Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Speciale sette cilindri Lamborghini

La ricerca più lontana al mondo, il trasferimento di organi più veloce al mondo e una certificazione ambientale norvegese. Ecco sette cilindri Lamborghini molto speciali.

Il Bull italiano probabilmente non deterrà il record per la maggior parte dei modelli, perché Lamborghini si accontenta di tre auto principali: Urus, Aventador e Huracán.

Ma come sai, c’è molto da scegliere, l’Aventador offre quattro modelli e cinque Huracán, quindi in totale si tratta di 10 auto completamente diverse e delle edizioni speciali.

Si tratta quindi più di qualità che di quantità per il marchio di auto sportive appartenente al grande gruppo Volkswagen, non ultime le sue linee esterne estreme e prestazioni ai massimi livelli.

Ha anche portato ad alcuni dischi molto speciali negli ultimi anni, ed ecco dove ne ottieni sette.

Il caso è ancora sotto Ad

1. Performance sulla strada giusta

Automobili Lamborghini è l’unica casa automobilistica ad aver vinto per tre volte consecutive la 24 Ore di Daytona nella classe GTD.

Lamborghini ha ottenuto grandi successi nei prestigiosi campionati internazionali dedicati alle vetture GT3, come testimoniano i risultati degli ultimi anni alla gara di Daytona.

Il feroce toro è salito in vetta nel 2018, 2019 e 2020, l’unico marchio ad aver vinto la prestigiosa gara di resistenza americana nella classe GT3 per tre anni consecutivi.

Inoltre, Lamborghini è orgogliosa di essere l’unico produttore ad aver ottenuto due vittorie consecutive, nel 2018 e nel 2019, sia alla 24 Ore di Daytona che alla 12 Ore di Sebring, due gare che compongono la mitica “36 Ore della Florida”.

2. Prestazioni con lo snowboard

C’è un record di velocità per la guida in motoslitta e ha una Lambo.

Nel marzo 2021, con una velocità massima di 298 km/h e una velocità media da partenza stabile di 114 km/h sopra i 1000 metri, la Lamborghini Urus ha stabilito il record di velocità sul ghiaccio sul lago Baikal in Siberia.

Questo è successo durante un festival chiamato “Days of Speed”, e il record è stato successivamente approvato dalla RAF (Federazione Russa dell’Automobile) e riconosciuto dalla Fédération Internationale de l’Automobile.

READ  Angelina Jolie diventa virale con il suo primo post su Instagram - VG

Secondo l’autista, il SUV modello Urus, guidato da Andrei Leontsjev, che ha 18 record di neve, si è comportato molto bene anche alle massime velocità sul ghiaccio. E sì, le forti raffiche di vento hanno reso tutto ancora più difficile.

3. Design: la ruota SUV più grande del mondo

Lamborghini ha seguito le orme dei suoi partner Porsche e Bentley quando hanno presentato un super SUV nel 2017. Porsche ha introdotto il suo primo SUV ad alte prestazioni chiamato Cayenne nel 2002, mentre Bentley ha presentato il Bentayga alla fine del 2015.

Tutti questi hanno versioni che raggiungono facilmente i 600 CV e sono chiaramente tra i modelli SUV d’élite disponibili.

Per l’Urus, era importante mantenere uno stile da auto sportiva pura e, per renderlo così intimidatorio, Lamborghini ha creato dei cerchi davvero rumorosi.

Le versioni standard non sono male, “solo” 21 pollici, ma non si fermano qui. Gli italiani hanno anche forgiato i peggiori 22 pollici e circa 23 pollici come mostrato sopra.

Nessuno nel mercato dei SUV aveva ancora tirato i cerchi, quindi hanno rifatto la lista.

4. Prestazioni: il trasferimento dei membri più veloce

Siamo su dischi che nessuno avrebbe mai pensato prima, ma è piuttosto bello. E non meno importante. molto importante.

Il trasferimento di organi richiede spesso secondi e minuti e, fortunatamente, anche la polizia di Padova, non lontano da Venezia, nel nord-est dell’Italia, lo ha capito. Hanno dovuto portare dei reni fino all’ospedale universitario di Roma, sulla costa occidentale, quasi al centro del paese preparatorio.

Fortunatamente per loro e per il destinatario, avevano gli strumenti giusti per il lavoro, una Lamborghini Huracan in uniforme.

Hanno acceso le luci blu e ovviamente hanno premuto l’acceleratore fino in fondo, per poco più di due ore dopo aver iniziato. La distanza è più vicina alla guida di Oslo-Trondheim, più esattamente 492 chilometri.

Questo ha dato una media enorme di 233 km/h, il che è piuttosto sorprendente perché il tratto di solito dura più di 5 ore.

La Huracán Polizia, che dal 2017 fa parte della flotta della Polizia Stradale Italiana, è adibita al pattugliamento, al soccorso e al trasporto sanitario.

READ  cultura, spettacolo, concerto | Grande successo per le feste della pipa a Hønefoss

La vettura è verniciata nel colore ufficiale (Medium Blue Police) con finiture bianche e la linea si adatta al design dinamico della supersportiva. Il tutto è completato da una striscia a tre colori che corre lungo i lati del veicolo.

Il compito principale della Huracán Polizia è l’assistenza medica. A tal fine, il bagagliaio anteriore contiene apparecchiature di refrigerazione speciali per il trasporto urgente di organi per il trapianto. Per le chiamate di emergenza con l’uomo, il dispositivo include anche un defibrillatore.

5. Tecnologia: prima con Alexa

Una delle novità delle auto moderne di oggi è che ora vengono fornite con i propri assistenti in grado di impartire loro comandi vocali.

Mentre il nome di Apple è Siri e Google si chiama solo Assistant, Amazon ha chiamato il proprio piccolo assistente per Alexa.

All’inizio del 2021, Lamborghini è diventata la prima casa automobilistica a integrare Alexa, offrendo all’assistente un controllo completo all’interno dell’auto.

L’integrazione di Alexa si aggiunge ad Apple CarPlay, Android Auto e Web Radio sui modelli Huracán MY21, che includono anche un’alternativa chiamata Smartphone Interface e Connected Services.

Nella Huracán EVO, il conducente può regolare funzioni come il climatizzatore, l’illuminazione ambientale e il riscaldamento dei sedili, nonché la navigazione, le telefonate e l’intrattenimento con un semplice comando “Alexa”. Ciò consente al conducente di concentrarsi sulla strada.

Alexa è anche integrato nel sistema Lamborghini Integrated Vehicle Dynamics (LDVI) della Huracán EVO a quattro ruote motrici. Un semplice comando vocale fornisce un feedback in tempo reale sulle dinamiche di guida del veicolo tramite il display LIS, come il torque vectoring, il Lamborghini Dynamic Steering (LDS) e il controllo della trazione.

La funzione Alexa ti consente anche di connetterti con altri dispositivi abilitati Alexa.

Ambiente: il primo marchio automobilistico con la certificazione CO2 norvegese

Come ho detto, Lamborghini fa parte del grande gruppo Volkswagen e i marchi automobilistici si concentrano fortemente su emissioni di carbonio, impronta di carbonio e sostenibilità.

Né è lontano un marchio sinonimo di enormi motori V12, e Lamborghini sta perseguendo una strategia di sostenibilità ambientale con un programma chiamato “Direzione Cor Tauri”.

READ  Il capo del MGP crede nella vittoria di Malta Malta

È un approccio globale che comprende non solo le auto, ma anche il territorio di Sant’Agata Bolognese, le linee di produzione e gli uffici. E queste non sono sciocchezze.

La superficie totale dell’area di produzione è di 160.000 metri quadrati e nel 2015 l’intero stabilimento ha ottenuto il cosiddetto certificato DNV per essere CO2 neutral. L’acronimo sta per Det Norske Veritas, quindi furono loro a sigillare l’impianto a emissioni zero.

Da allora, hanno mantenuto la certificazione nonostante la produzione sia raddoppiata negli ultimi anni, e ora si stanno concentrando anche su auto più elettrificate.

“Direzione Cor Tauri” afferma anche che Lamborghini porterà il suo primo ibrido di serie nel 2023 ed entro la fine del 2024 l’intera serie sarà elettrificata. Nella seconda metà degli anni ’20 il focus sarà sui veicoli puramente elettrici, con in programma anche un quarto modello completamente elettrico.

7. Fuori dal mondo: la prima fabbrica di automobili nello spazio

Chi produce ricambi per auto in aree remote? Una domanda difficile a cui rispondere, se all’epoca non fosse stato per Lamborghini.

Essendo il primo produttore di automobili al mondo, stanno ricercando materiali in fibra di carbonio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Quindi creano parti dallo spazio.

Nel 2019, Northrop Grumman ha lanciato un razzo Antares e la missione di questo volo era trasportare campioni di materiali compositi prodotti da Lamborghini alla Stazione Spaziale Internazionale.

Qui, le menti sagge analizzeranno la risposta a cinque diversi materiali compositi prodotti da Lamborghini alla luce degli intensi carichi generati dall’ambiente spaziale.

L’obiettivo è sviluppare nuove applicazioni sia per le auto prodotte da Lamborghini sia per l’uso in campo medico, quindi è sicuro dire che l’italiano Bull sta prendendo molto sul serio il compito di sviluppare le future supercar.

In effetti, possiamo giustamente dire che Lamborghini fa auto di un altro mondo!

Leggi anche: