Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Sale il bilancio delle vittime del Burkina Faso: 160 morti nella strage di sabato – VG

Lutto nazionale: il presidente del Burkina Faso Roch Marc Christian Kabore, qui con Erna Solberg durante una conferenza a Oslo nel 2018, ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale dopo il massacro di 160 persone nel nord del Paese. Foto: Lise Åserud / NTB

Fonti locali hanno riferito all’AFP che circa 160 persone sono state uccise nella strage in Burkina Faso sabato notte. Ci devono essere 20 bambini tra i morti.

Inserito:

Pertanto, il bilancio delle vittime è stato ulteriormente adeguato. Almeno 100 persone sono state segnalate per la prima volta uccise.

Un funzionario locale eletto domenica ha detto che un totale di 160 erano stati sepolti in tre fosse comuni e che tra i morti c’erano circa 20 bambini. Il numero è stato confermato da un’altra fonte locale.

Si ritiene che dietro l’attentato al villaggio di El Solhan, nel nord del Paese, vicino al confine con il Mali e il Niger, ci siano militanti islamisti, ma l’identità degli attentatori e le loro motivazioni rimangono poco chiare.

Il villaggio si trova nella prefettura di Yaga nella regione del Sahel, dove sono attivi diversi gruppi. Molti di loro hanno giurato fedeltà ad al-Qaeda o allo Stato Islamico.

qualificazioni

Gli aggressori hanno prima attaccato le postazioni VDP locali.

Successivamente, hanno fatto irruzione nelle case dei civili e hanno proceduto a semplici liquidazioni, secondo una fonte locale. Entrambe le case e il mercato della città sono stati dati alle fiamme.

Finora non ci sono statistiche sul numero di feriti nell’attacco, tranne per il fatto che sono diverse decine. Una fonte locale ha detto all’AFP domenica scorsa che un certo numero di feriti è deceduto a causa delle ferite riportate.

READ  - Alcuni dei peggiori che abbia mai visto - VG

E le autorità del Burkina Faso hanno dichiarato, sabato, tre giorni di lutto nazionale. Oltre all’attacco a El Solhan, sabato è stato segnalato anche un attacco alla città di Tadriyat, in cui 13 civili sono stati uccisi da ignoti, secondo i servizi di sicurezza del Paese. Anche un sicario è stato ucciso volontariamente.

shock e rabbia

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres è tra coloro che esprimono shock e indignazione per l’attacco, che è tra i più mortali in Burkina Faso negli ultimi anni.

Guterres descrive l’incidente come crudele e invita la comunità internazionale a intensificare il suo sostegno nella lotta contro l’estremismo violento.

Anche il presidente del Burkina Faso Roch Marc Christian Kabore ha condannato le uccisioni.

“Un aberrante barbaro”, ha detto il presidente, invocando l’unità.

Da parte sua, il leader dell’opposizione del paese, Eddie Compuygo, chiede l’uso di tutti i mezzi per proteggere la popolazione del paese.

– Ha detto che il massacro del nostro popolo deve finire incondizionatamente.

margini

Salhan si trova a circa 15 chilometri da Sheba ed è la città più grande della prefettura di Yaga. Il villaggio è stato testimone di diversi attacchi negli ultimi anni.

Il 14 maggio, il ministro della Difesa sceriffo Sy e un gruppo di alti leader militari hanno visitato Safa per rassicurare i residenti che la vita era tornata alla normalità dopo una serie di operazioni militari per reprimere i ribelli.

Il Burkina Faso è sotto forte pressione dal 2015 per rispondere ai ripetuti attacchi di diversi gruppi jihadisti. Gli attacchi sono iniziati nel nord, vicino al confine con il Mali, ma da allora si sono diffusi in altre regioni, in particolare nell’est del Paese.

READ  Hans Gilmudin, Gilmudin Keese | Stanchi di fieno norvegesi nell'armadio:

Finora sono state uccise circa 1.400 persone e più di un milione sono state costrette a fuggire.