Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Battaglia di Mariupol – Dentro Azovstal:

– Quando siamo entrati in città, l’atmosfera era molto speciale, ha detto Viktor Matcha, 38 anni, a Dagbladet mercoledì.

Ha visitato due volte le acciaierie Azovstal a Mariupol per scattare foto per il suo progetto documentario: “The Beauty of Steel” o “The Beauty of Steel” in norvegese.

La prima volta è stata nel 2012 quando la zona sembrava pacifica e indifferente.

La seconda volta nel 2016, il suono di spari e risse ha tenuto sveglio Matcha di notte.

L’unica cosa rimasta


Il cuore del settore

– Era molto lontano, ma anche da lontano potevo sentirlo chiaramente. Il fotografo ha detto che era molto scomodo.

Sebbene Matcha lavori nel settore immobiliare e abbia un master in teologia, scienza e religione, il 38enne ha un debole per la crocifissione.

Mentre altre persone scelgono di collezionare francobolli e farfalle, Matcha fotografa le acciaierie di tutto il mondo, ma solo per hobby.

“Maripol è il cuore dell’industria ucraina e una delle regioni più importanti dell’industria siderurgica sovietica”, afferma Matcha, aggiungendo:

– Questa non è la fine di Azovstal, ne sono sicuro.

Anche dopo aver visitato più di 300 acciaierie, il 38enne ricorda bene la recente visita a Mariupol, che ha presentato più sfide di quanto inizialmente pensato.

Nascondersi: si dice che i restanti soldati di Mariupol si siano rintanati nelle acciaierie di Azovstal, alla periferia della città.  Foto: Victor Matcha / 2016.

Nascondersi: si dice che i restanti soldati di Mariupol si siano rintanati nelle acciaierie di Azovstal, alla periferia della città. Foto: Victor Matcha / 2016.
Mostra di più

Battaglione Azov incontrato

L’accesso alla struttura in sé non è stato un grosso problema nel 2012, ma dopo l’invasione del 2014, quando le forze separatiste hanno preso il controllo di gran parte della regione del Donbass, la situazione è cambiata radicalmente, anche per Masha.

È difficile concentrarsi sul lavoro quando si sentono gli scatti a 100 metri dal cancello principale, afferma il fotografo.

Credo: un carro armato russo è stato fotografato vicino alle acciaierie il 12 aprile.  I russi ora controllano gran parte della città portuale.  Foto: Reuters/Alexander Ermoshenko

Credo: un carro armato russo è stato fotografato vicino alle acciaierie il 12 aprile. I russi ora controllano gran parte della città portuale. Foto: Reuters/Alexander Ermoshenko
Mostra di più

Matcha ha dovuto passare attraverso tre posti di blocco militari per l’ingresso, uno presidiato dall’esercito ucraino e gli altri due presidiati dal battaglione Azov.

– Controllano tutto. Matcha dice bagaglio e passaporto, quindi ho dovuto ottenere un invito scritto dall’acciaieria stessa.

Trascorse circa mezza giornata nella grande struttura e descrisse un’atmosfera molto tesa.

– Gli operai erano nervosi, perché non sapevano se una bomba sarebbe volata nella nostra direzione oppure no, disse, tremando leggermente.

Guerra in Ucraina: Le acciaierie Azovstal a Mariupol saranno il nascondiglio per le ultime truppe ucraine nella città occupata di Mariupol. Video: Reuters
Mostra di più

– ambiente ostile

In totale, l’intera acciaieria copre più di 11 chilometri quadrati alla periferia della città. La devastazione della guerra nel 2014, secondo Matcha, era abbastanza evidente a Mariupol due anni dopo l’invasione.

– Sai, è un ambiente molto ostile lì, ma mi piace molto, ride dolcemente e aggiunge:

– È totalmente travolgente.

Ha descritto dozzine di diversi edifici e fabbriche all’interno della piazza gigante.

L’odore all’interno è molto puro e ci sono migliaia di minuscole particelle di polvere nell’aria. Continua: È così disgustoso quando respiri.

Se migliaia di persone si fossero nascoste nell’area, il fotografo credeva ancora che sarebbero state al sicuro se ci fosse stata una bomba.

In definitiva: le forze russe hanno ripetutamente promesso che gli ultimi Azovstal rimasti avrebbero avuto libero passaggio attraverso i corridoi umanitari, se le forze ucraine avessero deposto le armi.  Foto: Victor Matcha / 2016.

In definitiva: le forze russe hanno ripetutamente promesso che gli ultimi Azovstal rimasti avrebbero avuto libero passaggio attraverso i corridoi umanitari, se le forze ucraine avessero deposto le armi. Foto: Victor Matcha / 2016.
Mostra di più

smentire le voci

Quanti nascondigli pensi?

– Questa carpenteria è molto avanzata. Nel 2016 vi lavoravano 25.000 persone. Pertanto, puoi immaginare le dimensioni della pianta dall’interno, afferma Matcha.

Diversi media hanno recentemente riferito che le ultime truppe ucraine sono ospitate presso la struttura, insieme a circa 1.000 civili. Un numero non confermato dai media indipendenti.

Tuttavia, Matcha confuta tutte le voci sui numerosi tunnel e camere sotterranee segrete.

– Mi dispiace dirlo, ma non è vero. Non ci sono tunnel sotterranei, solo rifugi ordinari. Questo è. Non c’è una città segreta sotto la città, dice e ride dolcemente.

Almeno non come ha visto il matcha.

Intelligence ucraina: - Sulla strada per un nuovo obiettivo

Intelligence ucraina: – Sulla strada per un nuovo obiettivo


Parla dei giorni

– Ti sei sentito al sicuro?

– Ho viaggiato in Ucraina durante un conflitto di guerra, quindi come può qualcuno sentirsi al sicuro in una situazione del genere?

Dopo qualche riflessione, ha comunque risposto che si sentiva bene durante la visita, a differenza del suo collega russo che si sentiva insicuro.

– Sfortunatamente, è stata solo una breve visita, quindi non sono stato in grado di documentare ogni angolo, cosa che volevo davvero. Matcha ha detto che la visita non era ben pianificata e quindi non ho avuto il tempo.

Ora: ecco com'è ora in una centrale elettrica in acciaio.  Il fumo si è alzato nell'area mercoledì.  Foto: Reuters/Alexander Ermoshenko

Ora: ecco com’è ora in una centrale elettrica in acciaio. Il fumo si è alzato nell’area mercoledì. Foto: Reuters/Alexander Ermoshenko
Mostra di più

Si ritiene che molti dei grandi edifici, che ricorda dall’interno della struttura, fossero già stati distrutti durante la guerra in corso. Pertanto, è scettico su quanto a lungo possano resistere le forze ucraine.

– Penso che sia solo questione di giorni ormai, prima che debbano arrendersi, dice Matcha, che aggiunge che purtroppo non pensa che sarà possibile fare una terza visita in futuro – per ovvi motivi.

READ  I ricercatori rivelano l'epidemia del virus Corona nell'antica Asia orientale