Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Anneline Eriksen è un'eccellente guida al transumanesimo

Anneline Eriksen è un'eccellente guida al transumanesimo

Anneline Eriksen: L'uomo eterno. A proposito di tecnologia, scienza e immortalità

Riparte un progetto di ricerca sul congelamento delle persone e sulla lotta alla morte.

Anneline Eriksen è professoressa presso il Dipartimento di Antropologia Sociale dell'Università di Bergen, con studi sulla nazione insulare di Vanuatu e sul movimento pentecostale tra le sue precedenti aree di specializzazione. A prima vista, ciò sembra molto lontano dall’argomento di questo libro, che riguarda il congelamento delle persone e il tentativo di digitalizzare la coscienza. Tuttavia Eriksen si rivelerà un'ottima guida per un fenomeno e un modo di pensare molto meno marginali di quanto si possa immaginare.

Per semplicità, posso dire che il libro descrive attori e progetti principalmente associati a due diversi tentativi di sfuggire alla morte con l'aiuto della scienza e della tecnologia, rispettivamente, la crionica (congelamento di persone) e i tentativi di preservare digitalmente la coscienza effettiva delle persone. Ideologicamente, questi sono raggruppati sotto il concetto di transumanesimo, “che richiede una nuova fase nello sviluppo umano”, l’idea che sia possibile cambiare e trascendere la vita umana e i suoi limiti fisici in vari modi.

annuncio

Anilina Eriksen

L'uomo eterno. A proposito di tecnologia, scienza e immortalità

Stampa universitaria, 2023

168 pagine

Prezzo consigliato: 399 NOK

Tuttavia, Eriksen non mira a essere un metodologo scientifico, ma piuttosto a dare slancio a ulteriori riflessioni e ricerche. Lo stile è fresco e libero, e lei si permette di passare da un esempio all'altro senza andare oltre la drammaticità del libro. Sentiamo parlare del robot torso Bina48, una replica esatta di una vera donna nera americana, carica delle sue storie e narrazioni e ricreata con l'aiuto dell'intelligenza artificiale. O il convinto autista dell'ambulanza, dotato di una sorta di dispositivo di raffreddamento fai-da-te, pronto a correre a sostituire il sangue con antigelo quando muore un membro del suo club. A prima vista questi fenomeni possono sembrare marginali ed eccentrici, ma il progetto di Eriksen mira a renderci visibile che sono solo espressioni di un cambiamento culturale più ampio e diffuso di quanto potremmo pensare: “Stiamo cambiando alcune cose”. Una comprensione di base di cosa significa essere umani; “Vivere, ma anche morire”.

READ  "Stop the war!": Incontro IYSSE di successo con gli studenti dell'Università Humboldt di Berlino

Il punto di partenza professionale di Eriksen significa che non ha bisogno di scrivere di “nulla”. effettivo Sarà possibile in futuro [, ] Che cos'è Egli dovrebbe è possibile, o qual è lo sviluppo “corretto” in senso morale”. Cerca invece di comprendere sia l’ideologia che la sua espressione concreta come “UN Fenomeno culturale».

La prospettiva dell'antropologa sociale di Eriksen significa anche che può analizzare e discutere in un modo molto diverso rispetto, ad esempio, a un tecnologo o uno storico della religione. Eriksen riesce a coniugare una visione rigorosa, quasi ingenua, dei fenomeni che indaga, con un formidabile corpus interdisciplinare di riferimenti teorici e una buona descrizione e comprensione dei fragili confini tra scienza e cultura popolare. Ad esempio: “Potrebbe sembrare che si geli parti di Il corpo lo sa mentre si congela tutto il corpo È un progetto non scientifico. I confini tra questi non sono assoluti, ma richiedono la comprensione di quanta fede o speranza si può ammettere nella scienza.

La visione ampia di Eriksen fa sì che il libro, nonostante il numero limitato di pagine, fornisca molti spunti per ulteriori riflessioni. L'autrice merita un elogio per aver trattato il suo materiale con rispetto: anche se alzo gli occhi al cielo e sento il bisogno di criticare il modo in cui gli imprenditori capitalisti della Silicon Valley come Elon Musk e Peter Thiel si vomitano negli dei, Eriksen trasmette il materiale in un modo che accresce il mio comprensione.

Forse il materiale migliore arriva alla fine, quando Eriksen raccoglie le fila. Mostra quanto la lotta per l’immortalità dipenda dalla fede e mette in luce le differenze e le somiglianze tra il movimento pentecostale e i transumanisti. Le riflessioni su come le idee stesse – liberare la mente dal corpo e liberare il corpo dalla morte – “abbiano una storia culturale” sono penetranti e istruttive. Forse il libro può essere considerato un compagno del libro più venduto di Lena Lindgren eco sonora. Presentano almeno alcuni temi sovrapposti, indicano alcuni degli stessi meccanismi e attori e mettono in guardia contro la privatizzazione dello spirito.

READ  Il Museo della Scienza espone parti del patrimonio di Grisolía

Quindi il libro parla specificamente di tecnologia, scienza e immortalità, come promette il sottotitolo: coloro che si aspettano un tour de force accademico professionale probabilmente rimarranno delusi, ma coloro a cui piacciono le belle storie (strappa-corpo) e la fantascienza che rasenta l'immortalità fantasia, probabilmente rimarrai deluso. Sarebbero interessanti e illuminanti possibili e valide analisi della dimensione spirituale e culturale del sogno di una via d'uscita tecnologica dalla morte.

Nel 2021, Eriksen ha ricevuto una sovvenzione dal Consiglio della ricerca per condurre uno studio più ampio “per comprendere il movimento scientifico-tecnologico dell’immortalità”. A seconda di come leggi questo libro, non puoi fare a meno di aspettare con ansia il resto.

Leggi anche: