Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Scopri i segni dell’attività geologica su Venere

per

La superficie di Venere si sta spezzando e si muove come il ghiaccio che galleggia nell’oceano, probabilmente a causa dell’attività tettonica.

Grande idea

Gran parte della fragile crosta superiore di Venere si rompe quando si contorce e si muove, probabilmente a causa del lento taglio del mantello di Venere sotto la superficie. I miei colleghi ed io siamo giunti a questa conclusione usando Vecchi contratti dati radar Per esplorare come la superficie di Venere interagisce con l’interno del pianeta. metà in uno Pubblicato un nuovo studio i Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze 21. giugno 2021.

Scienziati planetari come me So da molto tempo che Venere ce l’ha Molti terreni tettonici. Alcune di queste formazioni sono lunghe e sottili cinture in cui la crosta si unisce per formare creste o si separa per formare depressioni e solchi. In molte di queste cinture ci sono prove che anche parti della crosta terrestre si sono spostate da un lato all’altro.

Il nostro nuovo studio mostra per la prima volta che queste fasce di creste e depressioni spesso definiscono i confini di regioni piatte e avvallate che a loro volta mostrano una deformazione relativamente piccola: singole masse di crosta venusiana che si muovono, ruotano e scivolano. Con l’altro nel tempo, e probabilmente lo hanno fatto negli ultimi tempi. È un po’ come Le placche tettoniche della Terra Ma su una scala più piccola e più simile Impacco di ghiaccio che galleggia sul mare.

La crosta di Venere si rompe in grandi pezzi che si comportano come cubetti di ghiaccio che galleggiano nell’oceano. Credito: Endlisnis/WikimediaCommons, CC BY

I ricercatori hanno ipotizzato che: mantello terrestre Il mantello di Venere ruota con le correnti quando viene riscaldato dal basso. I miei colleghi ed io abbiamo progettato il movimento lento ma potente del mantello di Venere e abbiamo dimostrato che è abbastanza forte da rompere la crosta superiore in tutti i punti in cui troviamo questi massicci di pianura.

Perchè importa?

Una domanda importante su Venere è se il pianeta ha vulcani attivi e linee di faglia oggi. Fondamentalmente ha le stesse dimensioni, composizione ed età della Terra, quindi perché non è geologicamente viva?

cresta di ghiaccio

Quando i pezzi di ghiaccio si scontrano, il ghiaccio viene spinto verso l’alto per creare creste molto simili a quelle che gli scienziati credono accada su Venere. Credito: Ben Holt e Susan Digby / Wikimedia Commons

Ma nessuna missione su Venere ha finalmente dimostrato che il pianeta sia attivo. Sono prove confuse, ma alla fine prove incomplete Eruzioni vulcaniche si sono verificate in tempi geologici recenti. – Potrebbe iniziare. Lo stato dell’attività tettonica – lo schiacciamento, la fessurazione e il ripiegamento della crosta terrestre – è su un terreno meno solido.

Dimostrare che il motore geologico di Venere è ancora in funzione avrà enormi implicazioni per comprendere la formazione del mantello del pianeta, dove e come possono formarsi i vulcani oggi e come si forma, distrugge e rimpiazza la crosta stessa. Poiché il nostro studio indica che alcuni dei processi crostali della Terra sono geologici, potremmo aver fatto un enorme passo avanti nel capire se Venere è davvero attiva oggi.

bassa massa di venere

La più grande massa di pianura trovata dal team, la figura rosso scuro al centro di questa immagine radar, ha all’incirca le dimensioni dell’Alaska ed è circondata da colline e scogliere che hanno assunto colori più chiari. Credito: Paul K. Byrne/NASA/USGS, CC BY-ND

Quello che ancora non si sa

Non è chiaro quanto siano comuni questi frammenti di corteccia. Finora io e i miei colleghi ne abbiamo trovati 58, ma è sicuramente una stima bassa.

Né sappiamo ancora quando questi crostacei si siano formati per la prima volta, o quando si muovessero su Venere. È importante determinare quando si è verificata la frammentazione e la desquamazione della crosta, soprattutto se gli scienziati planetari vogliono comprendere questo fenomeno in relazione alla recente sospetta attività vulcanica del pianeta. La sua scoperta ci darà importanti informazioni su come le funzioni sulla superficie del pianeta riflettano la confusione geologica lì.

Qual è il prossimo

Questo studio preliminare ha permesso ai miei colleghi e a me di fare la nostra migliore ipotesi su come sono distorte le grandi pianure di Venere, ma abbiamo bisogno di immagini radar ad alta risoluzione e dati topografici per costruire su questo lavoro. Per fortuna è così Esattamente ciò che i ricercatori dovrebbero ottenere Negli anni a venire, la NASA e l’Agenzia spaziale europea hanno recentemente annunciato nuove missioni su Venere alla fine di questo decennio. Varrebbe la pena aspettare per una migliore comprensione del misterioso vicino della Terra.

Scritto da Paul K. Byrne, Professore Associato di Scienze Planetarie, North Carolina State University.

Originariamente inviato in Conversazione.Conversazione

Per ulteriori informazioni su questa ricerca, vedere i segreti geologici di Venere rivelati dalla tettonica della “massa di ghiaccio”.

Riferimento: “Globally Fragmented and Moving Lithium on Venus” di Paul K. Procedure dell’Accademia Nazionale delle Scienze.
DOI: 10.1073/pnas.2025919118

READ  Dobbiamo fare spazio all'innovazione radicale