Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Assistenza sanitaria, carenza infermieristica | Infermiera oncologica con 25 anni di esperienza:

Ecco come appare dall’interno dell’ospedale.

ultima discussione Esprime l’opinione dell’autore.


Questo post è stato originariamente pubblicato sul profilo Facebook dell’autore ed è riprodotto con il permesso.

Ho sempre sentito il bisogno di dire qualcosa su cosa significa lavorare in un sistema sanitario con una pressione sempre crescente da parte dei pazienti ricoverati in ospedale. Poiché a noi professionisti della salute vengono assegnati sempre più compiti di lavoro non pazienti, oltre al fatto che abbiamo un numero crescente di pazienti di cui prenderci cura.

Stare in questa posizione richiede molto e molti di noi sono stanchi ora. Questo post non vuole essere una critica al mio posto di lavoro, ma piuttosto una critica al sistema sanitario che necessita di miglioramenti.

Clicca qui per iscriverti alle newsletter di The Norwegian Discussion

Sono quasi le sette di sera. Per la prima volta da quando ho cambiato turno alle tre, ho tempo per prendermi cura del mio paziente. Era rimasta a letto per quattro ore, incapace di dire se soffriva o meno che girarsi nel letto. Il mio paziente ha più di 70 anni. Ha avuto un grave infarto e ha sofferto di insufficienza cardiaca. Ora il corpo non può più farcela.

Ho rinunciato al lavoro. La Madonna può fare di più per i servizi sanitari norvegesi. Ho smesso di mangiare e ho smesso di bere. Il nostro obiettivo ora è alleviare le sue malattie morenti. Se fatto correttamente, è una fine piacevole e dignitosa per la vita umana. Ma stasera c’è poco di vero.

Il mio lavoro sarà quello di infermiera per lavare i letti, le stanze dei malati e i servizi igienici

Suo marito ha chiesto aiuto per riportarla indietro durante il suo turno e ha avuto un rapporto. Ciò richiede mezz’ora tra ogni cambio di turno che garantisce una transizione graduale tra i turni ed è importante per la continuità. Inoltre, questo rapporto è spesso la nostra unica possibilità durante la giornata lavorativa di stare seduti fino a 30 minuti di fila, ma questa è una storia diversa. Il ragazzo ha ricevuto aiuto da sua figlia e insieme hanno messo da parte la madre.

READ  Ai fan possono essere negate le bandiere arcobaleno durante la Coppa del Mondo

Leggi anche: L’élite di Oslo colpita dal declino dell’industrializzazione mentale

Dopo aver inviato una segnalazione e aver cambiato turno, spesso c’è un arretrato di pazienti che sono pronti per essere dimessi e che sono in attesa di lasciare il reparto. Questi pazienti ci causano disagi, perché spesso hanno bisogno di un letto e di una stanza fino alla nostra partenza. Quando lasceranno il reparto dopo un cambio di turno, la squadra delle pulizie sarà tornata a casa. Di solito finiscono alle 3 del pomeriggio, quindi il mio lavoro come infermiera è lavare i letti, le stanze dei malati e i servizi igienici.

Sollievo dal dolore solo dopo otto ore

Oggi abbiamo anche due stanze per le infezioni che devono essere pulite e ogni stanza impiega tre ore per prepararla per il prossimo paziente. Il mio reparto è un reparto medico in cui circa il 100 percento dei ricoveri sono acuti. Ciò significa che dobbiamo essere sempre in grado di accettare qualsiasi cosa e chiunque. Pertanto, è necessario pulire le stanze, perché non sappiamo mai quando la hotline chiamerà e segnalerà nuovi pazienti.

Il mio paziente sta morendo. A volte geme e fa dei rumori. Quelli di noi che lavorano con questo ogni giorno, capiscono che fa male ed è infastidito dall’ansia. Il nostro medico aveva già prescritto di avviare la pompa del dolore molto prima che cambiasse il turno. A causa del lavaggio del letto, delle dimissioni dei pazienti, dell’infezione delle stanze e dell’arrivo di nuovi pazienti, al mio paziente non è consentito collegare la pompa del dolore fino alle 21:00. Questo è otto ore dopo che il medico ha prescritto la pompa.

C’è qualcosa di fondamentalmente sbagliato nel sistema sanitario norvegese quando gli infermieri sono abituati a pulire e servire il cibo, mentre il lavoro diretto orientato al paziente deve essere trascurato a causa di considerazioni operative. Ogni giorno devo lavare i letti, tirare lo sciacquone, ordinare l’attrezzatura e fare il portiere.

READ  Ospedale Vestfold | Esperienza del paziente dal nuovo reparto di cardiologia di Tonsberg: insufficienza di sistema ad alto livello

Doppio turno di lavoro a causa dell’esiguo numero di persone

Ho tre anni di istruzione e due anni di perfezionamento. Sono un’infermiera oncologica con 25 anni di esperienza come infermiera e mi rifiuto di accettare che i nostri ospedali non possano assumere persone nelle funzioni di supporto intorno a noi che lavorano direttamente con i pazienti.

Qualcuno può spiegarmi perché le persone con una laurea in pulizie, che hanno una formazione in detergenti e metodi, non lavorano in un ospedale locale dopo le 15:00?

Perché le infermiere stressate dovrebbero pulire, riempire cassetti e armadi, ordinare asciugamani di carta e correre a prendere vestiti e biancheria da letto? L’ospedale è operato ininterrottamente, lunedì e sabato 17 maggio alla vigilia di Natale. Abbiamo bisogno di addetti alle pulizie al lavoro tutto il giorno, che possano metterci a nostro agio in modo che possiamo prenderci cura dei malati.

Siamo molto sotto pressione in questo momento. Le persone sono stanche ea volte abbiamo una mancanza di malattie. Nell’ospedale locale in cui lavoro, il personale è regolarmente obbligato a raddoppiare il servizio a causa della carenza di persone. Immagina 14 ore circa senza sosta, essendo responsabile della vita e della salute delle persone. Inoltre, siamo costantemente a corto di letti e camere.

Leggi anche: Jens Stoltenberg deve dimettersi e salvare il governo per un nuovo errore della banca norvegese

Quando utilizzo la hotline, sono spesso più preoccupato se abbiamo spazio per i pazienti segnalati e se abbiamo abbastanza persone che si prendono cura di loro, piuttosto che per la salute dei pazienti. Risolvere le sfide logistiche a volte supera qualsiasi incarico infermieristico che altrimenti potrei assumere.

Le dichiarazioni politiche di sostegno non hanno senso

Cari politici della salute.

Non abbiamo bisogno di più pacche sulle spalle o dichiarazioni di supporto verbale come “stiamo facendo un ottimo lavoro” o “stiamo con te”. Abbiamo bisogno di un vero sostegno finanziario nel sistema sanitario norvegese. I fondi dei livelli più alti dovrebbero essere stanziati per creare posti di lavoro negli ospedali e per assumere più persone; Non solo infermieri e medici, ma anche personale operativo come colf, facchini, bioingegneri e personale di cucina.

READ  Dibattito, scorci | Rispondi a Farstad su Haikin

Abbiamo bisogno di funzioni di supporto di qualità che integrino le esigenze indirette dei pazienti. Brevemente; Abbiamo bisogno di più persone. Osserviamo ogni giorno che la necessità di servizi sanitari è in aumento. A questo si può rispondere solo permettendoci di soddisfarlo finanziariamente. Non hai bisogno di un MBA per capire che fornire servizi sanitari non paga. Nessun prodotto vendibile esce dall’altra parte.

Ha bisogno di un forte sostegno finanziario

Quindi, la pressione disumana che ci esercitiamo noi operatori sanitari, quando l’ospedale “come azienda” risparmia denaro e sceglie di farlo interrompendo il lavoro, annullando le vacanze di Natale come in UNN e chiedendoci di andare a lavorare due volte. trasformazioni. Qualche soluzione a questa crisi? Per quanto tempo si può gestire un’impresa in queste condizioni?

Leggi altre recensioni da Norwegian Debate

Per me le dichiarazioni di sostegno politico non hanno senso se non sono accompagnate allo stesso tempo da importanti azioni immediate. Non possiamo operare in un’emergenza permanente. Quando l’ondata di invecchiamento arriverà al massimo tra 5-10 anni, avrò compiuto 60 anni. Non credo di essere più al fronte.

Al mio paziente, non posso fare a meno di scusarmi. È vittima di un errore di sistema.

Ciò che è sbagliato è il modo in cui sono gestiti gli ospedali norvegesi e abbiamo bisogno di una volontà politica onesta per il cambiamento e di un forte sostegno finanziario per cambiare il sistema ospedaliero. Non posso più accettare che come infermiera dovrei essere impiegata nelle pulizie, nella logistica e nei lavori domestici quando la vita e la salute dei pazienti sono addestrate a prendersi cura di loro.