Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

SAS ha preso in carico il conto dei voli privati ​​dalle Svalbard alla Polonia

SAS ha preso in carico il conto dei voli privati ​​dalle Svalbard alla Polonia

Una famiglia polacca ha dovuto prendere un aereo privato dalle Svalbard per tornare a casa durante lo sciopero della SAS dell’estate scorsa. Ora la compagnia aerea ha incassato una parte significativa del conto di poco più di 1 milione di corone.

Pubblicato:

Durante la loro visita alle Svalbard, la famiglia di dieci persone è stata informata della morte di un parente. Quindi all’inizio di luglio dell’anno scorso sono dovuti tornare rapidamente in Polonia, scrive La giurisprudenza di oggi.

Non c’erano altre opzioni disponibili e il prezzo del volo privato era di 90mila euro, poco più di un milione di corone.

La famiglia si è rivolta al tribunale distrettuale di Solna in Svezia per coprire le spese. Nel marzo di quest’anno la SAS ha pagato alla famiglia 1 milione di corone, ma secondo la rivista di settore non è finita qui. Hanno notato che il pagamento è avvenuto per errore e hanno detto che avrebbero coperto solo 400 euro per passeggero.

Quindi la compagnia aerea ha prima richiesto un rimborso completo. Tuttavia, le parti ora si sono accordate e la famiglia deve pagare solo 200.000 NOK. La famiglia ne è molto contenta, dice al Dagens Juridik il loro rappresentante legale Michael Vourvas.

– La legislazione sui consumatori è forte per i viaggiatori aerei. Ha affermato che la SAS non poteva lasciare passeggeri, alcuni dei quali minorenni, su un’isola nell’Oceano Artico senza nemmeno offrire un hotel. Dice che possono sfruttare le capacità di cui dispongono attraverso le loro filiali che non erano in sciopero.

READ  Una nuova eruzione vulcanica in Islanda
Per due settimane non c'erano posti norvegesi disponibili, né altre possibilità di raggiungere la terraferma, per la famiglia polacca, scrive Dagens Juridik.
Pubblicato: