Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Trump ha erroneamente autorizzato il proprietario di un ristorante italiano dalla politica estera degli Stati Uniti

Il proprietario di un ristorante italiano è stato accidentalmente posto sotto il divieto degli Stati Uniti Donald Trump Negli ultimi due mesi il presidente ha descritto questo come un “sogno”.

In un caso di falsa identificazione, Alessandro Pasoni, proprietario di un ristorante e pizzeria nella città italiana settentrionale di Verona, ha imposto sanzioni alla sua azienda come parte delle azioni dell’amministrazione Trump contro la block list del petrolio greggio venezuelano.

Il Tesoro degli Stati Uniti ha aggiunto Serigraphic Lab, una società di progettazione grafica di proprietà di un altro uomo, Alessandro Pasoni della Sardegna. L’imprenditore sardo ha confermato che la sua azienda era stata duramente colpita dalle sanzioni a gennaio, ma ha rifiutato di commentare ulteriormente quando è stato contattato dal Guardian venerdì.

Nel 2019 l’amministrazione Trump ha imposto sanzioni VenezuelaLa compagnia petrolifera statale Petroleum de Venezuela (PTVSA) sta cercando di forzare le dimissioni del presidente Nicolas Maduro, accusato di corruzione, abusi dei diritti umani e frode nella rielezione del 2018. Nel suo ultimo giorno in carica, Trump ha autorizzato una rete di compagnie petrolifere e individui affiliati alla PTVSA.

Pasoni, il proprietario del ristorante che ha scoperto il nome della sua azienda, AMG SAS de Alessandro Pasoni & C – era sulla lista nera un giorno prima delle dimissioni di Trump e dell’inaugurazione del nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden il 19 gennaio. NEL.

“Quando ho saputo che i miei conti correnti erano bloccati, ho pensato che fosse uno scherzo”, ha detto Pasoni al corriere Della Cera. “Questi sono già tempi duri per i proprietari di ristoranti e l’ultima cosa che volevo era che i miei account venissero bloccati”.

READ  Scopri le specialità italiane al Patti's Restaurant di Las Vegas

Bassoni ha detto al quotidiano di aver risolto il problema “pubblicando i miei dati sugli speciali siti digitali del governo Usa”. Ha aggiunto: “Ho potuto ottenere un visto fino al 2023”.

Abilitato Elenco aggiornato Il 31 marzo, sul sito web del Tesoro degli Stati Uniti, entrambe le società italiane sono state cancellate. Un ministro delle finanze ha detto a Reuters a gennaio che il dipartimento si era reso conto che le società erano di proprietà di persone diverse da Pasoni, che era sulla lista nera.

Il proprietario del ristorante ha detto che non si è scusato. “Ma questo non è un problema, la cosa più importante è che hanno rimosso il mio nome da quella lista”, ha detto a Cory. “Ringrazio il nuovo governo degli Stati Uniti per il suo intervento”.