Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Corrisponde a otto mesi di emissioni di CO2 danesi

I calcoli dell’organizzazione ambientale si basano su rapporti ufficiali secondo cui per ogni gasdotto verranno rilasciati circa 155 milioni di metri cubi di gas.

– L’intero importo è ora sul punto di fuoriuscire, afferma Mads Flarob Christensen, segretario generale di Nordic Greenpeace.

Il rilascio può essere calcolato in base a diversi modelli del tempo impiegato dal metano per decomporsi, secondo l’agenzia di stampa danese Ritzau. Greenpeace si basa su un periodo di decomposizione di 20 anni, così come le Nazioni Unite.

Ritsao scrive poi che le emissioni corrispondono a 30 milioni di equivalenti di anidride carbonica.

– Ciò equivale a ciò che esportiamo in Danimarca in otto mesi, che è una quantità enorme. Questo è un altro motivo per cui dovremmo stare attenti a scommettere il nostro futuro sui combustibili fossili, afferma Christensen.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen è stata tra coloro che hanno deciso che la fuga di notizie era un sabotaggio.

Non è chiaro quanto

Se si calcola che il metano si decompone in 100 anni, la fuga di gas si traduce in circa un quinto delle emissioni annuali di anidride carbonica della Danimarca, scrive il quotidiano Politiken, che ha anche calcolato il rilascio.

Tuttavia, non è chiaro se tutto il gas fuoriuscirà dai tubi. Le autorità danesi hanno affermato che si aspettano che non saranno in grado di avvicinarsi abbastanza ai tubi per esaminarli fino a una settimana da oggi.

Fino ad allora il gas continuerà a fuoriuscire in grandi quantità e non c’è nulla che si possa fare per fermare la perdita.

READ  La disputa sulla sua isola - la "guerra del whisky" finisce dopo 50 anni

Potrebbe non far male

Il lato positivo è che la perdita non ha un impatto importante sulla vita marina intorno ai cavi, almeno secondo Greenpeace e Jacob Carstensen, professore di ecologia marina.

È probabile che l’impatto ambientale locale sia limitato perché il gas si disperde nell’atmosfera direttamente attraverso i corpi idrici molto rapidamente, afferma il leader di Greenpeace.

Carstensen è d’accordo e dice a Politiken che solo i pesci vicini alla fuoriuscita potrebbero essere stati danneggiati. Conferma che il gas non è tossico.