domenica, Giugno 16, 2024

Shock alimentare: i prezzi aumentano di oltre il 100% in un anno

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "
Preoccupazione: Torsten Dingstad Runholm (23) e Suneva Dingstad Runholm (21) devono bilanciare attentamente il loro budget studentesco per far fronte all’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari. Gli ingredienti sani sono una delle cose a cui dovrebbero prestare attenzione.

Secondo un controllo approfondito dei prezzi effettuato da VG, alcuni degli alimenti che i norvegesi acquistano più spesso nei negozi sono aumentati tra il 50 e il 100% in un anno. – Abbiamo assistito ad un continuo aumento dei prezzi, dice il professore di economia.

Pubblicato:

– Lo abbiamo notato? Sì, naturalmente. Soprattutto a cena.

L’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari non è passato inosservato a Torsten Dingstad Raunholm (23).

Venerdì pomeriggio stava facendo shopping con sua moglie, Suneva Dingstad Ronholm, 21 anni. Sono entrambi studenti con un lavoro part-time e felicemente sposati.

– Adesso siamo in due, quindi è utile dividere le spese, aggiunge Suneva.

– Ma una cena normale a base di pasta, che dovrebbe essere un piatto quotidiano sensato, diventa presto costosa. Dice che solo la pasta di carne costa circa 70 corone norvegesi.

READ  Ciò non significa abbassare il tasso di interesse – E24

– Cosa significa per te l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari?

– Mangiamo meno verdure. La dieta diventa più malsana. È più economico ricorrere agli alimenti ultra-processati invece che a frutta e verdura, afferma Suneva.

Economico: stasera una coppia è arrivata alla pizza surgelata.

Questa settimana VG ha esaminato i prezzi di 77 famosi negozi di alimentari su Rema 1000, Kiwi, Meny, Coop Mega, Extra e il servizio di consegna a domicilio Oda.

I 64 articoli nel carrello sono gli stessi di quando VG ha effettuato una scansione simile nel settembre 2022. Il confronto mostra che Catene a basso costoCatene a basso costoRima 1000, Kiwi, Extra e Oda. In un anno sono diventati dal 13 al 14% più costosi.

Alcuni prodotti si distinguono notevolmente per il forte aumento dei prezzi.

Prezzo di un trio di jumbo: due di loro costano il doppio rispetto all’anno scorso.

I pasti del fine settimana sono più costosi

Se dovessi acquistare pomodori sfusi o una pizza surgelata Peppe’s Pizza Triple Meat, ora dovresti spendere più del doppio di quanto hai speso nello stesso periodo dell’anno scorso.

Allo stesso tempo, il prezzo di un chilo di formaggio giallo norvegese è aumentato di oltre il 60%. Adesso costa 129 NOK!

VERSO IL CIELO: Il prezzo del pranzo al sacco preferito è salito alle stelle.

Se vuoi concederti qualcosa nel fine settimana, dovrai pagare circa 40 NOK per il cioccolato al latte di Freya. Si tratta di 15 corone in più rispetto allo scorso anno, ovvero un aumento dei prezzi del 60%.

READ  Alpi: Alpi di Torino

Il costo dei prodotti menzionati è esattamente lo stesso nelle quattro catene economiche Kiwi, Rema 1000, Extra e Oda.

Qui puoi vedere quali articoli sono aumentati e diminuiti di prezzo maggiormente da settembre dello scorso anno.

Le tabelle utilizzano i prezzi in kiwi, che erano i più economici nell’ultima borsa alimentare di VG.

NHH: Il professore di economia sociale Öystein Voros segue da vicino l’industria alimentare.

– Seguitevi a vicenda da vicino

– Per questi singoli prodotti è ragionevole supporre che l’aumento dei prezzi sia stato molto maggiore di quanto pensiamo abbiano ricevuto dall’aumento dei prezzi di acquisto.

Questo è ciò che dice a VG il professor Øystein Voros della Norwegian School of Economics (NHH).

Aggiunge che quest’anno l’andamento dei prezzi tra le catene a basso prezzo è stato diverso.

– Nel periodo che precede la Pasqua, le catene di discount hanno bruciato soldi ritirandosi. Ciò potrebbe essere stato il risultato di una maggiore attenzione al prezzo da parte dei consumatori. Da Pasqua abbiamo visto i prezzi continuare a salire.

Nella Borsa Alimentare VG 73 dei 77 prezzi nelle catene discount sono esattamente gli stessi. Se includi Oda, i 57 prezzi sono gli stessi.

– È principalmente un’espressione che le catene dei prezzi bassi si susseguono molto strettamente. Foros sostiene che per loro è più dannoso che per i supermercati attirare l’attenzione perché i prezzi non sono sufficientemente bassi.

Risposte: Direttore delle comunicazioni Kiwi, Christine Akvaj Arvin.

I conflitti hanno aumentato i margini

Kiwi spiega l’aumento significativo dei prezzi degli articoli sopra menzionati con il fatto che sono stati venduti a un prezzo promozionale nello stesso periodo dell’anno scorso.

READ  La Banca di Norvegia ha mantenuto il tasso di interesse invariato al 4,5%.

– Nell’agosto di quest’anno non erano in vendita gli stessi prodotti, ma ne avevamo molti altri in vendita, afferma la direttrice della comunicazione Christine Akvaj Arvin.

Sospetta che la catena abbia aumentato i suoi margini.

– anzi. Negli ultimi sei mesi abbiamo ricevuto forti aumenti da parte dei fornitori. Gli aumenti di prezzo che abbiamo ricevuto negli ultimi sei mesi sono superiori agli aumenti di prezzo osservati nei negozi.

Il professor Aakvaag Arvin dell’NHH fornisce la spiegazione corretta per prezzi simili.

– Kiwi lavora ogni giorno per essere il più economico. Oltre a determinare noi stessi i prezzi, seguiamo anche i nostri concorrenti a basso costo. Se troviamo un articolo simile, dello stesso peso o dimensione, ad un prezzo inferiore, riduciamo il prezzo il più rapidamente possibile.

Puoi guardare lo scambio alimentare completo di VG qui:

Pubblicato:

More articles

Latest article