Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Una casa con una stanza per tutti

Club Karmico *

La celebrazione culturale di 15 ore sponsorizzata da Karmaklubb* e dall’Oslo Pride è uno dei più grandi eventi esotici di tutti i tempi.

Ieri ho scritto una storia distorta nella vecchia biblioteca di Oslo. L’edificio che un tempo era l’edificio della Biblioteca principale di Deichmann è stato ribattezzato Joie’s House per l’occasione.

La celebrazione culturale di 15 ore sponsorizzata da Karmaklubb* e dall’Oslo Pride è uno dei più grandi eventi esotici di tutti i tempi.

La Casa di Joie ha aperto le porte già alle 12 del mattino e non le ha chiuse fino all’alba.

All’inizio della giornata ci sono stati laboratori per giovani e degustazioni di vini naturali per adulti. Poi il luogo è cambiato in Storie di notte e ombre.

Cassie Brodskeff, Frida Mareda, Father Diesel Meraki e la madre Cassandra Meraki sono tutti grandi della cultura drag e della sala da ballo contemporanea. Hanno pensato a cosa fosse la cultura della sala e cosa significasse essere coinvolti a quel punto per ognuno di loro.

Perché la sala da ballo è importante?

Coloro che sono arrivati ​​in prima serata sono stati accolti con una tavola rotonda che ha affrontato la cultura queer mentre parli dal palco, sotto forma di drag, lusso, fumetto o “tutto nel mezzo”.

Cassie Brodskeff, Frida Mareda, padre Diesel Meraki e madre Cassandra Meraki hanno parlato del significato della sottocultura queer che può essere liberamente adottata nel termine “sala da ballo”.

Questo fenomeno è caratterizzato in parte dalla presenza di gruppi di tipo familiare detti “case”. La cultura deriva dalle vite di persone gay, creative e ricche di melanina sotto forma di forme un po’ stilizzate di apertura corporea.

Per la maggior parte delle persone, la cultura della sala da ballo è familiare dal documentario “Paris Burns” del 1990. Ma le sue radici possono essere fatte risalire alle competizioni di drag ball degli anni ’20 ad Harlem, Chicago e New Orleans.

Da allora, la cultura di Hall ha caratterizzato anche l’underground degli anni ’80 e la vita notturna di New York sotto forma di vogging, un cenno alle pose e alle passeggiate utilizzate dalle modelle Vouge e sulle passerelle. Il mercantilismo della cultura principale fu trasformato dai praticanti queer e divenne un’attività clandestina.

House of Joie per la celebrazione di tutto il giorno fa parte di una collaborazione tra Karmaklubb* e Oslo Pride.  Il segmento accademico è stato completato a marzo.  Inger Kristin Haugsevi dell'Oslo Pride è stata così felice sabato che la parte culturale fosse finalmente iniziata.

House of Joie per la celebrazione di tutto il giorno fa parte di una collaborazione tra Karmaklubb* e Oslo Pride. Il segmento accademico è stato completato a marzo. Inger Kristin Haugsevi dell’Oslo Pride è stata così felice sabato che la parte culturale fosse finalmente iniziata.

Nuovo ambiente da sala da ballo a Bergen

La sala da ballo è una parte essenziale della cultura queer contemporanea in tutti i continenti. Contiene attivismo, antidiscriminazione e un’arena per la liberazione deviante.

Ci sono anche molte case e sale da ballo in Norvegia. L’ultima aggiunta alla tribù è Bergen Ballroom, che ha recentemente organizzato il suo primo Kiki Ball, che è sbocciato ispirandosi alla ballerina Cassandra Moldenhauer, alias Cassie Meraki, membro del Comitato Stasera.

Trascina artisti, scintillii, finali dell’Eurovision, fotografia, cibo, film, persone felici e dj set.

Karmaklubbs * La “Casa di Joie” divenne esattamente la casa piena di gioia che aveva progettato.

La celebrazione della cultura queer di sabato è stata contrassegnata da un gusto per la vita che si abbinava perfettamente alla lunga attesa per l’evento.







L'arte fotografica di Paulina Tamara è apparsa in diversi luoghi della Casa di Joie.

L’arte fotografica di Paulina Tamara è apparsa in diversi luoghi della Casa di Joie.

Il logo Karmaklubbs* ha segnato anche l'esterno dell'antica biblioteca.  Di fronte all'altezza del nuovo edificio governativo.

Il logo Karmaklubbs* ha segnato anche l’esterno dell’antica biblioteca. Di fronte all’altezza del nuovo edificio governativo.

L'arte fotografica di Paulina Tamara è apparsa in diversi luoghi della Casa di Joie.

L’arte fotografica di Paulina Tamara è apparsa in diversi luoghi della Casa di Joie.




La leader dell'Oslo Pride Enger Kristin Haugsevje con Alexander Benjamin Jorgensen, che tra gli altri realizza il podcast in lingua inglese

L’Oslo Pride guida Enger Kristin Haugsevje con Alexander Benjamin Jorgensen, che tra le altre cose realizza il podcast in lingua inglese “Eccentrico” per l’Oslo Pride.

La sala della vecchia biblioteca principale avrebbe potuto facilmente essere il palcoscenico per le coppie scorrevoli come le conosciamo dalle competizioni standard.  Il sabato sera, lascia il posto alle conversazioni sulla pista da ballo e al merchandising mentre il fenomeno si manifesta nella danza queer e nella cultura drag.

La sala della vecchia biblioteca principale avrebbe potuto facilmente essere il palcoscenico per le coppie scorrevoli come le conosciamo dalle competizioni standard. Il sabato sera, lascia il posto alle conversazioni sulla pista da ballo e al merchandising mentre il fenomeno si manifesta nella danza queer e nella cultura drag.

READ  Azioni, eventi che si adattano all'8 luglio