Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Statkraft, risultato | Statkraft produce materie prime a prezzi dell’elettricità

Sono i prezzi molto alti dell’elettricità che fanno guadagnare a Statkraft. La controparte è che le case e le aziende stanno ricevendo bollette elettriche record.

Il prezzo medio per il sistema nordico nei primi tre mesi dell’anno è stato di 109 €/MWh, rispetto a 42 €/MWh nello stesso trimestre del 2021. Convertito in kWh, ciò significa che 1 kWh costa poco più di 1,10 NOK nel primi tre mesi dell’anno rispetto a NOK 43 nel primo trimestre dello scorso anno. Ma questo è il prezzo per i professionisti.

Il prezzo che le famiglie e le imprese del Sud devono pagare è molto più alto. Nel sud della Norvegia, il prezzo di un kilowattora ha superato le 2 corone quest’inverno.

Leggi anche: Avverte di severi requisiti per il settore elettrico: – Molte persone pagano più di quanto pagano

più del doppio

L’aumento dei prezzi dell’elettricità significa che le entrate totali di Statkraft sono aumentate da 18,1 miliardi di NOK nel primo trimestre del 2021 a 41,8 miliardi di NOK nello stesso periodo di quest’anno. L’utile dopo le tasse è passato da 4,8 miliardi di NOK a un record di 11,4 miliardi di NOK.

Secondo l’annuncio della borsa di mercoledì, il miglioramento è stato guidato da un aumento significativo dei prezzi dell’energia nei paesi nordici.

L’utile operativo principale nei primi tre mesi dell’anno è stato di 18 miliardi di NOK, con un aumento di 10,7 miliardi di NOK rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Per tutti i volumi di risultato significativi, è più del doppio rispetto al primo trimestre del 2021.

READ  Spiega perché i paradisi fiscali sono così dannosi - E24

Leggi anche: Gli svedesi guadagnano molto con i clienti di elettricità nel sud della Norvegia: – Mi ha sorpreso quando ho calcolato i numeri

La situazione del mercato è tesa

– Statkraft ha ottenuto un ottimo risultato nel primo trimestre, trainato dall’aumento dei prezzi dell’energia nordica e dal forte contributo delle nostre attività di mercato. L’invasione russa dell’Ucraina ha portato a tragedie umane e incertezza sull’accesso all’energia.

La guerra ha anche influito sulla già rigida situazione del mercato e ha portato a una maggiore incertezza e volatilità. I prezzi elevati dell’energia richiedono molto dai consumatori, afferma il CEO Christian Renning Tonsen di Statkraft nell’annuncio della borsa.

Il capo di Statkraft ritiene che ora sia urgente ridurre la dipendenza dell’Europa dall’energia russa. Le crescenti sfide climatiche richiedono un ritmo più elevato di investimenti nelle energie rinnovabili.

Leggi anche: Riporta miliardi di potere alle persone

bassa produzione

La produzione totale di energia nel primo trimestre è stata di 18,5 TWh – 18,5 miliardi di kWh – ovvero 2,1 TWh in meno rispetto al primo trimestre dello scorso anno. Secondo Statkraft, il calo è dovuto principalmente all’energia idroelettrica norvegese e all’energia del gas tedesca. Ma verso la fine del trimestre la produzione di energia, soprattutto nella Norvegia meridionale, è aumentata.

Statkraft darà ora la massima priorità al reinvestimento nel portafoglio idroelettrico nordico. Sono in corso importanti progetti di riabilitazione. Secondo la società, il reinvestimento annuale di 2 miliardi di NOK garantirà una produzione energetica affidabile per molti anni a venire.