Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Wall Street sale dopo la decisione della Fed | DN

Le azioni statunitensi sono cambiate bruscamente mercoledì sera, ora norvegese, dopo che la Federal Reserve ha cambiato la sua politica monetaria, Ha annunciato tre aumenti dei tassi di interesse l’anno prossimo per battere l’accelerazione dell’inflazione.

Ecco come appariva alla chiusura degli indicatori principali:

  • Il pesante Dow Jones Industrial Average è aumentato dell’1,08 percento
  • Il Nasdaq Technology Index è aumentato del 2,15%
  • L’indice Standard & Poor’s 500 è aumentato dell’1,63 percento

Apple, la più grande azienda al mondo per capitalizzazione di mercato, è cresciuta di quasi il 3%. Le azioni di Amazon sono aumentate del 2,5%, mentre le azioni di Microsoft sono aumentate di quasi il 2%.

I mercati restano fiduciosi che la Federal Reserve statunitense sarà in grado di resistere a un atterraggio morbido e che sia l’economia che i mercati finanziari saranno in grado di assorbire il rialzo dei tassi che potrebbe verificarsi. Il ridimensionamento è stato annunciato per un lungo periodo di tempo ed è stato comunicato in modo adeguato, afferma lo stratega senior della gestione patrimoniale, Christian Lee.

Elisabeth Holvik di Sparebank 1 pensa che uno dei motivi potrebbe essere che il mercato prevede di modificare le stime il prossimo anno.

“Uno dei motivi per cui il mercato non è preoccupato per i segnali forti è che il presidente Joe Biden nominerà tre nuovi membri del consiglio di amministrazione del comitato finanziario in tempi relativamente brevi, e quindi dovrebbe nominare membri cauti nell’aumentare i tassi”, ha disse. Holvik.

ferite più grandi

La Fed ha deciso di tagliare 30 miliardi di dollari dagli acquisti mensili di supporto il prossimo mese, il che significa che gli acquisti di supporto potrebbero essere annullati interamente a marzo, all’inizio della metà del 2022. Ciò offre un margine di manovra per aumentare da zero il tasso ufficiale di riferimento.

READ  Rocka Italian Eurovision - Norvegia 18° posto

La stima mediana tra i membri del comitato di politica monetaria della Fed è ora di tre aumenti dei tassi nel 2022 e tre nel 2023, secondo le previsioni economiche che la banca pubblica contemporaneamente alla decisione sui tassi.

I tassi di interesse verranno aumentati nuovamente l’anno prossimo più di quanto gli economisti avessero previsto in media prima dell’annuncio, e ben al di sopra della precedente traiettoria dei tassi rivelata dal comitato a settembre.

Probabilmente è una piccola sorpresa da parte dei falchi, dice Lee, e usa il termine per descrivere una politica monetaria più restrittiva.

Il capo economista di Holvik presso Sparebank 1 Lot afferma:

– C’è un aggiustamento abbastanza forte nelle stime.

Chiarire sull’inflazione

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha sempre insistito sul fatto che la forte inflazione negli Stati Uniti negli ultimi mesi sia un fenomeno temporaneo, ma recentemente ha indicato di aver cambiato idea. Nel suo comunicato stampa di mercoledì, la Fed ora cita chiaramente l’inflazione come causa del cambiamento nella politica monetaria.

“Lo squilibrio tra domanda e offerta associato alla pandemia e alla riapertura dell’economia ha continuato a contribuire ad alti livelli di inflazione”, ha scritto la Fed in un comunicato stampa. “Alla luce degli sviluppi inflazionistici e dell’ulteriore miglioramento del mercato del lavoro, il comitato ha deciso di ridurre il ritmo mensile dei suoi acquisti netti di attività”.

Una bugia nella gestione patrimoniale crede che l’inflazione sia ancora la grande domanda. Con la variabile omicron e la forte crescita del contagio, non ci vorrebbe molto perché persistano i colli di bottiglia sul lato dell’offerta dell’economia, osserva, e dice che potrebbero portare a prezzi costantemente più alti per produttori e consumatori.

READ  Un milione è volato con SAS anche ad agosto - E24

Può essere una sfida se i mercati finanziari sentono che l’inflazione aumenterà di più o rimarrà alta più a lungo di quanto ipotizzato dalla Fed. Se la Fed deve stringere di più, non è certo che anche i mercati finanziari lo tollereranno. Storicamente, il mercato azionario ha generalmente gestito bene l’inizio di un ciclo di rialzo dei tassi, ma la soglia del dolore viene raggiunta se i partecipanti al mercato si rendono conto che la politica monetaria è diventata così restrittiva da soffocare la ripresa economica, afferma.(Condizioni)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o i nostri fornitori. Vorremmo che condividessi i nostri casi utilizzando un collegamento che porta direttamente alle nostre pagine. Tutto o parte del Contenuto non può essere copiato o altrimenti utilizzato con autorizzazione scritta o come consentito dalla legge. Per termini aggiuntivi guarda qui.