Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ritmo quotidiano: – Ricercatori con allerta del sonno

Sei mai stato sveglio tutta la notte per finire un compito scolastico? O ti sei seduto a guardare un film un po’ a tarda notte, rendendoti conto che saresti stato alzato dopo mezzanotte?

Forse sei rimasto sveglio fino alle prime ore del mattino perché stavi mandando messaggi a qualcuno di cui eri un po’ innamorato?

– Può cambiarci

Se è così, dovresti ottenere la cosiddetta teoria della “mente di mezzanotte”, che è stata recentemente descritta nella rivista scientifica Frontiere nella psicologia delle reti.

L’ipotesi è che i cambiamenti avvengano nel nostro cervello quando siamo svegli mentre il nostro orologio biologico pensa che sia scesa la notte, che per la stragrande maggioranza delle persone sarà intorno a mezzanotte.

I ricercatori ritengono che questi cambiamenti potrebbero cambiare il modo in cui ci relazioniamo con il mondo che ci circonda, in particolare in termini di sistema di ricompensa, controllo degli impulsi ed elaborazione delle informazioni.

Elizabeth Klerman è l’autrice principale dello studio. È professoressa di neurologia alla Harvard Medical School e lavora anche nel dipartimento di neurologia del Massachusetts General Hospital.

Una preghiera per i ricercatori

Klerman e il suo team hanno esaminato i dati raccolti durante la notte biologica, quando i nostri corpi dovrebbero dormire.

Hanno anche utilizzato i dati di persone che sono andate senza dormire tutta la notte.

L’idea di base è che il ritmo biologico interno dell’orologio sia mappato verso i processi che promuovono il sonno dopo la mezzanotte, non il risveglio, dice Klerman in un post sul blog Istituto pubblico di ricerca.

che schiffo: Questa famiglia thailandese di quattro persone si trova nel profondo della terra dei sogni. Poi arriva un intruso a disturbare il sonno della notte. Video: Cameron. Reporter: Anton Lear/Dagbladet.
Mostra di più

Crede che i risultati del nuovo studio suggeriscano che i ricercatori dovrebbero studiare questo fenomeno più da vicino.

READ  Tre casi di contagio, un milione di città chiuse

Milioni di persone sono sveglie nel cuore della notte e ci sono buone prove che il loro cervello non funziona bene come durante il giorno. Ora ho una preghiera affinché gli studiosi esaminino la questione, perché la salute e la sicurezza delle persone ne risentiranno, dice.

Più pericolo di notte

Klerman e il suo team indicano diversi studi precedenti, che hanno rivelato che esiste un rischio maggiore che le persone commettano azioni dannose o violente di notte.

Tra le altre cose, dovrebbe essere più comune commettere omicidi e violenze di notte. Lo stesso vale per i rischi dell’uso illecito di varie sostanze come cannabis, alcol o oppiacei.

Anche ciò che mangiamo di notte è spesso malsano, poiché mangiamo carboidrati, grassi e cibi trasformati e spesso consumiamo più calorie del necessario, hanno scritto i ricercatori.

dormire: Selena Myers sta diventando virale con le registrazioni del suo sonno sulla piattaforma video Tiktok. Giornalista: Emma Dalin. Video: Celinaspookyboo
Mostra di più

Secondo Kellermann, il nostro ritmo circadiano naturale ha un effetto sull’attività neurale nel cervello. I cambiamenti nel ritmo circadiano possono portare a cambiamenti nel modo in cui elaboriamo le impressioni e reagiamo al mondo che ci circonda.

decisioni pericolose

Spiega che come esseri umani, tendiamo a vedere le informazioni in modo più positivo al mattino e in modo più negativo di notte.

Questo deve essere dovuto al fatto che il nostro orologio biologico è impostato per dormire.

Secondo i ricercatori, il fatto che siamo svegli dopo la mezzanotte può semplicemente portare a decisioni più povere – e talvolta anche più pericolose.

Inoltre, i nostri corpi producono più dopamina durante la notte, che può alterare il nostro sistema motivazionale in modo che vi sia un rischio maggiore di comportarsi in modo rischioso.

READ  Il figlio del dittatore guida con oltre 16 milioni di voti - NRK Urix - Notizie e documentari esteri

I ricercatori ritengono che ciò possa avere un impatto diretto non solo sulle decisioni che prendiamo, ma anche su come lavoriamo e stabiliamo le nostre priorità.

La soluzione più semplice, hanno scritto i ricercatori, è aiutare le persone vulnerabili a dormire tutta la notte, riducendo così l’esposizione ai tempi associati a un aumento del rischio.