Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Wall Street sussulta dopo il discorso di Powell: il Nasdaq sale bruscamente

Il discorso del presidente della Fed Jerome Powell di mercoledì sera è stato seguito da vicino come previsto, ancora una volta mentre i partecipanti al mercato riflettono su cosa farà la Fed dopo.

La grande domanda è cosa presenterà la banca centrale alla prossima riunione sui tassi di interesse, che si terrà il 14 dicembre. L’elenco finora di quest’anno include, tra gli altri, quattro rialzi dei tassi per tre volte di seguito, in meno di sei mesi.

Tuttavia, la Fed dovrebbe rallentare, con un aumento del tasso di interesse di 0,5 punti percentuali, noto come raddoppio.

Jerome Powell lo ha dimostrato.

Powell ha affermato che ha senso moderare il ritmo degli aumenti dei tassi di interesse perché ora ci stiamo avvicinando a un livello di inasprimento che sarebbe sufficiente a ridurre l’inflazione.

– Il momento di questo equinozio potrebbe arrivare non appena si terrà la riunione di dicembre, ha proseguito Powell.

In cinque minuti, i migliori indici sono passati da un’esitazione intorno allo zero a un netto rialzo, soprattutto per il Nasdaq dominato dalla tecnologia. Da allora è solo salito. Circa 20 minuti prima dell’orario di chiusura, questo era lo sviluppo per la maggior parte degli indicatori di tendenza:

  • L’S&P 500 è salito del 2,6%.
  • Il Dow Jones è salito dell’1,7%.
  • L’indice Nasdaq Composite è salito del 3,7%.

L’aumento arriva dopo un martedì relativamente limitato, quando gli indici si sono aggirati intorno allo zero percento per tutta la giornata di negoziazione. Lunedì, tutti e tre erano in calo significativo.

READ  Juventus in grave difficoltà - Sporten.com

Non sorprende che il rally sia stato particolarmente forte per molte società tecnologiche: Alphabet, che possiede Apple e Google, ad esempio, è salita rispettivamente del 3,4 e del 4,4%.

Nonostante gli accenni di due rialzi dei tassi a dicembre, Powell ha tenuto a ribadire che “c’è ancora molta strada da fare prima di raggiungere la stabilità dei prezzi”.

Nonostante alcuni sviluppi promettenti, abbiamo ancora molta strada da fare, ha affermato.

Powell ha sottolineato che ora non è più la questione di quando il ritmo degli aumenti dei tassi può essere rallentato che è più importante, ma piuttosto le questioni di quanto alto dovrebbe essere fissato il tasso di interesse e per quanto tempo dovrebbe essere stretto.

I dati sull’inflazione di ottobre, ad esempio, sono stati inferiori alle attese, ma Powell ha ribadito il fatto che ci vuole tempo per vedere gli effetti degli aumenti dei tassi di interesse e del quantitative easing.

Sono necessarie molte più prove per accontentarsi del fatto che l’inflazione è già in discesa. Non importa come lo misuri, ha detto Powell, è troppo alto.

– Direi semplicemente che abbiamo altro lavoro da fare, ha aggiunto.

libro beige

Poco dopo il discorso di Powell è uscita anche la pubblicazione da parte della Fed del cosiddetto “Beige Book”. Il libro viene pubblicato otto volte all’anno, essendo questa l’ultima dell’anno. Contiene un riepilogo delle informazioni raccolte dai membri della Federal Reserve Bank dalle loro regioni negli Stati Uniti, solitamente relative all’attuale situazione economica.

L’attività economica nelle ultime settimane è stata sostanzialmente piatta o leggermente in aumento rispetto al rapporto precedente, ma è scesa al di sotto del tasso medio di crescita del rapporto precedente, ha scritto la Fed.

READ  Apple ha raggiunto 1111 miliardi di NOK di vendite nel trimestre precedente - E24

Un’ora prima dell’apertura delle negoziazioni negli Stati Uniti, sono stati rilasciati dati ufficiali rivisti sullo sviluppo dell’economia statunitense nel terzo trimestre: il risultato ha mostrato una crescita del 2,9%. Si tratta di 0,1 punti percentuali in più rispetto alle attese secondo Bloomberg e di 0,3 punti percentuali in più rispetto alla stima preliminare del PIL che è arrivata alla fine di ottobre.

Mancanza di veri segni di debolezza

Poco prima, la società di risorse umane e buste paga ADP Payroll Services ha pubblicato i suoi dati sul numero di dipendenti nel settore privato. Questi hanno mostrato un aumento di 127.000 persone, ben al di sotto delle 200.000 persone, secondo Trading Economics, precedentemente previsto.

– Ci sono ancora pochi segni di vera debolezza nel mercato del lavoro, Julia Pollack, capo economista del portale di persone in cerca di lavoro Ziprecruiter ha riassunto per il Wall Street Journal mercoledì.

– Pollack ha continuato i licenziamenti che state vedendo nel settore tecnologico e il rallentamento del mercato immobiliare è ancora molto limitato in quei pochi settori che sono direttamente interessati dall’aumento dei tassi di interesse.

Tuttavia, il gold standard arriva più avanti nella settimana, quando il Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti pubblica i libri paga non agricoli, spesso indicati come il numero più importante del mese, venerdì.(Condizioni)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o dei nostri fornitori. Vorremmo che condividessi i nostri stati utilizzando collegamenti che conducono direttamente alle nostre pagine. La riproduzione o altro uso di tutto o parte del Contenuto può essere effettuato solo con autorizzazione scritta o come consentito dalla legge. Per termini aggiuntivi guarda qui.

READ  I timori di un crollo elettorale delle forze filo-russe in Europa: - Putin è il grande vincitore