Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Un uomo salvato dopo una settimana di battaglia con gli orsi in Alaska

per me Il New York Times È un uomo tra i cinquanta e i sessanta. Nel corso di diverse notti consecutive, è stato in grado di resistere costantemente ai nuovi attacchi dell’orso grizzly, che lo aveva attaccato pochi giorni prima.

Una volta l’orso lo trascinò nel fiume. Aveva una pistola. Jared Carvajal, uno dei piloti di elicottero che ha salvato l’uomo, ha detto che l’orso tornava ogni notte e non dormiva da alcuni giorni.

L’uomo doveva essere sul punto di finire le munizioni della sua arma.

Leggi anche: Un ciclista è stato ucciso da un orso grizzly

La zona in cui si trovava era molto deserta, situata a circa 65 chilometri fuori dalla cittadina di Nome. Non c’è stata copertura telefonica immediatamente, e dopo il primo attacco l’uomo si è rifugiato in un capannone presso una stazione mineraria.

La Guardia Costiera ha scoperto l’uomo per caso mentre erano in viaggio per un’altra missione il 16 luglio. L’equipaggio dell’elicottero ha visto l’uomo agitare entrambe le mani. Sopra il tetto della tettoia ha scritto un messaggio di soccorso e “aiutami”. La porta del capannone è stata strappata.

L’uomo è stato trasportato in aereo a Nome dove ha ricevuto cure per tagli alla parte superiore del corpo e una ferita al piede che non era pericolosa per la vita, secondo la Guardia Costiera.

Non si sa come l’uomo sia arrivato al campo remoto, che non ha copertura cellulare.

Secondo le statistiche fornite dalle autorità sanitarie dell’Alaska nel 2019, 68 persone sono state ricoverate in ospedale con ferite da attacchi di orsi nello stato nel 2000-2017. Dieci persone sono morte a causa di attacchi di orsi durante questo periodo.

READ  Potrebbe essere una questione di tempo - VG