Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Vita lavorativa, Trisel e Engerdal | Qui solo gli ungheresi, i bulgari e gli italiani possono parlare norvegese. Stanno ottenendo il ripieno giusto per la loro pizza?

Come è andata quando sette ungheresi hanno dovuto ordinare la pizza da tre bulgari in un ristorante italiano a Trysil – e solo il norvegese è autorizzato?

Aveva tutti i prerequisiti perché andasse storto, ma in realtà è andata bene.

Tutti gli ospiti hanno ottenuto quello che volevano dalla pizza. Nessuno ha ananas o acciughe.

– Spero che vada bene

Ma prima di prendere la pizza, non tutti erano sicuri di come stavano andando le cose.

– Spero che vada tutto bene, disse Anita Skara.

I dubbi presto svanirono quando Yuzlio Abiliem arrivò con Daviola che l’aveva richiesta.

Il motivo per cui Anita ei suoi sei colleghi di Trysil Skogplanter AS hanno pranzato giovedì con Raimondo Arnone, meglio conosciuto come Chef Dino, e il suo staff al Glunot, è perché ora stanno per finire il loro corso di norvegese a Tepas, e devono ordina cibo in norvegese.

E solo in norvegese.

Sebbene la lingua inglese non fosse consentita, le parole “per favore” e “anatra” apparivano occasionalmente, ma erano solo eccezionali. La conversazione si è svolta in norvegese, anche dopo che il cibo è stato servito.

Esame

Le cose sono andate molto bene, ha detto Randy Bolstad, uno degli allenatori del corso dopo. – Abbiamo fatto un quiz con domande sulla lingua e su Trysil, e tutti stavano andando bene. Due dei tre gruppi si sono ritirati quando gli è stato chiesto chi fosse il sindaco di Trysil, e il vincitore ha preso 14 punti su 18.

I sette ungheresi sono uno dei gruppi che negli ultimi mesi hanno ricevuto lezioni di norvegese a Tebas. All’inizio di questo inverno, Trysil Skogplanter AS, una delle sette società di Trysil, ha ricevuto sostegno finanziario per insegnare il norvegese ai suoi dipendenti.

READ  Wall Street Zephyr - Forte rally dopo il forte calo di mercoledì

A febbraio, il ministro della ricerca e dell’istruzione superiore, Henrik Achim, ha consegnato la buona notizia durante un incontro digitale e da allora gli ungheresi hanno tenuto due sessioni di insegnamento settimanali di quattro ore. Il corso termina la prossima settimana e il loro capo, Olaf Hunter, che ha anche partecipato a un pranzo a Glunot, parla del loro impressionante progresso linguistico.

Ora capiscono praticamente tutto ciò che viene detto e amano comunicare in norvegese. Dice che tutti i messaggi sono forniti in norvegese.

Gli istruttori del corso Randy Ballstad e Arnie Snelli dicono che i partecipanti erano sempre entusiasti.

– Se qualcuno non è in grado di partecipare a causa di malattia o altri motivi, è stato aggiornato da altri. Snelli dice che hanno anche i compiti a casa e hanno usato le loro nuove conoscenze nella pratica, ad esempio quando fanno la spesa in negozio.

Per fornire un servizio migliore

Il personale di Glunot ha seguito un corso in qualche modo simile, al fine di essere in grado di fornire un servizio migliore ai propri ospiti norvegesi.

Ma nella produzione, la maggior parte della comunicazione è ancora effettuata in lingue straniere. Il bulgaro è preferito.

Parlo bulgaro, greco, italiano, inglese e norvegese quindi è andato tutto bene, dice Dino, indicando come nel sud dell’Europa.

Il 42enne napoletano ha regalato a tutta la Norvegia un assaggio di pizza senza glutine da quando ha aperto il piccolo ristorante solitario a Løkjavegen a Innbygda nel 2016.

È sposato con Dzhki Shefkid (33 anni) dalla Bulgaria, che ha aperto con la tedesca Annette Marsh (39 anni) nel novembre dello scorso anno il ristorante di pasta La Pasteria a Trysilfjellet.

READ  Le realtà: quando la finanza conta

Grammatica difficile

Gli ungheresi ammettono che la grammatica della lingua norvegese può essere difficile.

– Ma non è complicato come l’ungherese, dice Adel Anna Komorochki, che parla sorprendentemente norvegese dopo aver vissuto a Trysil per soli due anni.

Non siamo coinvolti al punto che devono imparare a fondo la grammatica. Arne Snelli dice che la cosa più importante è che imparino l’espressione, le parole e la pronuncia, in modo che possano comunicare e capire se stessi.

Attila Lockes mostra un metodo abbastanza originale per imparare una lingua. Sul suo telefono, ha attivato un video su Youtube con la popolare canzone per bambini “Elle melle deg tell”. Poi ha quasi cliccato sulla famosa canzone su Thomas Train.

Con un sorriso sul volto, ascolta l’ultima canzone con Randy Bullstad.

– Intelligente, dice l’allenatore.

Poi l’ultima pizza arriva in tavola – poi la conversazione finisce …