Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Waseem Zahid, Dagsriven |  In risposta alle foto di Dagsrevyen: – È intenzionale?

Waseem Zahid, Dagsriven | In risposta alle foto di Dagsrevyen: – È intenzionale?

La trasmissione di Dagsrevin di martedì è stata ancora una volta segnata dal drammatico conflitto tra Israele e Palestina.

Il famoso medico Waseem Zahid sta reagendo con forza alla trasmissione di oggi, poiché crede che NRK stia rappresentando entrambe le parti del conflitto in modo diverso.

Ho preso Facebook

Zahid è andato su Facebook per esprimere il suo pensiero sulla copertura.

– La perdita di Israele è raccontata con storie ravvicinate e personali, vengono forniti nomi completi ed età, vengono mostrate foto speciali e toccanti e vengono ascoltati i membri della famiglia addolorati e scoraggiati. È facile sentire la loro tristezza, ha scritto Zahid in un post su Facebook questa sera alle 20:13.

Quando Dagsrevin arriva alla parte in cui racconta la parte palestinese del conflitto, Zahid sperimenta il contenuto in modo diverso. Lui risponde al fatto che sono state presentate solo “fredde statistiche” e cifre sul numero delle vittime.

– D’altra parte, quando vengono coperte le perdite palestinesi, che sono 100 volte maggiori, queste vengono coperte ulteriormente. Vediamo alcuni uomini arrabbiati che gridano e si lamentano, in piedi in mezzo a una massa grigia di desolazione, mentre l’asceta continua il suo posto.

-Si tratta di una scelta editoriale consapevole? Se sì, perché?, chiede Zahid.

Leggi anche

– L’Isis ha utilizzato droghe negli attacchi contro Israele

Rimane fedele a ciò che ha scritto

Al-Zahid aggiunge a Netafisin che il post è stato scritto in modo emotivo, ma lui si attiene a ciò che ha scritto.

– Trovo la lotta molto difficile, scrive Zahid in una lettera a Nettavisen.

Leggi anche

Ultime notizie sul conflitto in Israele e Palestina

READ  Caso - Impossibile non aprire un caso

Alcuni potrebbero dire che la ragione è la difficoltà che hanno i giornalisti ad entrare a Gaza adesso. “Questo è certamente vero, ma è uno schema che vedo da molti anni e non si applica solo alla NRK”, aggiunge nella lettera.

Ecco come risponde NRK

Netavsen è stato in contatto con il redattore degli affari esteri di NRK, Sigurd Falkenberg Mikkelsen. Ha scritto in una e-mail che si tratta di una questione importante e che la missione centrale del canale è rappresentare i palestinesi e gli israeliani come un popolo intero.

– Solo in questo modo possiamo comprendere e approfondire questo conflitto. Dice: Penso che lo faremo attraverso il quadro generale, sia nel conflitto attuale che nel tempo.

Aggiunge che ci saranno trasmissioni e giorni in cui un partito riceverà un tipo di attenzione diverso rispetto all’altro.

Ci sono più di 200 ostaggi israeliani tenuti da Hamas, molti dei quali sono bambini e anziani. È naturale che ricevano un’attenzione diffusa, sia come vittime innocenti di questo conflitto sia perché sono una parte importante del gioco politico, dice.

D’altro canto, la trasmissione di oggi riguardava le tragiche conseguenze del bombardamento di oggi, che è importante anche per capire cosa sta succedendo, spiega Falkenberg-Mikkelsen.

– Si basa su ulteriori letture con immagini provenienti dalle agenzie di stampa e ci dà un quadro immediato di ciò che è accaduto oggi, ma ciò non significa che questo sia il caso di tutto il giornalismo da e su Gaza.

In conclusione, dice quello che sottolinea Al-Zahed: il fattore complicante è, ovviamente, che nessun giornalista è stato ancora ammesso a Gaza.

READ  Siv-Hilde Lillehaug - Così terribile

– Ma non dovremmo avere scuse o ammortizzatori. Stiamo facendo del nostro meglio per superare questo problema, NRK Editor.