Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Alcuni ricercatori norvegesi stanno conducendo uno studio sul sistema di drenaggio del cervello

Alcuni ricercatori norvegesi stanno conducendo uno studio sul sistema di drenaggio del cervello

Lo studio è stato discusso su forskning.no. I ricercatori norvegesi del cervello ritengono che i ricercatori dietro questo studio abbiano imparato molto di più del semplice sistema linfatico esterno al cervello.

Lo studio rivela un'interpretazione errata e fatale delle immagini MRI, affermano i ricercatori norvegesi del cervello.

È stata una svolta importante quando i ricercatori nel 2015 Scopri il sistema linfatico che circonda il cervello.

Il sistema linfatico del corpo aiuta a purificare il sangue. I vasi linfatici, parte del sistema linfatico, prevengono l'accumulo di liquidi nei tessuti. Il liquido viene drenato dai vasi linfatici.

Il fluido in queste vene è chiamato linfa.

Per molto tempo si è creduto che il sistema linfatico fosse presente ovunque nel corpo, tranne che nel cervello. Nel 2015, i ricercatori hanno scoperto per la prima volta che i vasi linfatici nelle membrane che circondano il cervello possono drenare i rifiuti dal liquido cerebrospinale nei topi.

Non riuscivo a vedere i vasi linfatici negli esseri umani

Negli esseri umani, il drenaggio del liquido cerebrospinale nelle meningi è stato esaminato utilizzando un agente di contrasto per MRI introdotto direttamente nel liquido cerebrospinale.

Questo metodo è stato descritto dai ricercatori norvegesi del cervello Geir Ringstad e Per Christian Ede In un articolo scientifico sulla rivista Nature nel 2020.

I ricercatori hanno spiegato che il passaggio dal tracciante alle meningi è poi diventato visibile nelle immagini MRI, ma senza essere in grado di rilevare i vasi linfatici stessi.

È stato menzionato su forskning.no

Nel 2022, ricercatori provenienti da Stati Uniti e Turchia hanno affermato di averlo trovato in un modo completamente nuovo senza utilizzare strumenti di tracciamento.

READ  The Oceanographic riceve 10 milioni per un progetto di scienze marine

Nell'articolo scientifico pubblicato sulla rivista Nature, Muhammad Saeed Al-Bayram e i suoi colleghi hanno fornito illustrazioni di ciò che avrebbero dovuto essere i canali linfatici.

Forskning.no
Ha scritto dello studio nell'articolo “Questo è il sistema di coniugazione del cervello”. Ho allegato immagini illustrative che mostrano chiaramente il presunto sistema linfatico in verde.

Tuttavia, lo studio del 2022 mostra un’interpretazione errata delle immagini MRI, affermano Ringstad ed Eide dell’Ospedale universitario di Oslo. È stato pubblicato di recente Articolo di commento in natura.

Senza oligoelementi

Il metodo di imaging utilizzato dai ricercatori nello studio del 2022 si chiama FLAIR. In sintesi, permette di ottenere immagini delle meningi senza l'utilizzo di un tracciante vascolare, ed è stato utilizzato in precedenza anche da Ringstad e Eddy.

I ricercatori del nuovo studio hanno interpretato qualsiasi cosa al di fuori del cervello che si illumina nelle immagini come linfa. Questo era nelle meningi, negli spazi fluidi nella parte inferiore del cervello e nella parete dei vasi sanguigni nel collo.

I vasi linfatici contengono molte proteine ​​e le proteine ​​possono illuminarsi sulle immagini FLAIR. Ringstad e Eddy hanno spiegato che i ricercatori hanno interpretato ciò che hanno visto come linfa, ma non hanno preso in considerazione altri tipi di fluidi contenenti proteine ​​o acqua associati ai tessuti.

Tuttavia, hanno concluso di aver trovato un modo completamente nuovo di visualizzare la linfa al di fuori del cervello.

Ho notato la stessa cosa anch'io

Da parte loro, Ringstad e Eddy ritengono che i ricercatori che hanno condotto lo studio abbiano scoperto molto di più oltre al semplice sistema linfatico con il loro metodo.

READ  La stalla dei maiali è irriconoscibile:

“Sebbene i segnali FLAIR iperintensi della risonanza magnetica abbiano molteplici fonti, inclusa l'interferenza dell'immagine, gli autori li interpretano come tutti linfatici”, hanno scritto nel loro articolo di commento.

– Abbiamo osservato in precedenza lo stesso fenomeno nelle immagini MRI degli autori, ma non hanno fornito dati per sostenere che si tratti effettivamente di un sistema linfatico, spiega Per-Christian Eide in un'e-mail a forskning.no.

– Micrometri, non millimetri o centimetri

Eddy spiega che l'area verde nelle immagini contiene anche altri elementi come il sangue venoso e il liquido cerebrospinale. Lui e Ringstad credono che ciò che i ricercatori vedono nelle immagini sia molto probabile.

-I vasi linfatici delle meningi hanno un diametro di micrometri, non millimetri o centimetri come puoi avere l'impressione in queste immagini.

Inoltre gli autori hanno interpretato erroneamente i disturbi nelle immagini nella parte inferiore del cervello come vasi linfatici, il che era fondamentalmente sbagliato, ha scritto Eddy.

I ricercatori dietro questo punto sottolineano la stessa cosa Un altro articolo critico sulla stessa rivista.

Anche i ricercatori giapponesi sono critici

I tentativi di rappresentare il sistema linfatico del cervello senza liquido di contrasto sono degni di lode, credono i quattro ricercatori giapponesi che li hanno ideati.

Tuttavia, credono che ciò che viene presentato come parte del sistema linfatico nelle immagini della permanente non sia necessariamente così.

Inoltre, credono che alcune strutture nelle immagini della permanente siano troppo grandi.

Risponde alle critiche

Da parte sua, Al-Bayram ha risposto alle critiche norvegesi e giapponesi attraverso due articoli di commento.

Credono di non vedere direttamente i vasi linfatici con la risonanza magnetica, ma piuttosto di vedere il fluido con i rifiuti in quel sistema linfatico.

READ  - CA finito - VG

Allo stesso tempo, consentono la possibilità che le immagini contengano determinati errori, facendo apparire innaturalmente grandi alcune parti del sistema. Inoltre, hanno scritto che sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore.