Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Dibattito norvegese, Roberto Mancini | Dai un’occhiata al DNA italiano del calcio, che potrebbe vincere l’Europeo

Quando l’Italia non bastava, per quanto ne sappiamo erano tornati in Italia. La resurrezione della squadra di Roberto Mancini sarà coronata dalla finale degli Europei di domenica a Wembley.

Commenti Esprime le opinioni dell’autore.


Italia – Spagna 1-1, rigore 4-2

nessuno è qui Nel calcio, anche le migliori squadre avranno sempre il loro successo. Visto in questa luce, non ci sono state lamentele per la Spagna dopo il gioco a Wembley.

Non basta dominare la competizione per essere nettamente il migliore in una semifinale agli Europei.

Se vuoi avere successo, devi averne abbastanza.

La Spagna è disabile Contro l’Italia è bastato, ma non stasera. Non è servito a tenere la palla per i due terzi delle volte. Non è servito a umiliare gli italiani con giochi e movimenti di passaggio, e i Blues non sono mai riusciti a trovare o raccogliere.

Clicca qui per iscriverti alle newsletter della discussione norvegese

Indipendentemente dal fatto che l’Italia fosse corta e concisa, o pressata per creare falle per un contropiede positivo, con la palla, la Spagna ha fatto esattamente quello che voleva.

L’unica cosa che sono riusciti a fare solo una volta è stato tirare la palla verso la porta.

Ecco perché tornano a casa.

Devi essere Odio il calcio italiano, in alternativa basato sull’abilità e sul possesso di palla, e se non sei d’accordo che la Spagna sia stata la migliore squadra di calcio di sempre a Londra questo martedì sera, a volte è stato interessante da guardare. La cosa senza di essa. Alla fine l’Italia ha vinto ai rigori. Questo è ciò che è importante.

READ  Coglione italiano di 18 anni, Ricardo "Rainer" Romiti, campione del mondo StarCraft 2 2020/2021

Leggi anche: Dal 2018, Rosenborg è tornato indietro nel futuro

Inoltre, ovviamente, l’Italia è sopravvissuta per 120 minuti contro un avversario migliore e alla fine ha vinto.

Questa è parte della storia.

Dopotutto, questa è la parte più importante della scrittura storica del concorso.

Questo è qualcosa La forza e la capacità dell’Italia di difendersi come una joint venture quando nient’altro funziona. Quando si tratta davvero di questo, è completamente unico. Per quanto riguarda la partita, la squadra può guardare tutta la notte. Difensivamente, specialmente nella sua stessa scatola, è potente.

Contro gli spagnoli, hanno avuto solo la palla nella loro metà campo e, che lo facessero o no, gli spagnoli hanno dominato il gioco in campo.

Nella sua stessa scatola, invece, era inceppata come al solito.

Nella propria scatola, l’Italia gioca sempre per la vita.

UN GINOCCHIO qui Che si tratti di una gamba o di una schiena, non importa quali parti del corpo impediscono all’avversario di tentare o trovare una via con un palo. Il modo in cui lo fanno è la forza dell’Italia. Capacità di sicurezza stessa.

Quando un gioco del genere non funziona, o quando i tentativi di recuperare palla finiscono nell’eterno inseguimento dell’avversario più salva-palla, le migliori versioni dell’Italia lo prendono.

Roberto Mancini ha messo in piedi una simile versione.

Per quattro anni A causa della sconfitta per 0-3 contro la Spagna nelle qualificazioni ai Mondiali per la Russia, della sconfitta umiliante e della successiva sconfitta nei playoff contro la Svezia, l’Italia è crollata. Era come se la capacità difensiva della squadra fosse gonfiata. È stato come avere qualcuno in carne con il DNA del calcio italiano.

READ  Cultura italiana

Leggi anche: Cielo e mare – qui devi buttare tre miliardi di fognature e distruggere l’ambiente locale

Roberto Mancini lo ha visto e ne ha scavato le radici, ma allo stesso tempo ha lasciato che fosse la versione migliore e più audace di ciò che siamo abituati a vedere dalle Azzorre italiane.

Ora hanno giocato 33 partite di fila senza sconfitte.

Sono stati fatti tentativi per duplicare 34 della formazione di Åge Harite con la Danimarca nella finale del Campionato Europeo di domenica a Wesley.

L’Italia no La loro versione migliore quando sono andati in finale. Non erano nemmeno vicini. Il gioco con la palla era spesso impostato per calmare e disturbare l’avversario con le piccole piazze e i passaggi corti che aggiungevano. Contrattacca a grande velocità con molte persone, Tito.

Ma un contropiede ha funzionato meglio: è iniziato con il suo stesso portiere, poi quattro tocchi per portare la Spagna in vantaggio per 1-0.

Anche lì, oltre alla già apprezzata capacità difensiva, si è vista l’energia e la classe della squadra.

Nonostante la perseveranza contro la Spagna, il rigore alla fine ha vinto.

Domenica potrebbe vincere il titolo europeo.

Leggi altri commenti dalla discussione norvegese