Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Timon Hogan, che divenne il “salvatore della Norvegia”, nota la differenza tra le frizioni: – Un po' meno clamore

Timon Hogan, che divenne il “salvatore della Norvegia”, nota la differenza tra le frizioni: – Un po' meno clamore

Timon Hogan (27) ritiene che la squadra nazionale alpina sia stata più tranquilla in questa stagione.

Oppdalingen si è assicurato la prima vittoria della Norvegia tra gli uomini in questa stagione vincendo la sua prima gara di Coppa del Mondo nella finale di slalom a Saalbach.

La vittoria era molto lontana per lui e per la squadra nazionale, che avrebbe dovuto trascorrere un intero inverno senza che la Norvegia vincesse la Coppa del Mondo per la prima volta dal 1988.

READ  Il giorno della crisi norvegese sulla pista da slalom: - Un disastro totale

Il primo podio di Hogan ha “salvato” la nazionale maschile norvegese. Dopo il traguardo, i compagni di squadra Atlee-Lee McGrath e Alexander Steen Olsen hanno sollevato il 27enne su una sedia dorata.

“Senza di loro, non sarei mai salito sul gradino più alto del podio”, dice Hogan a VG.

Sopra: …per la prima volta. Timon Hogan è stato allevato da Atlee Lee McGrath e Alexander Sten Olsen. Foto: Patrick Steiner/Jeba Images

Mette in risalto i suoi compagni di squadra e la loro unità nella ricetta per la vittoria e dà loro molto merito.

-Passiamo dei momenti assolutamente irreali insieme. Ci spingiamo a vicenda in ogni sessione di allenamento. L'allenamento sembra quasi una gara e tutti vogliono correre più veloci. Se avessi pedalato da solo in ogni sessione di allenamento, non sarei lo scalatore alpino che sono oggi.

Lo spirito di squadra si è dimostrato forte dopo la finale di slalom di domenica. Sia McGrath che Sten Olsen si sono commossi fino alle lacrime.

“Non c'è dubbio che ho compagni di squadra che significano tutto”, afferma Hogan.

Lucas Clutches faceva parte Squadra tecnica nazionale Ultima stagione. Ha ottenuto sette podi e ha vinto il trofeo dello slalom lo scorso anno, ma ha scelto di ritirarsi prima di questa stagione. Recentemente è diventato chiaro che tornerà in Brasile.

– Com'è andata la stagione con la Nazionale senza frizioni?

-Ha davvero alzato il livello quando era lì. Direi che quest'anno è stato più tranquillo. Quelli di noi che hanno viaggiato con la squadra quest'anno si sono divertiti molto. C'era un'ottima atmosfera”, dice Hogan.

READ  LIGUE 1, l'obiettivo | Berg ha esordito in Ligue 1 quando il Lens ha segnato una vittoria nel finale

– In che senso era “più tranquillo”?

– Stanno succedendo molte cose intorno a Lucas che potrebbero influenzarci, nel bene e nel male. Direi che intorno a noi c'era un po' meno fermento.

Prima che Brathen si unisse alla squadra nazionale, lo specialista dello slalom aveva dovuto affrontare una lunga battaglia con la Federazione sciistica norvegese per i diritti di marketing.

L'anno scorso: Lukas Bråthen e il team tecnico norvegese dopo il suo terzo posto nello slalom di Kitzbühel nel 2023. Da sinistra: Alexander Steen Olsen, Henrik Kristoffersen, Lukas Bråthen, Atle-Lee McGrath e Timon Hogan. Foto: Liz Aserud/NTB

Alla domanda su quanto sia coesa la squadra ora rispetto alla scorsa stagione, Hogan ha risposto come segue:

– L'unità nella squadra nazionale è sempre stata buona. Anche quando c'era Lucas andava abbastanza bene, ma almeno non era peggio adesso.

-Ma era diverso?

– SÌ. Ho notato che. Ha un'energia straordinaria e noti un po' che parte dell'energia è scomparsa.

Oppadalingen dice che sarà speciale guidare contro il Braathen la prossima stagione.

– Andava sempre in Norvegia. Ora andrà in un altro paese. Diventa un rivale che una volta era un compagno di squadra.

La stagione alpina si conclude a Saalbach in Austria con il SuperG e la discesa libera questo fine settimana.

Brevi video