Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ci sono adulti in casa?

Se riusciamo a gestire cinque crisi, potremmo affrontare sei crisi. Ma possiamo farne sette?

Va detto che lo Stato della Terra nell’autunno del 2022 è stata una grave sconfitta per tutto, dalla diplomazia alla democrazia eletta, dalle azioni di politica climatica alla cooperazione in materia di politica climatica. Siamo nel bel mezzo di guerre e disastri climatici – tra l’altro – che si rafforzano a vicenda – ci sono segnali che molto è andato storto negli anni precedenti. Il logo non dovrebbe essere il percorso più stabile, ma d’ora in poi: un nuovo percorso. Preferibilmente un turno completo. ma come? Non è stato solo Putin a mettersi all’angolo, ma anche gran parte della comunità internazionale. In caso contrario, non saremmo dove siamo oggi.

Niente accade da solo. Alcuni di noi sopravviveranno alla guerra e ai cambiamenti climatici e coloro che rimangono hanno la responsabilità di ripulire da zero e devono pensare in modo creativo, calmo e completamente nuovo. Molti fatti accettati dovrebbero essere ignorati. Abbiamo superpoteri? Dovremmo fare trading nel modo in cui interagiamo oggi? Dovremmo avere altre forme di democrazia diverse da ciò che accade ogni quattro anni? Dovremmo avere libero accesso ai voli o è qualcosa che non dovremmo mai avere? Abbiamo compreso le profonde conseguenze della crescente disuguaglianza economica tra le persone e le turbolenze sociali e interne che ne derivano?

Abbiamo considerato cosa comporta la dissonanza tra le leggi politiche da un lato e la realtà della vita quotidiana delle persone dall’altro sugli atteggiamenti delle persone e sulla loro fiducia nel futuro? Comprendiamo appieno cosa fa questa dissonanza alla visione del mondo delle persone, in combinazione con gli algoritmi di Internet e l’accesso alle cospirazioni? Comprendiamo i pericoli delle cospirazioni per la scienza, la solidarietà, la democrazia, la società, l’illuminazione e le conversazioni reali? e così via.

In qualche modo ancora non lo capisco, è tutto rovesciato nella sabbia.

Domani inizia a Oslo la conferenza sulla globalizzazione. Quando ho scritto le domande di cui sopra, mi sono ricordato che molte di loro suonavano familiari. Li ho già sentiti. Abbiamo fatto queste domande forum sociale mondiale, di cui fa parte la Norwegian Globalization Conference, alla fine degli anni ’90 e per alcuni ottimisti anni a venire. In tali arene, in contrasto con il World Economic Elite Forum, gruppi di base, individui politicamente interessati, famosi politici, ricercatori ed economisti si sono riuniti e si sono avventurati in grandiose conversazioni su enormi cambiamenti. Sono passati alcuni anni in cui è stato meraviglioso essere solidali e non tollerare l’ingiustizia che non riguardava noi e tutti gli esseri viventi sulla terra.

READ  Guarda le fantastiche foto vincitrici

C’era ottimismo e alla fine si giunse a un’intesa comune che si trattava di una critica sistematica applicata: lo stesso sistema di crescita economica era la causa di molte altre crisi. Abbiamo dovuto affrontare il male alle sue radici e discutere quanto forte e sgradevole. Ma prima che potessimo cambiare le grandi cose, le grandi cose hanno preso il controllo del mondo che volevamo cambiare.

In qualche modo ancora non lo capisco, è tutto rovesciato nella sabbia. Ha a che fare con il terrore dell’11 settembre, qualcosa a che fare con la guerra al terrorismo che abbiamo perso in battaglia, qualcosa a che fare con condizioni di vita diverse per i giovani di oggi rispetto a noi stessi, qualcosa a che fare con Internet e qualcosa da fare con lo zeitgeist del post-2000 che Mettere la solidarietà nel contesto di qualcosa di sporco. C’è anche qualcos’altro qui, qualcosa che ha a che fare con la forza e l’impotenza.

Abbiamo una crisi climatica. crisi ambientale. crisi energetica. Crisi di disuguaglianza. crisi dei rifugiati. guerra.

Abbiamo un mondo di narcisisti al potere e alcuni di loro rovinano tutto per il resto di noi. Come e perché, qualunque “noi” siamo, abbiamo fatto in modo che queste persone si sviluppassero a spese di tutti noi?

Sogniamo di notte e facciamo incubi durante il giorno. Non capiamo se stiamo vivendo in una favola, in un brutto film di James Bond o in una sciocca opera politica è davvero difficile dirlo. Ma possiamo dire questo: che tragica sconfitta per la diplomazia, che la guerra in Ucraina è stata autorizzata a degenerare nell’orribile e diventare sempre più orribile con il passare del tempo. Che drammatica conseguenza del sottofinanziamento delle Nazioni Unite, Non da ultimo le forze di pace, ha sostenuto che l’organizzazione non aveva il peso e la forza che avrebbe dovuto avere. Che tradimento Vincitori del Premio ICAN per la Pace E per tutti coloro che hanno combattuto contro i rinforzi, nel 2022 avremo paura delle armi nucleari e avremo paura di una corsa agli armamenti. Che presa in giro degli scienziati del clima di tutto il mondo perché la loro ricerca, gli avvertimenti e la pubblicazione paziente non sono stati presi sul serio dal punto di vista politico. Che truffa i giovani che picchiavano per il clima e scherzavano in nome della natura.

READ  La scienza mira a salvare il "cavallo della foresta"

“Nessuno dei nostri sogni, speranze, piani e aspettative può sopravvivere alla perdita di un pianeta inabitabile”, George Monbiot ha scritto sul Guardian questa settimana. Che prezzo per l’ipocrisia, quando i politici parlavano con arroganza del valore intrinseco della natura, l’uguale valore di tutte le persone, mentre i detentori del potere in pratica praticavano esattamente il contrario: distruzione E il differenza.

Abbiamo una crisi climatica. crisi ambientale. crisi energetica. Crisi di disuguaglianza. crisi dei rifugiati. guerra.

Dio è attualmente presente nelle piccole cose, perché nelle grandi cose ci sono forze oscure in gioco.

E ora come tubi del gas n. 1 e 2 a pezzi da almeno quattro atti di sabotaggio Tuttavia Associato sia alla crisi climatica E con l’escalation della guerra in Ucraina, ci stiamo avvicinando al numero massimo di crisi che si possono tollerare. Sia il mondo che noi come individui.

Quelli che dovevano essere adulti – e noi che li abbiamo scelti – hanno fallito completamente. Il “salvataggio” arriva da bordo campo. I populisti di destra, con i loro slogan e soluzioni rapide, sono tentati da molti che non hanno nulla da perdere. Che tradimento che la politica non ha saputo regalare alle persone una quotidianità per cui valga la pena lottare, invece della quotidianità sono pronte a rinunciare quasi a tutto, ad esempio in Giorgia Meloni.

Dio è attualmente presente nelle piccole cose, perché nelle grandi cose ci sono forze oscure in gioco. È un bene che sia autunno, perché abbiamo molte candele da accendere e almeno farà caldo dentro. Certe notti è tutto ciò che abbiamo.

(Testo pubblicato per la prima volta in Dagsavisen, 30 settembre 2022.)

READ  Dobbiamo fornire ai bambini uno spazio sicuro e aperto da esplorare