Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Avverte in caso di scarica di emergenza – VG

Una nave mercantile che trasporta tonnellate di sostanze chimiche sta per affondare al largo delle coste dello Sri Lanka.

Inserito:

La nave è in fiamme dal 20 maggio, la Guardia Costiera dell’India e la Marina dello Sri Lanka Da allora ha lavorato duramente per spegnere le fiamme.

Le emissioni della nave mercantile, caricata con 25 tonnellate di acido nitrico, liscivia e altri prodotti chimici, oltre a 28 contenitori di microplastiche, hanno portato a quello che le autorità definiscono il peggior caso di inquinamento delle spiagge dello Sri Lanka di sempre.

Grandi quantità di microplastiche, diesel e rifiuti hanno già ucciso in mare e sono state trascinate a riva sulle spiagge.

La nave è anche carica di grandi quantità di petrolio e la Maritime Protection Agency (MEPA) dello Sri Lanka ha avvertito che la nave che affonda potrebbe causare un disastro di scarico.

Potrebbero essere interessati 30 km di costa, dalla zona turistica di Negombo a Dikovita, scrive la CNN.

Mercoledì mattina, la nave ha iniziato ad affondare e le autorità hanno lanciato un’operazione per tentare di trascinarla in mare, lontano dalla costa.

Tuttavia, hanno dovuto rinunciare a provare, afferma il ministro della pesca del paese Kanchana Wijesekera. La nave è ora nel Lago Lagombo.

– Vengono attuate misure di emergenza per proteggere il lago e i suoi dintorni, ridurre i danni da rifiuti o in caso di fuoriuscita di petrolio, dice alla CNN.

Tra l’altro, nella zona è stato imposto il divieto di pesca. per me custode Ben 5.600 pescherecci locali sono stati colpiti dall’incidente.

READ  India - le devastazioni dei micidiali funghi Covid:

– Non possiamo andare in mare, il che significa che non possiamo guadagnarci da vivere, dice al giornale Joshua Anthony, presidente dell’Associazione regionale dei pescatori.

Foto: DISPENSA MEDIA DELL’AERONAUTICA DELLO SRI LANKAN / MEDIA DELL’AERONAUTICA DELLO SRI LANKA

A bordo della nave c’erano un totale di 1.486 container, 81 dei quali contenevano i cosiddetti “rifiuti pericolosi”, secondo la compagnia di navigazione Ex-Press Feeders.

La nave era in viaggio dal Gujarat in India a Colombo nello Sri Lanka quando l’incendio è divampato il 20 maggio. Si trovava allora a nove miglia nautiche dalla costa dello Sri Lanka.

Le autorità del Paese hanno avviato un’indagine penale per scoprire come sia iniziato l’incendio.