Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

“Un po ‘teso”. “Gioia”. “il giorno più bello della mia vita.” “Come una rinascita.” È così che ci si sente quando il mondo riapre.

Il mondo sta riaprendo le sue porte. In un paese dopo l’altro, la vita sembra quasi normale.

È assolutamente incredibile, dicono i giovani pronti alle feste che si recano in discoteca a Liverpool. Sembra opprimente. Non reale. Ho corso. E molto, molto bene.

Ho passato tre settimane a scegliere un vestito per questa festa, racconta a BBC NewsBet una giovane donna entusiasta.

– Il giorno più bello della mia vita, urla un altro.

È passato poco più di un anno dal passato. Un lungo anno. Ma sembra un’eternità dall’ultima volta che le persone si sono nascoste tra la folla sulla pista da ballo. Ma questo fine settimana diverse migliaia di britannici sono stati di nuovo in grado di ballare, bere e ascoltare musica ad alto volume – e questo è assolutamente legale.

Come dice il giovane BBCTi senti confuso, persino nervoso. Ma prima di tutto: eccitato e felice.

– Sembra quasi irreale.

L’evento, svoltosi in un grande magazzino a Liverpool, ha visto la partecipazione di 3.000 persone all’interno delle porte il venerdì e fino al sabato. Foto: Carl Recine / Reuters / NTB

Il partito è uno dei numerosi progetti pionieristici in relazione alla riapertura del Regno Unito. I ricercatori stanno guardando l’evento da vicino per vedere il più possibile prima della riapertura, ora in attesa.

Il Regno Unito è in prima linea nella vaccinazione della popolazione. Ma non è l’unico posto in cui le persone stanno notando come la riapertura come il virus della piccola gioia si stia diffondendo in tutto il paese.

I turisti tornano a Venezia

L’Italia sta ora gradualmente riaprendo i battenti dopo sei mesi di ripetute chiusure.

C’è ancora il coprifuoco alle 22 in Italia. Ma le piazze sono ancora una volta animate dai discorsi tra Vespe e dal ronzio delle macchinine fino all’orario di chiusura.

– Come nuovo nato, il proprietario del caffè Stefano Baldan in Campo Santa Margherita a Roma dice ad AP.

La domanda è se questo sia sufficiente per salvare l’economia più colpita: l’Italia è nella sua peggiore recessione dalla seconda guerra mondiale. Quindi le autorità sono state sottoposte a forti pressioni per riaprire i battenti. Mentre la vicina Francia attende il 19 maggio per iniziare la graduale riapertura, l’Italia inizia il 26 aprile.

Centinaia di infezioni da Corona muoiono ancora ogni giorno e l’epidemia ha causato più di 119.000 vittime nel paese. Ma la vaccinazione ora sta andando sempre più veloce. Dà speranza – e qualche segno di normalizzazione – sia in Italia che in molti altri paesi.

Si sta trasformando in Ungheria

L’Ungheria è stata tra i paesi più colpiti in Europa, con il più alto tasso di mortalità pro capite al mondo a causa del Coronavirus. Un milione di persone, secondo l’agenzia di stampa AP.

Ma le autorità hanno lanciato una massiccia campagna di vaccinazione. Il paese è l’unico paese dell’Unione europea che utilizza vaccini cinesi e russi oltre alle varietà occidentali. L’Ungheria ha ora il secondo tasso di vaccinazioni più alto nell’Unione europea e questo fine settimana ha segnato un nuovo passo nella riapertura della società, con vantaggi per i residenti in possesso di passaporti vaccinali.

Disneyland apre le sue porte

Negli Stati Uniti, quattro su dieci sono ora vaccinati completamente o parzialmente. La riapertura ha raggiunto venerdì un nuovo bivio. Fu allora che Disneyland, il famoso parco a tema in California, aprì dopo 13 mesi di chiusura.

Quattro mesi fa, la California era in crisi. Centinaia di persone muoiono ogni giorno a causa di COVID-19 e gli ospedali sono sopraffatti. I pazienti erano in tenda e le ambulanze stavano aspettando in fila, scrive NTB.

Oggi, lo stato vanta il più basso tasso di infezione negli Stati Uniti. Più della metà della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e stanno per riaprire scuole, supermercati e ristoranti.

Anche i residenti della California e le persone che sono state vaccinate da altri stati possono venire al parco a tema.

Gli ospiti e il personale erano entusiasti reciproci di vedersi al parco di divertimenti.

Il personale si alzò e salutò il primo giorno di apertura. Ma bisogna ancora aspettare per dare a Donald Duck & co. Abbraccio.

Diverse notizie riportano che gli americani si stanno ancora godendo la vita e il rapporto sessuale: le vendite di preservativi sono alle stelle.

Gli americani completamente vaccinati possono anche togliersi di nuovo le bende all’aperto, purché non siano in una grande folla.

Ottimismo a casa

Anche in Norvegia, molto si aprirà con la vaccinazione in futuro. L’ultima stima delle autorità è che la prima dose del vaccino sarà offerta a tutti gli adulti entro la fine di luglio.

READ  Accusa la polizia di aver eseguito brutali esecuzioni - VG

Con ristoranti, caffè e negozi chiusi a Oslo e misure rigorose ancora in vigore in molti altri comuni, è ancora difficile immaginare di poter parcheggiare vicino a una discoteca con la prima cosa. Ma c’è speranza per coloro che bramano tutto ciò che non avremmo mai pensato di perdere: stare in mezzo alla folla su un lungo marciapiede e sentire l’odore del sudore degli estranei a un ballo di fine anno.

Quando pensi che potremo stare così, vicini gli uni agli altri al concerto, ESPN Nackstad?

Quando tutti nella popolazione adulta saranno vaccinati e non avremo più una significativa diffusione dell’infezione nella popolazione, penso che potremo incontrarci di nuovo in grandi gruppi senza le regole della distanza. Nessuno lo sa esattamente quando ciò potrebbe accadere, ma si spera che faremo un lungo passo verso la normalità tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, afferma l’assistente del direttore sanitario Nackstad.

La situazione più realistica di questa estate non è il rilascio completo. Nakstad pensa che dovremmo mantenere alcune regole di controllo delle infezioni in modo che tutti vengano vaccinati.

Probabilmente dovremmo continuare dopo la pandemia con alcune delle nostre misure di routine, come restare a casa quando ci ammaliamo, ha detto in una e-mail ad Aftenposten.

Cosa attende con impazienza per se stesso? Forse non in discoteca in primo luogo. Ma alla società manca anche la corona:

Non vedo l’ora di incontrare gli amici e partecipare di nuovo agli eventi quando consentito.