venerdì, Giugno 21, 2024

Sorprendentemente, nelle urine degli uomini danesi sono state trovate grandi quantità di sostanze che alterano gli ormoni

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Un ricercatore danese afferma che l’effetto di molte diverse sostanze che alterano gli ormoni pone un rischio di cancro ai testicoli e una ridotta qualità dello sperma.

a romano romano

Sostanze che alterano gli ormoni come BPA e ftalati si trovano, tra le altre cose, nella plastica. (Foto: persiane)

La qualità dello sperma negli uomini nel mondo occidentale è peggiorata negli ultimi 40 anni e i ricercatori si sono chiesti perché è così. Allo stesso tempo, è aumentata l’incidenza di anomalie del pene, tumori della mammella e dei testicoli.

Sebbene non sia possibile dire con certezza il motivo per cui si temeva che le sostanze che alterano gli ormoni fossero un fattore determinante, un gruppo di ricercatori principalmente danesi sta ora presentando una ricerca che potrebbe rafforzare questa ipotesi.

https://videnskab.dk/krop-sundhed/forbloeffende-maengder-hormonforstyrrende-stoffer-fundet-i-danske-maends-urin

In uno studio su uomini danesi di età compresa tra i 18 ei 30 anni, hanno trovato quantità di sostanze che alterano gli ormoni in tutti i campioni. La quantità di interferenti ormonali ha superato il livello accettabile stabilito. Non è stato solo un piccolo sovraccarico.

L’esposizione minima è stata di 2,7 volte, mentre la più esposta è stata di 103 volte, si legge dal sondaggio ripubblicato sull’International Journal of Environment.

In precedenza abbiamo scritto su Steigan.no di ricercatori danesi che “Slår sæd-alarm om Paracet”.

Qui, viene citato un comunicato stampa di Danske Rigshospitalet che avverte di risultati inquietanti e il leader della ricerca David Møbjerg Kristensen dice agli uomini di pensare attentamente e di usare il paracetamolo con moderazione, poiché grandi quantità influenzano gli spermatozoi.

Questo studio danese segue una precedente ricerca britannica e supporta i risultati ivi presentati. Ricercatori britannici hanno scoperto, dopo aver testato varie sostanze che alterano gli ormoni nelle urine, che queste sostanze hanno un effetto pronunciato sulla qualità dello sperma.

READ  "Dammi una seconda possibilità!" Cries CD riscrivibile monouso di un album di Papa Roach

La novità dell’indagine danese è che non si guarda solo a ciascuna sostanza individualmente e si valuta se è al di sotto del valore impostato, ma si osserva la valutazione del rischio per la somma di tutte le sostanze che alterano gli ormoni. In questo modo, hanno elaborato una valutazione completa del rischio.

I ricercatori ritengono che questo potrebbe essere parte della spiegazione del motivo per cui stiamo assistendo a un aumento delle malattie legate alle interruzioni ormonali nella popolazione, nonché a un calo della fertilità.

Se come società sperimentiamo una riduzione del 5% della qualità dello sperma a causa di queste sostanze che alterano gli ormoni, il risultato a lungo termine in un’intera popolazione, con altre cause di scarsa qualità dello sperma, è probabilmente la necessità di un trattamento per la fertilità. un vantaggio.

Il bisfenolo A (BPA), in particolare, è considerato il rischio maggiore in questa indagine.

In Norvegia, abbiamo regole per l’uso del BPA, ad esempio vietato nei biberon e nei capezzoli. In Norvegia, il valore limite per il bisfenolo A nella plastica utilizzata per gli imballaggi alimentari è di 0,6 mg/kg (equivalenti a 600 mcg/kg).

I ricercatori danesi ritengono che dovrebbero essere condotte indagini sulle sostanze che alterano gli ormoni nelle donne in gravidanza per poter verificare se queste sostanze siano state trasmesse al bambino e quindi seguire questi bambini in futuro con indagini.

Le sostanze che alterano gli ormoni sono così difficili da evitare nella società odierna, sono utilizzate in tutto, dalla plastica, agli antidolorifici e agli alimenti normali. Presente anche nei materiali da costruzione, il filtro UV B3 si trova nella crema solare, nella vernice e in altre cose che devono resistere ai raggi del sole, quindi siamo in costante contatto con esso.

READ  Distruzione di locali tecnici e attrezzature NRK: - Danni gravi
lotta per le scorte

È difficile dire qualcosa sull’effetto a lungo termine di questo, ma i ricercatori a Rigshospitalet Clinica di riproduzione e crescita in Danimarca vuoi fare questo. Il professor Anders Gull, che è il capo della clinica, afferma che lui e i suoi colleghi sospettano una chiara relazione tra l’insorgenza di interferenti ormonali e lo sviluppo di varie malformazioni degli organi riproduttivi nei ragazzi, pubertà precoce nelle ragazze oltre alla scarsa qualità dello sperma e bassi livelli di testosterone negli uomini.

Il principale sito scientifico in Danimarca; Vitenskap.dk ha raccolto diversi articoli sotto il titolo Distruttori ormonali, di cui puoi leggere di più qui, se sei interessato.

https://videnskab.dk/topic/hormonforstyrrende-stoffer

CampagnaSupportaci

More articles

Latest article