venerdì, Giugno 14, 2024

cultura, spettacolo, concerto | Grande successo per le feste della pipa a Hønefoss

Must read

Jolanda Alfonsi
Jolanda Alfonsi
"Specialista del web. Avvocato freelance del caffè. Lettore. Esperto di cultura pop sottilmente affascinante."

Kantor Stein Soudal era così orgoglioso e felice sabato quando sua moglie, Carrie Monsen Sodal, è entrata nell’organo della chiesa di Hønefoss per un nuovo concerto.

Inviato:

Molti ascoltatori sono tornati alla chiesa di Hønefoss e Carey non vedeva l’ora di suonare il meraviglioso organo costruito dall’organaro tedesco Rench.

Le infinite possibilità del suono e lo spettacolo sonoro che le canne dell’organo emettono nella stanza della chiesa, Carrie si è impegnata a sfruttare il più possibile, sotto i pezzi d’organo per i quali aveva trovato le note.

Si è aperto con un’introduzione in do maggiore di Johann Sebastian Bach, forse uno dei più grandi compositori di musica sacra.

Adagio è stato il suo lavoro successivo, un pezzo che molte persone conoscono e con cui molti si associano.

Melodico e bellissimo. Il compositore italiano Albinoni è il compositore che per molti anni è stato lo “scrittore” di questo brano.

Ma in seguito si è scoperto che l’intera composizione è stata scritta da Remo Gioazotte. Eseguito per la prima volta nel 1958 e molto popolare, il lavoro è stato originariamente scritto per archi e continuità d’organo. La versione di Carrey della commedia è stata arrangiata da Kåre Nordstoga.

Abbiamo ascoltato un altro lavoro del tedesco meridionale Johann Bachebel, un inno con variazioni di “Was Gott tut, dass ist wohlgetan”. 9 forme diverse ci danno suoni massicci e vari da oltre 2.400 tubi nell’organo.

L’organista e compositore svedese di Dalarna aveva scritto Fäbodpsalm från Âlvdalen, cantato da Kari Monsen Soudal.

READ  Cultura e spettacolo, balliamo

Come ultima cifra per la cerimonia, il pubblico della chiesa di Hønefoss ha ascoltato un pezzo di Leidulv Grimsmo da Nordmøre. Improvvisazione sulle note del famoso inno “Grazie a Dio adesso”.

Un bel nuovo concerto è finito, ma non vediamo l’ora che arrivino i prossimi due sabati.

Gli Stein Soudal suonano sabato 17 luglio.

I primi due concerti di fila sono Stein Sødal, che lavora alla chiesa di Hønefoss dal 2002.

  • Musicista di chiesa istruito con studi tra l’altro presso l’Accademia norvegese di musica e l’Università di Oslo.
  • Inni Superiori ed Esame dei Membri 1983 ed Educazione Pedagogica.
  • Soudal ha nominato Björn Boysen come insegnante di organo e Hans Sollom suona il pianoforte.
  • Attivo come organista, pianista, direttore d’orchestra e insegnante di musica.
  • Ha tenuto numerosi concerti in Norvegia, Svezia, Polonia e nell’ex Cecoslovacchia.
  • Suona regolarmente in concerti grandi e piccoli, da sola o con altri artisti nella chiesa di Hønefoss. Attivo nell’attività corale come direttore e accompagnatore.
  • Responsabile delle attività musicali della chiesa presso la chiesa di Hønefoss.
  • Ha concerti e collaborazioni regolari lì con organizzazioni e vita musicale di volontariato.

Guturm Gulling è l’ultimo organista a debuttare quest’estate, il 24 luglio.

Guttorm Guleng ha iniziato a suonare l’organo con Magne Hansen e Bjørn Andor Drage nella cattedrale di Bodø.

Da allora ha studiato organo con Karstein Ærø, Andreas Liebig e Kåre Nordstoga a Oslo, nonché con il professor Hans Fagius a Copenhagen/Lund e Mikael Wahlin a Göteborg.

Guleng tiene regolarmente concerti in Norvegia e si è esibito in Svezia, Danimarca, Inghilterra, Irlanda, Svizzera, Austria, Slovacchia e Stati Uniti.

Nel 2005 ha vinto il primo premio al Dublin International Organ Competition, che ha portato a incarichi musicali presso il Kings College (Cambridge), la Cattedrale di Westminster, la Cattedrale di Canterbury e la Cattedrale di San Patrizio (Dublino).

READ  Morta l'attrice di 'Star Trek' Nichelle Nichols - VG

Le composizioni spaziano dal barocco al moderno, con un focus principale sulla musica di Johann Sebastian e la musica romantica. Oltre a suonare l’organo, Guttorm è un medico e lavora come dermatologo.

More articles

Latest article