Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Tre persone sono state arrestate in un incidente con la funivia italiana e hanno affermato che il freno di sicurezza era “sbagliato”

La polizia italiana afferma di aver arrestato mercoledì tre persone nell’ambito di un’indagine su un incidente con la funivia in montagna. Di questi, 14 furono uccisi, inclusi cinque israeliani.

Il terzetto, che era coinvolto nella gestione della funivia, è accusato di aver deliberatamente disattivato il freno di emergenza che avrebbe potuto far cadere la moto da terra quando il cavo si è rotto domenica pomeriggio.

“La Procura generale ha ordinato l’arresto di tre persone per eliminare o evitare misure precauzionali contro gli infortuni sul lavoro”, ha detto AFP, portavoce del Dipartimento dei Carabinieri.

Quattordici delle 15 persone che viaggiavano in funivia sono morte quando un bambino di cinque anni è stato ricoverato in ospedale a Motoron, un bellissimo posto che si affaccia sul Lago Magior nella regione nord-occidentale del Piemonte.

Le agenzie di stampa italiane hanno nominato Luigi Nerini, presidente della Ferrovi del Motoran, la società che gestisce la funivia, e Gabriel Dadini ed Enrico Ferrosio.

Alberto Cicognani, poliziotto locale dei Carabinieri, ha detto alla stazione radiofonica Radiotre che il freno di emergenza era stato spento a seguito di un malfunzionamento.

“La funivia aveva dei difetti, il team di manutenzione è stato chiamato, non ha risolto il problema, o solo una parte di esso”, ha detto.

“Per evitare ulteriori interruzioni del servizio, hanno scelto di lasciare la” forcella “per impedire il funzionamento del freno di emergenza”.

Chicognani ha detto che tutti e tre hanno ammesso l’accaduto.

In un’intervista con AFP martedì prima dell’arresto, l’avvocato locale Olympia Posey ha descritto cosa è successo domenica.

“Il cavo è rotto, il cavo metallico, che è pronto”, ha detto.

READ  Riviera - Centro contenuti notizie

“L’impianto frenante non funziona – il sistema di controllo dei carrelli sul cavo che trasporta il carico è un sistema che funziona in caso di emergenza, che deve funzionare in un’emergenza come una rottura del cavo”.

Ha aggiunto: “Nessuno avrebbe potuto immaginare che un viaggio domenicale si sarebbe rivelato un sogno.