Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Summit degli economisti e gli ultimi dati del settore – E24

Banchieri centrali e ministri delle finanze si incontrano per discutere poiché ci sono segni di recessione negli Stati Uniti.

Il Fondo Monetario Internazionale e la Banca Mondiale terranno la loro riunione di primavera questa settimana.
Inserito:

Molte persone pensano che questa sia una settimana per la banca centrale, afferma Thomas Itzen, analista senior di SEB.

Lunedì inizieranno le riunioni di primavera del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale. Questo riunisce i governatori delle banche centrali di tutto il mondo, insieme a ministri delle finanze, alti burocrati e alcuni dei principali economisti del mondo.

– È tutta la banda, in un modo o nell’altro, che parlerà. Itzen afferma che i membri del Comitato di politica monetaria della Banca centrale europea, della Banca d’Inghilterra e della Federal Reserve terranno discorsi e ci saranno fughe di notizie.

Martedì anche il Fondo monetario internazionale presenterà il suo rapporto sulle prospettive economiche. Qui riferiscono sulla situazione dell’economia e forniscono stime per un’ulteriore crescita.

La relazione è un lavoro molto completo, ma non è un lavoro pionieristico. Poiché è così completo, di solito è un mese o due indietro rispetto ai punti di discussione del mercato. Itzen dice che è ancora un ottimo riassunto fatto da persone intelligenti.

Thomas Itzen, capo analista di SEB, indica gli ultimi numeri del settore nella prossima settimana.

Ci sono molti punti dati in arrivo questa settimana. Pertanto, la storia generale di questa settimana è l’economia reale contro l’economia della banca centrale.

L’economia reale è la produzione e il consumo di beni e servizi fisici, mentre l’economia finanziaria che le banche centrali influenzano riguarda più la determinazione del valore di questi beni e servizi, secondo Itzen.

READ  Le azioni di Oslo sono diminuite del 2% dopo un forte calo della borsa di Hong Kong

Abbiamo fondamentalmente vissuto sulla nostra convinzione che il mondo finanzi e valorizzi i titoli. Poi si scopre che il mondo è prima di tutto materiale. Itzen dice che le banche centrali non possono fare molto con questo mondo.

L’industria può deludere

Dall’economia reale, ci saranno diversi rapporti trimestrali recenti nella prossima settimana.

Ci sono aziende di consumo come Netflix, American Express e Johnson & Johnson, insieme a banche come Bank of America. L’economista SEB dice che sarà importante vedere come andrà.

Secondo Eitzen, al momento gli analisti si aspettano profitti abbastanza elevati per la maggior parte delle aziende.

– Sono scettico. Posso immaginare che non raggiungano il massimo che gli analisti si aspettano, ma gli investitori pensano che sia positivo. Ritengo che l’investitore non creda pienamente negli analisti. Itzen afferma che è improbabile che le aziende siano in grado di trasferire tutti i costi sui consumatori nello stesso momento in cui vendono tanti beni come prima.

Tuttavia, non è chiaro se gli effetti inflazionistici si manifesteranno nei numeri del primo trimestre, in arrivo questa settimana, o se si debba aspettare fino al secondo trimestre.

– Oltre ai numeri trimestrali, gli indicatori descrittivi sono in fila per la settimana, afferma Eitzen, e si riferiscono ai PMI per Europa e Stati Uniti, che escono venerdì.

Lo spettro dell’inflazione può seguire una stagnazione

Negli ultimi due anni, gli economisti sono stati sempre più preoccupati per l’inflazione persistentemente elevata. Itzen ora sottolinea che la conversazione è diventata se può finire con la deflazione, cioè che i prezzi di beni e servizi scendono anziché aumentare.

READ  Il debito dell'Italia è il problema più grande dell'Europa - E24

– Osservo da vicino il mercato per le opzioni sull’inflazione, ovvero l’assicurazione contro l’inflazione. Vi è ora un livello record di incertezza sull’inflazione. Questo può significare che pensi che andrà più in alto o molto più velocemente. “Penso che l’incertezza sarà importante”, afferma l’analista senior di SEB.

Allo stesso modo in cui l’inflazione tende a manifestarsi in periodi di boom, la deflazione tende ad accompagnare gli acquisti in periodi di deflazione.

L ‘”indice infallibile”, una pendenza invertita dei tassi di interesse, dice che ci sarà una recessione negli Stati Uniti. Mi meraviglio persino della mancanza di tensione nel mercato azionario quando tutti gli altri mercati sono così nervosi. Quindi, vale la pena guardare gli utili aziendali di questa settimana. Se le aziende fornissero numeri più deboli di quanto il mercato si aspetta, sarebbe interessante, afferma Itzen.

Risultati trimestrali di Tesla

Un’azienda che molti seguiranno la prossima settimana è Tesla. Riportano i risultati del primo trimestre mercoledì.

Il produttore di auto elettriche ha annunciato all’inizio di aprile di aver consegnato un record di 310.000 veicoli nei primi tre mesi del 2022. C’erano circa 2.000 auto in più rispetto all’ultimo trimestre dello scorso anno e più di 125.000 nel primo trimestre del 2021.

Elon Musk ha confermato nell’aggiornamento che la consegna record è avvenuta nonostante una crisi di approvvigionamento globale e la chiusura delle fabbriche.

Leggi anche

Tesla ha consegnato un numero record di auto nei primi tre mesi dell’anno