Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Thon-top avrà lo stesso modello di supporto di alimentazione dello speciale – E24

Il governo sta attualmente lavorando sui sussidi per l’elettricità alle imprese. Una delle più grandi catene alberghiere della Norvegia ritiene che la maggior parte delle persone e l’industria del turismo dovrebbero ricevere lo stesso tipo di supporto.

Aspetta: Morten Thorvaldsen, CEO di Thon Hotels, attende chiarimenti sui sussidi per l’elettricità per l’industria del turismo.
Inserito:

Gli alti prezzi dell’elettricità nel sud e nell’ovest hanno frustrato a lungo gli imprenditori. La pressione sul governo per fornire sussidi per l’elettricità alle imprese è aumentata e nell’ultima volta è diventato chiaro che il governo si sta arrendendo.

Ma come saranno i sussidi per l’elettricità alle imprese e quando arriveranno è incerto.

Paal Otto Hennig-Olsen, presidente di Hennig-Olsen Is, ritiene che i sussidi governativi per l’elettricità alle imprese dovrebbero mirare principalmente a compensare le grandi differenze di prezzo nel paese.

È quasi “libero” a nord della sua nascita e lontano a nord, e i prezzi sono alti nel sud e nell’ovest. Dice che i diversi prezzi nel paese distorcono la concorrenza e sono insostenibili nel tempo.

Pal Otto Henning Olsen sull’isola di Henning Olsen.

La fabbrica di gelati Hennig-Olsen si trova a Kristiansand, il luogo con i prezzi dell’elettricità più alti del paese di recente.

Giovedì, l’elettricità a Kristiansand costa 582 volte di più di Tromsø e 1,4 volte di più di Oslo.

– In confronto, il prezzo del gelato a Krone è lo stesso a Kirkenes ea Kristiansand. Lo stesso vale per gli interessi o la benzina per quella materia.

In linea di principio, ritiene che le aziende non dovrebbero ricevere sussidi per l’elettricità dal governo, a meno che non si verifichino circostanze molto particolari.

READ  Joe & The Juice ha avuto il suo peggior anno in Norvegia lo scorso anno: ora ha perso più di 109 milioni di corone negli ultimi sei anni
Fare il gelato richiede molta elettricità.

Leggi anche

Qui forniscono supporto elettrico per le imprese

Aspettatevi un forte sostegno al turismo

Il CEO della catena Thon Hotels, Morten Thorvaldsen, ritiene che il supporto elettrico per l’attività sia atteso da tempo.

– Ci aspettiamo che il governo sostenga l’elettricità per l’industria del turismo. Lo abbiamo richiesto fintanto che la corrente è stata com’è ora, dice.

Prevede un sussidio elettrico simile al sistema privato. Ciò significa che le aziende dovrebbero coprire tra il 50 e il 70 percento dei costi oltre a quanto consueto.

Thun Summit dice che è difficile gestire hotel e turismo quando i prezzi dell’elettricità sono così alti.

– Abbiamo bisogno di acqua calda, riscaldamento dei luoghi pubblici e sistemi di ventilazione. Perché le nostre operazioni funzionino, ci deve essere riposo, e per il riposo abbiamo bisogno di elettricità, dice.

Thorvaldsen non ha dubbi sul fatto che i prezzi dell’elettricità influiscano sui profitti.

La linea di fondo nel settore del turismo non è così grande. I giovani giocatori lotteranno di più.

Leggi anche

LO prima della riunione dell’autorità: solo le aziende serie dovrebbero essere supportate

Ikea ad un prezzo ragionevole

Per una gelateria tradizionale, l’aumento delle tariffe elettriche è un costo aggiuntivo significativo.

Per produrre il ghiaccio, hanno prima bisogno di elettricità per il processo di produzione, che include, tra le altre cose, lo scioglimento. Quindi ci vuole molta elettricità per congelarlo e trasformarlo in ghiaccio e mantenerlo freddo.

Per compensare l’aumento dei costi dell’elettricità, l’azienda ha ritenuto necessario aumentare i prezzi dei suoi prodotti. Inoltre, hanno intrapreso un progetto per l’installazione di pannelli solari.

READ  In arrivo sette nuove auto elettriche

Tuttavia, il manager di Hennig-Olsen non crede che saranno in grado di coprire l’aumento dei costi con l’aumento dei prezzi.

Nel lungo periodo, se i prezzi dell’elettricità continuano a variare, è probabile che i concorrenti che producono gelati in altre parti del Paese avranno prodotti più economici e quindi un vantaggio competitivo.

“Se ci sono grandi differenze permanenti, avremo un prezzo diverso rispetto ai nostri concorrenti”, afferma.

L’E24 è stato anche in contatto con diversi grandi gruppi che utilizzano molta elettricità, su come dovrebbe essere il regime di sostegno. Il gigante della drogheria Orkla e la catena alberghiera Nordic Choice a Stordalen non vogliono commentare i sussidi per l’elettricità.

IKEA inoltre non vuole fare una dichiarazione che vada oltre ciò che crea l’NHO. Ma il direttore delle comunicazioni di IKEA Retail Norge, Siv E. Egger Westin, afferma che le operazioni sono influenzate dall’aumento dei prezzi dell’elettricità.

– Monitoriamo costantemente e agiamo per ridurre il consumo di elettricità e trovare i migliori accordi possibili, stipulando tra l’altro un contratto a tariffa fissa in un momento in cui il prezzo dell’elettricità era molto più basso di quello attuale. Inoltre, abbiamo installato un pannello solare sul tetto dell’IKEA Slependen e ci ha già consentito di risparmiare sul consumo di elettricità, ha scritto Egger Westin in una e-mail a E24.