Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Un importante progetto climatico per la Norvegia: 270 milioni per combattere il cambiamento climatico.

Condizioni meteorologiche più estreme, aumento della temperatura del mare e innalzamento del livello del mare. Le sfide abbondano per il futuro, motivo per cui 12 regioni particolarmente vulnerabili in Europa sono ora designate come regioni centrali come nel progetto chiamato Resistance. In Norvegia, Vesterålen è una regione e diventa così la punta di diamante di un progetto che, con l’aiuto di innovazione, scienza e tecnologia, renderà le regioni più sostenibili.

– Siamo felici e orgogliosi del raggiungimento del progetto RESIST. Consideriamo questo un grande riconoscimento delle competenze e dell’esperienza che abbiamo acquisito, tra le altre cose, collaborando con Vesterålen e l’iniziativa di ricerca e innovazione GaiaVesterålen. Insieme consentiremo agli organi di governo di prendere decisioni migliori, afferma Odd Are Svensen. È Head of Research di SINTEF, l’istituto di ricerca che ora guiderà un totale di 56 partner in tutta Europa.

contributo importante

Utilizzando modelli digitali, i ricercatori immagineranno tutto, da come si alza il mare a come il clima lo influenza. Questo sarà utilizzato per spiegare l’influenza del clima nelle regioni alle autorità di governo. Nello specifico, in 12 regioni selezionate saranno condotte sperimentazioni su larga scala delle innovazioni in materia di adattamento climatico e le conoscenze e le soluzioni innovative saranno quindi trasferite tra le regioni. Il progetto, che ha un budget totale di circa 270 milioni di NOK (26,6 milioni di euro), è un progetto di collaborazione con 56 partner dell’Unione Europea, Norvegia e Ucraina per un periodo di cinque anni.

Il progetto è un importante contributo alla strategia SINTEF a sostegno degli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite e contribuirà ad aumentare la resilienza delle comunità locali e delle imprese per affrontare il cambiamento climatico. Questo progetto è un esempio di come SINTEF può contribuire alla tecnologia digitale che può essere utilizzata per cambiare e supportare il processo decisionale per ridurre le conseguenze del cambiamento climatico, afferma Morten Dalsmo, Direttore Esecutivo di SINTEF.

READ  Asilo nido privato

soluzioni future

Insieme ai ricercatori SINTEF, gli attori di Vesterålen lavorano da diversi anni per sviluppare la tecnologia e mobilitare la comunità locale per adattarsi ai cambiamenti climatici. Pertanto, i partner norvegesi giocheranno un ruolo importante nella resistenza.

– Questa è un’ottima notizia e sarà di grande importanza per Vesterolin. In quanto comune costiero, Vesterålen fa molto affidamento sul mare quando si tratta di pesca e turismo. Attraverso RESIST, Vesterålen può partecipare a un progetto importante che può dire qualcosa e trovare soluzioni per le future sfide climatiche, afferma Hugo Jacobsen, capo del Consiglio regionale delle Vesterålen.

per le comunità locali

La resistenza sarà di grande importanza in futuro per la comunità locale di Vesterålen. La piattaforma GaiaVesterålen sarà ulteriormente sviluppata per dimostrare gli impatti dei cambiamenti climatici e contribuire alla comunità locale, sia nel settore privato che in quello pubblico, nonché affinché le famiglie diventino più rispettose dell’ambiente e accettino il contratto ambientale che è fondamentale per Gaia Vesterålen.

Abbiamo sempre convissuto con la natura e dobbiamo assicurarci di poterlo fare anche in futuro, perché il mondo sta cambiando. Penso che regioni come le Vesterålen svolgano un ruolo importante nell’arrestare il cambiamento climatico, ma anche nel diffondere la conoscenza sull’adattamento climatico. Attraverso Resist, svilupperemo uno strumento che può aiutarci a pianificare meglio i futuri cambiamenti climatici, afferma Ane Høyem, Project Manager di GaiaVesterålen.

Leggi di più sul progetto in questo caso da NRK.