Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Tartarughe e delfini morti si lavano a terra dopo che una nave è affondata al largo dello Sri Lanka

Gli ecologi ritengono che gli animali morti possano essere direttamente collegati all’incendio scoppiato sulla X-Press Pearl da Singapore, che ha bruciato per 12 giorni. Sono passati solo pochi giorni dallo scoppio dell’incendio il 20 maggio prima che gli animali morti iniziassero a spostarsi verso terra.

Le tartarughe hanno ferite al cranio e alla gola. Molti ora temono una catastrofe per la fauna marina. Cinque laboratori sono coinvolti nelle indagini sulle carcasse di animali, oltre allo stato che conduce le proprie indagini, secondo un funzionario anonimo.

“Attualmente, possiamo dire che gli animali sono morti per due motivi diversi: uno per ustioni dovute allo sviluppo di calore e l’altro per sostanze chimiche”, afferma Anil Jasinghe del Ministero dell’Ambiente dello Sri Lanka. Non ha fornito una causa specifica di morte, ma ha indicato che le analisi erano ancora in corso.

Un documento di spedizione ottenuto dall’Associated Press mostra merci pericolose in 81 dei 1.500 container a bordo. La Marina dello Sri Lanka ritiene che l’incendio sia stato causato da sostanze chimiche nella spedizione. La maggior parte dei materiali è andata distrutta nell’incendio, ma la combustione della fibra di vetro e del piombo plastico della spedizione ha portato a un grave inquinamento in mare e lungo le spiagge.

Lo Sri Lanka prevede di chiedere i danni ai proprietari della nave e ha presentato una richiesta di risarcimento iniziale di 40 milioni di dollari, poco meno di 350 milioni di corone.

READ  Recensione: Tom Egeland, "The Silver Coins" - La meravigliosa soluzione del ragionamento di Gesù