Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Roer Oscar Stabe Helvig: – Vive a 160.000 all’anno

Dura a 160.000 all’anno, quindi puoi gestire. In questo senso, potrei gestire un altro anno, dice Oscar Stabie Hilfig, che ha vinto una borsa di studio per 100.000 nuovi coronavirus nel nuovo anno dopo essersi qualificato per le Olimpiadi di Tokyo.

Con un budget di 160.000 corone, il soggiorno di Olaf Tufte è ben al di sotto della soglia di povertà per una famiglia in Norvegia. Le cifre del 2018 mostrano che il limite è di 282.100 corone.

Siamo molto frugali, dice.

Prima che la borsa di studio Corona arrivasse nel gennaio 2021, Stabe Helvig ha ricevuto l’aiuto della famiglia e del suo simpatico zio per coprire le spese.

I vogatori sono appena tornati a casa dalla partecipazione agli Europei di Varese, in Italia. Era il loro primo viaggio all’estero in quasi un anno e ora rischiano di perdere 30 giorni di quarantena prima delle Olimpiadi a causa delle rigide regole di quarantena.

Invece, avrebbero potuto rimanere in Europa per completare il periodo introduttivo lì, ma non ebbe successo, in parte a causa delle casse federali abolite.

Olaf Tofte non risponderà alle domande sul futuro


Ho dovuto vendere l’auto

Da quando l’epidemia ha colpito la Norvegia nel marzo 2020, ci sono state molte restrizioni nella lotta contro il virus.

Per gli atleti estivi, questo ha significato, tra le altre cose, il rinvio delle Olimpiadi di Tokyo, problemi di quarantena e molti allenamenti a casa.

Nell’ottobre dello scorso anno, le tasche erano così ingombre che Stabe Helvig ha dovuto vendere la sua auto. Ciò ha portato a sfide di addestramento per il vogatore, che di solito si allena presso la struttura di addestramento dei vogatori di Årungen, a poco più di mezz’ora da Oslo.

READ  Kahut sale sul mercato azionario forte | Finansavisen

– Ma fortunatamente Olaf (Olaf Tofte) è riuscito a ottenere una macchina per il nostro team ora prima di Natale, il che conferma che sono molto fortunato ad essere a mia disposizione.

Romakers: Olaf Tofte, Oscar Stabi Hilfig, Martin Hilseth, Erik Solbaken durante i Campionati del mondo di canottaggio a Linz, Austria nel 2019. Foto: NTB
i romani: Olaf Tofte, Oscar Stabi Hilfig, Martin Hilseth, Erik Solbaken durante i Campionati del mondo di canottaggio a Linz, Austria nel 2019. Foto: NTB
Mostra di più

Come al solito, il team ha effettuato 180 giorni di viaggio all’anno, il che è fuori discussione a causa dell’epidemia. Questa è stata una sfida in quanto dipendono totalmente dalle condizioni di canottaggio, dall’altitudine e dalle competizioni internazionali.

Quando le cose vanno diversamente e l’associazione copre questi 180 giorni in cui stiamo effettivamente viaggiando, improvvisamente ci sono state molte spese. Stabe Helvig dice solo sul cibo e sui trasporti per l’allenamento.

È stato anche mentalmente duro, spiega Steve Hilfig, che è stato sull’orlo dell’esaurimento alcune volte. Ha anche ricevuto aiuto da un allenatore del cervello, che si concentrava sul trascorrere un giorno alla volta.

Due mesi fa ha dovuto ritirarsi. L’allenamento non era più divertente e stava passando un periodo difficile con se stesso.

Ci sono alcune situazioni a cui ho pensato: perché dovresti farlo, quando non hai i soldi per condurre una vita normale?

– Richieste

Dopo Natale, il vertice olimpico ha ricevuto 20,5 milioni di corone norvegesi a sostegno dello stato sia per gli atleti che per le squadre nazionali.

Torey Afribo, il massimo direttore sportivo dell’Olympiatoppen, osserva che questa non era una soluzione completa, ma è sicuramente un aiuto nella vita di tutti i giorni di chi lotta.

Ci era stata promessa una somma maggiore e ora ne stiamo dialogando, dice.

Interesse condiviso: il direttore atletico senior Torey Afribo afferma che stanno lavorando con diversi programmi di sostegno per i migliori atleti che vivono al di sotto della soglia di povertà.  Foto: NTB
Preoccupazioni di equità: Il direttore sportivo senior Torey Afribo afferma che stanno lavorando con diversi programmi di sostegno per i migliori atleti che vivono al di sotto della soglia di povertà. Foto: NTB
Mostra di più

Øvrebø sostiene che il finanziamento degli atleti è qualcosa che l’Olympiatoppen ha lavorato per offrire una soluzione strategica nel tempo.

READ  Il fondo sovrano norvegese sta effettuando il suo primo investimento in infrastrutture per le energie rinnovabili

È così esigente nei loro confronti e spero di avere strumenti più forti per aiutare gli atleti e gli atleti. Inoltre, è responsabilità di ciascuna associazione fornire finanziamenti, quindi questo è un problema che condividiamo.

Crisi

I lottatori ottengono tutte le risorse finanziarie dagli sponsor speciali. Ma il rinvio delle Olimpiadi e di altre competizioni significa che il wrestler Stig-André Berge ha perso le entrate delle sponsorizzazioni e il premio in denaro durante tutto l’anno di Corona.

Personalmente, ho perso molti sponsor che sono rimasti con me fino al 2020, che ho perso nel 2020 o nel 2021.

Quindi c’è stata una crisi. Questo, dice, è stato difficile.

Alcuni giorni si affidava alla corona per far salire la vita di tutti i giorni.

La crisi: il lottatore Stig-André Berge dice che è stata dura finanziariamente fare sport durante la pandemia di Corona.  Foto: NTB
crisi: Il lottatore Stig-André Berge dice che è stato finanziariamente difficile praticare sport durante la pandemia di Corona. Foto: NTB
Mostra di più

Ci sono molte persone là fuori che lo fraintendono e pensano che sia redditizio fare esercizio. Questo non è il caso. Ci sono alcuni sport che funzionano bene. Il resto non ce l’hanno. Guardi le barbabietole in cui vivi di giorno in giorno.

Non è il denaro che lo controlla, finché puoi controllarlo e sta ancora andando bene, almeno io sono disposto a fare il lavoro, afferma.