Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Scoperta di fossili negli Stati Uniti d’America: – Una scoperta sorprendente per il primo gigante al mondo

Il teschio fossile apparteneva un tempo all’ittiosauro pesce lucertola, che secondo SNL La loro lunghezza può variare da 1 a 30 metri.

Poiché il cranio trovato negli Stati Uniti misurava due metri di lunghezza, si ritiene che possa essere appartenuto a un ittiosauro lungo 17 metri e pesava circa 45 tonnellate. CNN.

Non ci sono mai state creature più grandi di queste, dice Benjamin C. Moon, che ricerca le specie presso l’Università di Bristol in Inghilterra per New York Times.

l’arte è ben nota

Grazie ad altre scoperte biologiche effettuate negli ammassi rocciosi dove sono stati trovati fossili di ittiosauri, gli scienziati sono stati in grado di datare la scoperta a circa cinque milioni di anni dopo la “Grande Morte”, nella “Grande Morte” norvegese.

Questo descrive la più grande estinzione di massa sulla Terra, avvenuta circa 252 milioni di anni fa. secondo abbandono Circa l’80% della vita marina si estinse in un tempo relativamente breve. E il 90 percento di tutta la vita a quattro zampe sulla Terra ha partecipato all’estinzione di massa.

animale misterioso: Una donna della Florida ha catturato questo misterioso animale con la sua telecamera di sicurezza il 15 aprile 2021. Video: Viralhog Reporter: Vegard Krüger
Mostra di più

La causa della “Grande Morte” non è del tutto chiara, secondo Forskning.no, ma potrebbe essere stata dovuta a violente eruzioni vulcaniche che hanno causato sconvolgimenti climatici in tutto il mondo.

Gli ittiosauri, un tipo di lucertola pesce, avevano la forma di un delfino e vivevano all’incirca nello stesso periodo dei dinosauri, da 251 a 100 milioni di anni fa, secondo SNL.

Recenti analisi del cranio dell’ittiosauro hanno rivelato una nuova specie chiamata Cymbospondylus youngorum.

READ  Una "persona chiave" è stata arrestata ad Haiti, mettendo in dubbio l'interpretazione delle autorità تفسير

Risultati sorprendenti

Secondo la CNN, gli ittiosauri, come parte di un gruppo di rettili, sono tornati nell’oceano all’inizio del Giurassico, l’inizio dell’era dei dinosauri, da 201 a 145 milioni di anni fa. Specie rapidamente adattata alla vita in mare.

I ricercatori volevano scoprire quanto velocemente si erano evolute le dimensioni del corpo di Cymbospondylus youngorum e hanno confrontato l’evoluzione con quella delle balene. Come Cymbospondylus youngorum, le balene una volta sono sbarcate su quattro zampe, ma poi sono tornate nell’oceano, secondo la CNN.

E le scoperte dei ricercatori sono state sorprendenti: mentre le balene hanno trascorso circa 45 milioni di anni a evolversi nella loro specie più grande, la specie di ittiosauro Cymbospondylus youngorum ha trascorso un confronto 3 milioni di anni fa, ha detto alla CNN Lars Schmitz, professore di biologia presso il Dipartimento di Scienze di WM Keck.

Trovate: I ricercatori dell’Università di Southampton hanno concluso ad agosto che si tratta di ossa di un dinosauro finora sconosciuto. Reporter: Marte Nylökken Helseth / Dagbladet TV. Foto: Università di Southampton.
Mostra di più

I ricercatori hanno scritto in comunicato stampa.

Quello che il fossile ci dice è che se le condizioni fossero giuste e ci fosse una certa stabilità nel clima, allora l’evoluzione potrebbe andare a una velocità sorprendente, dice Schmitz.

– sorprendente

– È davvero incredibile. “Non è passato molto tempo da quando sono entrati in acqua per prendere improvvisamente il controllo di dimensioni così enormi”, ha detto Moon dell’Università di Bristol al New York Times.

Un cranio di ittiosauro è stato scoperto nelle montagne del Nevada nel 1998, ma a causa del paesaggio inaccessibile, gli scavi non sono iniziati fino al 2011, ha detto Schmitz al giornale.

READ  Småby è stato raso al suolo da un uragano negli Stati Uniti: - Straziante - VG

Gli scavi sono stati completati nel 2015 e il fossile è stato trasferito al Museo di Storia Naturale di Los Angeles.

Lui stesso è stato coinvolto negli scavi ed è tra i tanti dietro il rapporto di ricerca che è stato recentemente pubblicato sulla rivista di ricerca. Scienza.

Ha detto al New York Times che anche quando metà del massiccio cranio di Cymbospondylus youngorum è stato scavato, la vista è stata travolgente.

Ti fa sentire molto piccolo, dice Schmitz.