Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ricerca, Scienza/Tecnologia | Nakstad sulla scoperta della corona in Norvegia nel 2019: – L’infezione si diffonderà segretamente per molto tempo

– Anne Eskild, project manager di Ahos, afferma che la scoperta cambia la storia dell’epidemia di corona.

Il primo caso in Europa è stato diagnosticato il 27 gennaio 2020, mentre in Norvegia è stato rilevato solo il 24 febbraio dello stesso anno.

Fondare Acaz Ha fatto, dallo stesso periodo in cui il primo caso accertato è stato scoperto in Cina.

La diffusione del virus corona in Italia nel settembre 2019 è già stata dimostrata nelle epidemie, mostra uno studio italiano di Milano.

I ricercatori affermano anche che i gatti devono essere inclusi in qualsiasi misura precauzionale contro il virus. La teoria principale è che il virus si sia diffuso per la prima volta lì.

Knoxstad: Non è la prima volta che succede

Il vicedirettore sanitario Espen Rostrup Naxstad afferma, tuttavia, che questa non è la prima volta che un’epidemia è iniziata prima del previsto.

Knoxstad sottolinea che l’epidemia di Ebola nel 2014 è iniziata sei mesi prima di quanto si pensasse.

– L’infezione può diffondersi segretamente per molto tempo prima di essere ricoverata in ospedale e viene catturata dalle statistiche, dice Nakstad a NTB.

– Da dicembre 2019 sono stati rilevati anticorpi nei campioni di sangue in molti paesi. Pertanto, Nuxstad afferma che ci sono molte indicazioni che l’infezione da corona si diffonderà a livello internazionale, non solo a Wuhan, in Cina, nel dicembre 2019.

Sottolinea che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) non ha ancora mappato l’origine del virus.

Potrebbe essere arrivato in Europa prima

Freeben Avitzland, primario del National Institutes of Public Health, afferma che le nuove scoperte non smentiscono la teoria secondo cui il virus è apparso a Wuhan.

READ  Borsa di lusso rispetto alla carne macinata | MinMote

– Se ciò si rivelasse vero, potrebbe indicare che il virus si è diffuso dalla Cina all’Europa più di quanto si pensasse. Questo non è impossibile. L’importazione di un nuovo virus nel Paese non sempre porta all’infezione. La Svizzera dice all’NDP che alcune catene infettive si fermano da sole.

– Ci sono state molte segnalazioni simili da altri paesi, ma aspetteremo per vedere se i risultati sono corretti. “Poiché è così insolito, volevamo che gli stessi campioni fossero analizzati in diversi laboratori”, afferma un alto funzionario FHI.

Era fantastico

– È stato fantastico. Eskild dice che abbiamo testato campioni di sangue a dicembre per assicurarci di andare abbastanza indietro al momento giusto, quindi non ci aspettavamo di trovare un risultato positivo così presto.

I ricercatori hanno cercato anticorpi nei campioni di sangue conservati. I campioni vengono prelevati dalle donne in gravidanza durante il primo trimestre e vengono prelevati come parte dell’assistenza alla maternità. Vengono archiviati per monitorare potenziali infezioni.

– Ci sono pochi altri paesi che hanno accesso a campioni di sangue conservati a livello di popolazione, quindi ci sono pochi o nessun altro studio reazionario, dice Eskild.

98 risultati

I ricercatori hanno avuto accesso a campioni di test in modo anonimo ai sensi della legge sul controllo delle malattie infettive.

Ci sono molte indicazioni che potrebbero essere stati colpiti all’estero, dice Eskild. Crede che questo indichi che l’infezione era diffusa nella maggior parte del mondo prima ancora che ci credessimo.

– I nostri risultati cambiano la storia delle epidemie di corona in Norvegia e nel mondo, afferma Eskild.

READ  Vino per Pizza - Bevande

Gli anticorpi sono stati rilevati in 98 dei 6.520 campioni analizzati. I ricercatori affermano che una certa percentuale di risultati falsi positivi dovrebbe essere presa in considerazione.

(© NTB)