Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Scienziati forensi nel caso di George Floyd: – Omicidio – VG

Aspetto: la foto mostra Derek Chauvin seduto con le mani su George Floyd ammanettato. L’agente di polizia al fronte è Alexander Koenig. Foto: dipartimento di polizia di Minneapolis / Reuters

Il patologo che ha eseguito l’autopsia su George Floyd resta fedele alla sua conclusione che la morte di Floyd sia stata un omicidio. La sua malattia primaria e l’abuso di droghe erano una causa concomitante ma non una causa diretta.

Andrew Baker lo ha chiarito quando ha testimoniato venerdì al processo in cui l’agente di polizia Derek Chauvin ha accusato di aver ucciso George Floyd durante il suo arresto nel maggio dello scorso anno.

Chauvin ha spinto Floyd a terra sedendosi con un ginocchio nel collo per nove minuti e 29 secondi.

Andrew Baker, che ha eseguito l’autopsia su Floyd, ha spiegato in tribunale che era morto per arresto cardiaco a causa del modo in cui era stato spinto e tenuto a terra.

Testimone: Dr. Andrew Baker. Foto: Piscina Court TV

Quando ha scritto il rapporto dell’autopsia l’anno scorso, ha affermato che si trattava di un omicidio.

“La mia opinione non è cambiata”, ha detto la CNN venerdì alla corte.

Per quanto riguarda i disturbi di fondo che Floyd potrebbe aver avuto – deve aver avuto una malattia cardiaca, tra le altre cose – o le droghe che potrebbero essere state nel suo corpo, Baker dice che “non sono una causa diretta della morte di Floyd”.

– Stanno contribuendo ai casi, ma lo classificherei comunque come un omicidio “, ha detto Baker.

Tuttavia, osserva che la sua definizione medica di morte non significa necessariamente che Chauvin sia colpevole dopo l’accusa.

READ  India - le devastazioni dei micidiali funghi Covid:

Lost Life: George Floyd è stato arrestato con l’accusa di aver utilizzato una banconota da un dollaro falsa. Foto: Christopher Harris / Christopher Harris

Non ho visto il video

Creare la morte Un feroce impegno per la violenza della polizia Eseguito da poliziotti bianchi contro neri. Non solo a Minneapolis, dove è successo, ma in gran parte del mondo. Uno dei motivi dello scoppio delle manifestazioni è stato il video dell’arresto, che è diventato rapidamente virale.

Nella sua testimonianza, Baker ha anche affermato di non aver visto un video di Chauvin seduto e inginocchiato al collo di Floyd prima dell’autopsia.

– Sapevo che almeno un video è diventato virale su Internet, ma non l’ho guardato intenzionalmente prima di dare un’occhiata a Floyd. Ha detto: non voglio essere influenzato dall’ingresso nel lavoro con un pregiudizio che può portarmi in una certa direzione.

Ecco il video che Baker non ha visto prima dell’autopsia:

Dopo aver completato l’attività, guarda i numerosi video che finalmente diventano disponibili.

Diminuzione del livello di ossigeno

Durante le prime due settimane del processo, l’accusa ha portato diversi testimoni medici che hanno spiegato che Floyd era morto perché non gli era più permesso di respirare liberamente a causa dell’uso della forza contro di lui.

Il medico che ha annunciato la morte di Floyd ha testimoniato che era l’ora della morte Il soffocamento è la causa più probabile.

Dentro il negozio: George Floyd è il ragazzo con la maglietta nera. La foto è stata scattata da una telecamera di sorveglianza nel negozio dove era sospettato di essere pagato con valuta falsa, cosa che ha portato alla chiamata della polizia. Foto: Piscina Court TV

Il pneumologo Martin Tobin ha calcolato che la pressione del ginocchio di Chauvin a volte era identica Con una pressione di circa 41,5 kg sul collo Floyd afroamericano.

READ  Gli Stati Uniti espellono i diplomatici russi - VG

– Ha detto dal Fondo dei Testimoni giovedì che è morto a causa dei bassi livelli di ossigeno.

Nessun testimone dalla difesa ancora

Diversi capi di polizia sembrano anche aver rafforzato il caso dell’accusa contro Chauvin, e Ha criticato il suo uso della forza. Qualcuno l’ha definita una violazione delle linee guida e ha pensato che lo fosse “Assolutamente non necessario.”

Leggi anche

L’impiegato del negozio si sente in colpa dopo la morte di George Floyd

“Perché se premi il ginocchio contro il collo di qualcuno, puoi ucciderlo”, ha detto.

Molti di coloro che hanno assistito all’incidente in tribunale hanno anche affermato di aver risposto a come la polizia ha effettuato l’arresto. Anche se Molti di loro hanno cercato di farli smettere.

Lo stesso Chauvin nega la colpevolezza criminale. Finora, i testimoni della difesa non si sono spiegati. Il caso continua in tribunale la prossima settimana.