Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Anna Anka rivela perché ha mantenuto il nome del suo ex marito

Anna Anka rivela perché ha mantenuto il nome del suo ex marito

Nel 2009, i telespettatori scandinavi hanno conosciuto la modella svedese Anna Anka (52 anni) e il suo allora marito, il cantante Paul Anka (82 anni), nella prima stagione del reality show “Swedish Hollywood Wives”.

Rivela dettagli sulla sua ragazza, che ha 20 anni meno di lui


Nella serie, la coppia viveva una vita spensierata con il figlio Ethan Anka (18 anni). Tuttavia, l’anno successivo, il matrimonio fu annullato in una procedura di divorzio molto pubblica e da allora si riversarono accuse da entrambe le parti.

Forse è per questo che in molti si sono chiesti perché la 52enne abbia scelto di mantenere il cognome dell’ex marito. Inversione consegnare Ora rivela il perché.

Per dieci anni interi Maria Montazami potrebbe essere vista come una delle mogli del programma “Swedish Hollywood Wives”, ma nel 2019 il programma è stato chiuso. Ora rivela ciò che molti si sono chiesti: se gli eventi dello show sono effettivamente reali. Giornalista: Ken Falch. Video: Ken Falch/Fiplay
Mostra di più

– Eccezionale

Quando le è stato chiesto se stesse pensando di cambiare cognome, ha risposto:

– ovviamente no. Se avessi portato via Anka, mi sarei considerato il padre di Ethan. Perché dovrei fare questo a mio figlio? È terribile.

Dovremmo ballare: molte persone probabilmente ricordano Anna Anka del suo periodo in Skal vi danse.  Qui con il suo compagno di ballo Glen Jurgen Sandaker.  Foto: Bjorgli & Bergersen/TV2

Dovremmo ballare: molte persone probabilmente ricordano Anna Anka del suo periodo in Skal vi danse. Qui con il suo compagno di ballo Glen Jurgen Sandaker. Foto: Bjorgli & Bergersen/TV2
Mostra di più

Secondo Anka la decisione non dovrebbe avere nulla a che fare con l’ex marito.

-Non gli farei mai una cosa del genere, è terribile. Ma so che molte persone si sono chieste perché ho mantenuto il suo titolo. Non ha niente a che fare con Paul, lo faccio per i miei figli e per nessun altro.

Attualmente, la moglie svedese di Hollywood è attualmente nel podcast Melodies of Life. Un podcast che ha realizzato per i bambini, in modo che possano conoscerla meglio.

FINE: Abbiamo incontrato la coppia sposata Josephine e Louis nella prima stagione della serie “Love Without Borders”. Ora Josephine può scoprire perché la relazione è finita. Video: Red Runner/Discovery+
Mostra di più

Verso gli ex mariti

Nel 2015, un tribunale della California le ha negato i diritti genitoriali su Ethan e sua figlia Ellie, 21 anni, dal suo ex marito, Lou Yeager.

Dopo un lungo e difficile caso contro l’ex coppia, nel 2016 ha finalmente vinto un processo per l’affidamento congiunto della figlia 21enne.

La figlia di una celebrità parla

La figlia di una celebrità parla


– Quello che mi ha fatto è disgustoso. Sta usando il sistema legale per farmi del male e usa nostro figlio come arma, come hai affermato altrimenti Esprimere Nel 2017.

Otto anni dopo, non c’è traccia dello scioglimento del fronte di ghiaccio tra Anna e gli ex coniugi. Affrontando Hunt, era chiara su come avrebbe gestito la situazione oggi.

freno: Esistono modi buoni e cattivi per flirtare e uno dei modi cattivi può essere chiaramente classificato come tale. Almeno finisce con una visita dal dentista a Björk. Video: TV2/Red Runner.
Mostra di più

– Paul ha venduto la casa adesso e vive a pochi minuti da me. L’ha messo sul mercato e da qui vuole voltare pagina. È perché Ethan adesso ha 18 anni, quindi Paul ora ha paura. Ora non può nascondersi dietro avvocati e tribunali. Paul non avrebbe potuto fare nulla per impedire a Ethan di venire da me se avesse voluto. Questo è stato anche il caso di Ellie, appena ha compiuto diciassette anni suo padre si è trasferito da Los Angeles e l’ha portata in Florida. È tragico che utilizzino le stesse tattiche.

Ha anche detto a Hunt che oggi non ha avuto contatti con nessuno dei bambini.

Leggi anche: – Non ho paura

READ  Discorsi di Pasqua, Harlem Alexander | Discorso di Pasqua: Harlem Alexander (35)