Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Sono ancora arrabbiato

BEITOSTØLEN (VG) C’è stato un dramma dopo lo sprint di Beitostølen dopo che il fenomeno italiano è arrivato secondo. Pål Golberg è caduto in finale e si è lamentato con la giuria. Ma l’appello norvegese è stato respinto.

SINT: Pål Golberg era il favorito per lo sprint in assenza di Johannes Høsflot Klæbo, ma è caduto ed è arrivato quarto.
  • Michal Emil Aserud, VG

  • Camilla Festing, VG

A un minuto e mezzo dall’inizio della finale, Gulberg è caduto e ha rovinato le sue possibilità di vittoria. Richard Gough ha colto l’occasione e ha vinto, mentre l’italiano Simone Musiglione è scoppiato in lacrime, finendo secondo.

Gulberg e la sensazione italiana sono stati chiamati in giuria.

– Mi sento come se fossi sulla seconda corsia, e poi arriva qualcuno e prende la mia corsia. Non potevo fare nient’altro in questa situazione per tenermi in piedi. Sono proibito, dice Gulberg dopo la gara.

Guarda le foto con la giuria.

– La giuria vede che sto cadendo e non sto cadendo io stesso, dice Gulberg.

Non è d’accordo con la giuria.

– Sono ancora arrabbiato. Sono almeno arrabbiato con me stesso per non essere sicuro delle mie capacità e rimanere sul percorso che avevo all’inizio. Penso di poter lottare per la vittoria, dice Gulberg.

– Paul è maledetto dai fulmini, dice l’allenatore sprint della nazionale, Arild Munsen.

Inutilmente, la giuria di Betostolen ha respinto l’appello norvegese.

Decisione sbagliata, dice Pål Golberg del verdetto della giuria.

E non c’è dubbio cosa abbia significato quel posto sul podio per l’italiano, singhiozzando a squarciagola dopo la sua prestazione. Il suo miglior piazzamento in Coppa del Mondo prima di venerdì è stato il 19esimo posto nella gara sprint di Falun nel marzo dello scorso anno.

La lingua svedese era sulla piattaforma, Calle Halfvarsson è tornata – e assicurandosi che non ci siano norvegesi sulla piattaforma.

VINCITORE DELLA FRANCIA: Richard Gough (L) e l’italiano Simone Musiglione in viaggio verso il traguardo venerdì.

Mentre applaudivano e urlavano, Taugbøl ha dovuto lavorare sul suo infortunio da stress.

– Fin dall’inizio, ho sentito un pizzicotto alla coscia sinistra o all’inguine. Quando stavo per sollevarmi dal pavimento, non c’è stata risposta, ha detto a VG e ad altri mezzi di stampa – e dice che non era abituato a stirare gli infortuni come pattinatore.

Håvard Solås Taugbøl ha conquistato il bronzo nella gara di Oberstdorf nel 2021.

Ha concluso decimo nel prologo ed è entrato nel penultimo quarto di finale a Betostolen venerdì. Fu presto evidente che soffriva. Raggiunse la sua coscia. L’entità della lesione alla coscia è sconosciuta. Taugbøl è arrivato a 1 minuto e 31 secondi dal vincitore della manche Ben Ogden.

Ha continuato dicendo che lo sciopero è andato bene.

– Questa è una crisi per la squadra nazionale norvegese, afferma il commentatore NRK Jann Post.

Anche Northug è arrivato 5° in semifinale, chiudendo così la giornata a Bitostoln.

– Oggi non ce l’ho. Ho congelato l’ultima collina. Northog dice a NRK che è stato calpestato.

Klæbo si alzò

Johannes Hosflutt Klæbo ha vinto due Mondiali in questa stagione, venerdì inizialmente non era dovuto a un malore. Si è anche ritirato da due gare a Lillehammer lo scorso fine settimana per un mal di gola.

Uno sprint a Beitostølen in stile classico è importante per la selezione di Planica per la Coppa del Mondo più avanti nella stagione, poiché la gara di Coppa del Mondo è in una gara classica.

Otto dei 12 norvegesi avanzarono dal fronte a Betostolen. Ma Eric Valens ha scelto di ritirarsi prima dei quarti di finale a causa di un mal di gola. Il medico della squadra nazionale Marian Oakland ha dichiarato che non era covid.

Sindre Bjornestad Skar Era molto deluso Dopo che è esploso davanti.

Nota! Il francese Jules Chapa, vincitore del prologo venerdì, è già stato eliminato nei quarti di finale.

ultimo messaggio

Hai consigli o domande a riguardo? Ci piacerebbe sentirti!
  • Christian Arnesen Stromshovd

    La clamorosa vittoria francese e il secondo posto

    Vincerà Richard Goff. Segue l’italiano Simone Mocellini. Quest’ultimo è abbracciato dal suo dispositivo di supporto nell’area di destinazione.

    Pål Golberg ha reagito valorosamente, ma alla fine si è dovuto accontentare del quarto posto. Kali Halvarson era terzo.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Cascate Gulberg!

    Pål Golberg va sulla Terra. Si rimette in piedi, ma finalmente e quasi senza speranza.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    La finale è in corso!

    Pål Golberg è l’unico norvegese in finale.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Goff e Maki sono pronti per la finale

    Nella seconda semifinale, senza i norvegesi, avanzano Richard Gough e Johnny Mackey. Più avanti nel tempo ci sono Calle Halfvarsson e l’italiano Simone Mocellini. Tra i norvegesi, solo Pål Golberg è riuscito a raggiungere la finale.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Gulberg combatte – Northug è fuori

    Un duro primo incontro nelle semifinali maschili, che si è concluso con Lukas Shanavat e Pal Gulberg che si sono qualificati direttamente per la finale, mentre Kali Halvarsson spera che il tempo sia abbastanza buono. Per Even Northug la giornata è finita, con un quinto posto in questa manche.

    – È stato davvero impressionante da parte di Pål Golberg, conclude l’esperto NRK Frederick Auckland.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Poi è arrivato il momento delle semifinali

    E solo due norvegesi ce l’hanno fatta, entrambe nel primo tempo. Sono Pål Golberg e Even Northug.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Arnesen non riesce a salire

    Harald Astrup Arnesen è arrivato quarto nel suo ultimo quarto di finale e quindi non avanza. Il finlandese Johnny Macke e lo svedese Anton Persson guidano le ultime manche.

    Così solo due norvegesi si sono qualificati per le semifinali:

    – È una grande sorpresa, dice il commentatore di NRK Jan Post.

  • Solas Taugbul di Harvard sfonda i quarti di finale della gara

    Sale su una collina familiare, afferra la coscia e si rompe. Il casco di Lars Agnar sarà quinto.

    – Questa è una specie di crisi per la squadra nazionale norvegese, afferma Jan Post di NRK.

    Taugbøl ha portato a casa il bronzo ai Mondiali del 2021 a Oberstdorf ed è una delle maggiori speranze per la nazionale sprint.

  • Sorprende Simone Mussolini dall’Italia – alle semifinali

    Simone Mussolini si è fatta valere nei quarti di finale ed è passata alle semifinali con il francese Richard Jove. L’italiano Mussolini non si era mai qualificato prima dai quarti di finale.

    – Devo onestamente ammettere che non ho sentito molto parlare di lui prima, dice l’esperta NRK Therese Johaug.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Gulberg e Northog sono passati alle semifinali

    Pål Golberg e Even Northug hanno avuto qualche problema nel primo quarto di finale e sono passati in prima e seconda. In tal modo hanno battuto il vincitore del prologo, il francese Jules Chapazz, che attualmente è terzo.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Poi tocca ai ragazzi!

    Nel primo quarto di finale troviamo Pål Golberg e Even Northug. Eric Valnes avrebbe dovuto correre con questo caldo, ma si è ritirato dallo sprint finale a causa di un leggero mal di gola.

  • Eric Valnes si ritira dalle corse

    È arrivato dal fronte, ma non è arrivato ai quarti di finale a Betostolen.

    Soccombe a causa di una bronchite. Eric è libero da un’infezione da coronavirus, afferma il medico della squadra nazionale Marian Oakland.

    Il numero 20 di Valnes era in testa. I primi 30 vanno avanti. Otto norvegesi sono passati, ma ora ce ne saranno sette ai quarti di finale.

  • Christian Arnesen Stromshovd

    Abbandonare il bagno dopo il fiasco: – assolutamente folle

    Uscita: Sindre Bjørnestad Skar non si è mosso dal fronte. immagine: Terry Pedersen

    BETOSTOLEN (VG) Il francese Jules Chapazz (23), che finora ha ottenuto solo uno sprint tra i primi dieci nella sua carriera, ha fatto un giro all’interno degli sfidanti ed è stato il migliore di sempre in testa alla gara a Betostolen.

    Subito dietro di lui, seguirono il finlandese Nello Moylanen e l’italiano Simone Mussolini.

    Mentre venerdì mattina c’era la gioia francese a Betostolen, si stava facendo buio per la squadra nazionale di sprint Sindre Bjørnestad Skar. N. 34 e dritto.

    – Sono passati molti anni dall’ultima volta, quasi dieci anni da quando ho lasciato il prologo. Scar dice che è molto difficile.

    VG chiede cosa pensa che l’allenatore della squadra sprint Arild Monsen stia pensando alla sua prestazione, dal momento che la gara di venerdì è una gara di selezione per la Coppa del Mondo.

    – Per ora, me la prendo con calma e faccio proprio questo, dice Scar e continua:

    – È molto deludente non poter venire qui oggi. Cerco di guardare avanti un giorno, non tre mesi. Quello che peggiorerà ora è che sarà difficile andare al Tour de Ski. È più difficile e questo era il mio obiettivo principale nella prima parte della stagione di quest’anno.

    Il migliore dei norvegesi è stato il leader assoluto della Coppa del Mondo, Pål Golberg, al sesto posto.

    Un totale di otto concorrenti norvegesi hanno raggiunto i quarti di finale, che iniziano alle 12.30, e sono: Havard Solus Taugböll (10° posto), Even Northog (13° posto), Lars Agnar Helmesth (16° posto), Erik Valnes (20° posto) e Harald Astrup Arnesen (21°), Amund Hoel (23°) e Simen Ramstad (24°).

    Oltre a Skar, c’era anche Pål Trøan Aune.

  • Top ten svedesi

    Poromaa ed Eric Rosjö sono rispettivamente quinto e ottavo. Altrimenti, sono solo colori norvegesi.

  • Gulberg vince!

    Con la maglia gialla del leader! Che dimostrazione di forza mentre decide a 500 metri dal traguardo. Asilo numero due e Ninjagate terzo! Quattro tunisini.

  • Gulberg davanti ora! Solo Buruma che è attaccato ai norvegesi.

  • Krüger, Golberg, Røthe e Iversen sono davanti. Anche Buruma ci sta bene.

  • Musgrave ha finito. Caduto.

  • Iverson prende il comando!

    Che risposta a un’accusa potrebbe essere questa! Emil Iverson sembra forte!

  • Golberg sembra molto forte qui. Si mette completamente dietro agli svedesi nella discesa finale!