell’ondata di infezioni di tutti i tempi, dice il vicedirettore della sanità Espen Nakstad VG.

Considera altri fattori

Lindbow, l’ufficiale medico capo municipale, rimane disinteressato a questo record. Dice che le persone erano più preoccupate per gli alti tassi di infezione nel marzo 2021, quando erano state vaccinate meno persone.

READ  Omicron - il medico che ha dato l'allarme:

Ora ci occupiamo di monitorare l’onere per il pronto soccorso, il medico di famiglia, le case di cura e gli ospedali, afferma.

Dice che le persone più anziane vaccinate con la terza dose sono le più anziane e quelle con la malattia di base più evidente sono il gruppo meno colpito.

Quindi vediamo che i vaccini proteggono.

La scorsa settimana, le persone più colpite erano nella fascia d’età di 30-39 anni, e quel gruppo continua ad avere i più alti tassi di infezione. Ma il set 20-29 sta salendo.

– Cosa significa registro?

– Non lo sappiamo ancora. Sappiamo che omikron gestisce l’infezione. Alcuni segni indicano che Omicron è più mite. Se molte persone infette vengono vaccinate ora, dice Lindbow, questa infezione potrebbe non avere molto da dire.

ancora preoccupato

La cosa buona è che la maggior parte delle persone che sono completamente vaccinate non si ammalano gravemente. Questo è ciò che ha affermato Frod Forland, direttore del tema presso l’Istituto nazionale di sanità pubblica TV 2.

Il rischio di malattia grave è considerato inferiore dal 50 all’80% per l’omicron rispetto alla variante delta.

Tuttavia, le autorità sanitarie sono preoccupate per l’onere sul sistema sanitario. Il vicedirettore della sanità Espen Nakstad afferma: VG che sebbene il rischio di malattie gravi sia molto più basso, il rischio di infezione è così alto che potrebbero esserci ancora molti ricoveri in totale.

Martedì, 304 persone infette da corona sono state trasferite negli ospedali. Erano 21 in meno rispetto al giorno prima. Ci sono anche meno persone nel reparto di terapia intensiva e meno persone che ricevono terapia respiratoria rispetto al giorno prima.

READ  Joe Biden e Kamala Harris -
La professoressa di medicina Ann Sporkland crede che abbiamo visto solo l’inizio dell’ondata di infezioni in Norvegia.

Il professore pensa che i tassi di infezione non vengano dichiarati

Secondo il National Institute of Public Health (NIPH) e la Norwegian Directorate of Health ci sono tre ragioni principali per i cupi record di infezione di martedì:

  • Il virus omikron è ora il virus dominante in Norvegia e si diffonde molto più facilmente del virus delta.
  • L’arretrato di lavoro dopo Natale rende i numeri anormalmente alti. Il numero degli autotest si è quasi dimezzato nelle ultime due settimane dell’anno rispetto alle due settimane precedenti. Pertanto, potrebbero esserci state alcune infezioni non rilevate a Natale.
  • Test collettivo in molti comuni per studenti, insegnanti e personale dell’asilo prima dell’inizio della scuola. Potrebbe aver rivelato più infezioni, anche se i numeri non sono ancora chiari qui.

La professoressa di medicina Ann Spurkland all’Università di Oslo ritiene che anche i grandi numeri che vediamo ora siano molto bassi e che ci sia molta sottostima delle infezioni.

– Penso che l’onda sia più grande di quella che vediamo ora, dici tu NRK.

Sporkland ritiene che la situazione in Norvegia sia paragonabile a quella di altri paesi che hanno registrato un forte aumento dei contagi. Tra gli altri luoghi in Danimarca dove martedì sono stati registrati 25.000 contagi. Anche paesi come il Regno Unito, l’Italia, la Francia, la Grecia e il Portogallo hanno registrato di recente tassi di infezione record.