Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Tutti gli artisti possono ricevere aiuti in caso di crisi

Tutti gli artisti possono ricevere aiuti in caso di crisi

Possono ottenere aiuto se lo desiderano: Puzzle. Da sinistra: John Stenersen, Mats Poulsen, Gunhild Sundli, John Even Scherer e Magnus Bohrmark. Foto: Terry Bendixby/NTB

Il telefono di emergenza sarà disponibile 24 ore su 24 per Markus, Martinus, Gat e gli artisti di tutti gli altri paesi durante l'Eurovision Song Contest (ESC) a Malmö la prossima settimana.

L'aumento del livello di minaccia di quest'anno fa da sfondo al Crisis Telephone Show, che riguarda non solo gli artisti, ma anche delegati, produzioni e volontari.

quello Aftonbladet Chi lo rivela. Il quotidiano scrive anche che dietro le quinte ci sarà uno psicologo a disposizione.

Leggi anche: Marcus e Martinus (22) diventano guardie del corpo durante l'Eurovision

– Durante l'Eurovision, l'SVT ha avuto un'ulteriore crescita, afferma Madeleine Sinding-Larsen, direttrice stampa del concorso.
Ho già iniziato la formazione sull'ESC. Sabato scorso, le Prime Nazioni sono salite sul palco per dare il loro contributo.

Due settimane fa, l’organizzatore dell’Eurovision EBU si è espresso in termini forti, condannando l’odio, le minacce e le molestie affrontate da molti artisti quest’anno dopo che era diventato chiaro che a Israele era stato permesso di partecipare nonostante la guerra contro Hamas a Gaza.

Aftonbladet può ora rivelare che tutti gli artisti in competizione all'Eurovision ricevono aiuto in caso di crisi e consulenza psicologica a Malmö, scrive il quotidiano svedese.

Leggi anche: Puzzle di cancellazione: – Devi solo dire stop

Ciò significa che Markus e Martinus, così come il norvegese Jatt, l'israeliano Eden Golan, lo svizzero Nemo, il croato Baby Lasagna e tutti gli altri artisti in competizione hanno la possibilità 24 ore su 24 di chiamare un telefono speciale di emergenza e di parlare se non lo fanno . Bella sensazione.

READ  Diventa registrato con FH - ora c'è una fine a questi segni

Foto: Toby Eck, Aftonbladet

Il numero può essere trovato in un'app speciale creata da SVT, EBU e dalla città di Malmö per coloro che lavorano con Eurovision e offerta anche alle delegazioni nazionali.

Dice in inglese:

“Supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Se hai problemi con i pensieri, ti senti stressato o ansioso, o se hai difficoltà a concentrarti o rilassarti, indipendentemente dal fatto che si tratti di lavoro o personale.

È stato inoltre sottolineato che la linea di assistenza è disponibile per tutti, indipendentemente dal loro ruolo, sia che facciano parte di una delegazione o che lavorino con Eurovision in qualche altro modo.

Nel Piano ergonomico del CES, SVT e la città di Malmö hanno scritto:
“È possibile avere fino a tre colloqui telefonici approfonditi con uno psicologo nell’arco di 72 ore, in diverse lingue.”

La hotline di crisi è aperta e disponibile da marzo per i dipendenti di produzione SVT che lavorano con ESC.

Lo stesso vale per i circa 600 volontari che, attraverso il Comune di Malmö, lavoreranno all'evento a titolo volontario.

L'offerta è valida fino al 15 maggio. In qualsiasi momento, 24 ore su 24, possono chiamare il numero di emergenza se sentono di essere in pericolo o hanno bisogno di parlare con qualcuno.

Leggi anche: Eurovision 2024: tutto quello che c'è da sapere

“Inoltre, ci saranno uno o due psicologi disponibili nell'arena stessa per una conversazione faccia a faccia”, afferma il piano sull'ambiente di lavoro.

Madeleine Sinding Larsen, direttrice stampa della SVT per l'ESC, afferma che l'azienda televisiva offre già da diversi anni ai suoi dipendenti un servizio di assistenza telefonica a cui possono rivolgersi in caso di necessità.

READ  La principessa Eugenie condivide foto speciali

– Ad esempio, Melodifestivalen (la risposta degli svedesi al Melodi Grand Prix, ndr) ha da qualche anno questo speciale servizio di assistenza nella sua app di produzione. Dice: Durante l'Eurovision, SVT ha prestato particolare attenzione, compresi anche i delegati.

Quando SVT ha organizzato l’Eurovision 2016, non esisteva una linea di assistenza, né per il personale di produzione, né per i volontari o per le delegazioni.

Molte persone con intuizioni dietro le quinte confermano che questa è la prima volta che questo tipo di aiuto viene offerto alle delegazioni e agli artisti concorrenti durante le crisi.