Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Equinor e Hitecvision sono diventati partner per Offshore Wind – E24

Equinor e Hitecvision Vårgrønn stanno fondendo e chiedendo una licenza per sviluppare 1 miliardo di venti galleggianti offshore a Utsira Nord. Ora la produzione effettiva di vento offshore è iniziata, afferma Pål Eitrheim di Equinor.

Hitecvisions Ole Ertvaag e Equinors Pål Eitrheim sono in buona compagnia, proprio qui a Jåttå. Vårgrønn, di proprietà congiunta di Eni e Hitecvision, costruirà un grande parco eolico offshore con Equinor.

John Engmundsen

Pubblicato:

Nella stessa settimana in cui Equinor si è aggiudicata gli importantissimi contratti per l’energia eolica offshore in Polonia, la società ha annunciato un’ampia collaborazione con la nuova società, Vårgrønn, di proprietà di Hitecvision ed Eni. Insieme, cercheranno di ottenere una licenza interessante per sviluppare e gestire un parco eolico galleggiante nella regione settentrionale del Mare di Utsira.

L’eolico offshore galleggiante sarà un’industria grande e anche molto importante per poter raggiungere gli obiettivi climatici da Parigi, afferma Pål Eitrheim ad Aftenbladet / E24. È il vicepresidente esecutivo di New Solutions presso Equinor.

I due partner concordano sul fatto che Equinor siederà al posto di guida e deterrà una partecipazione di proprietà del 65% nel progetto, mentre Vårgrønn riceverà il 35%.

Ci saranno parchi eolici offshore in queste due regioni. È più adatto per esportare elettricità dalla regione al confine con la Danimarca.

NVE

Grandi ambizioni

L’italiana Eni e Hitecvision possiedono insieme Vårgrønn con una quota di proprietà rispettivamente del 70 e del 30 percento. Le ambizioni sono grandi.

Questo progetto sarà fondamentale per la nostra ambizione di possedere e gestire una capacità installata di 1 GW entro il 2030, afferma il CEO Olaf Hettland di Fargron. È molto soddisfatto dell’accordo con Equinor e sottolinea l’importanza dei venti galleggianti offshore nello sviluppo dell’industria dei fornitori norvegesi.

Vårgrønn mira a investire 20 miliardi di NOK nei prossimi 10 anni.

Pål Eitrheim di Equinor è convinto che i venti galleggianti offshore potrebbero diventare un settore importante per l’industria norvegese in futuro.

John Engmundsen

Frame sconosciuti

Nessuno conosce ancora il quadro finanziario per lo sviluppo di Equinor e Vårgrønn. Ma sarà fantastico.

Ora abbiamo completato i progetti pilota e di test. È giunto il momento di aumentare, tagliare drasticamente i costi per chilowattora e investire su scala industriale e su larga scala, afferma Etterheim.

In generale, significa una capacità installata compresa tra 300 e 500 megawatt. In confronto, le 11 grandi turbine attualmente prodotte da Hywind Tampen che alimenteranno Gullfaks e Snorre, hanno una capacità totale di 88 MW.

Secondo Eterheim, la Norvegia ha grandi vantaggi quando questa nuova industria è ora agli inizi.

Abbiamo le risorse eoliche, conosciamo la tecnologia marina meglio della maggior parte di noi e abbiamo l’esperienza. Siamo ora entusiasti di ciò che il governo includerà nella sua guida alle domande di licenza. Prima che questo sia noto, è difficile parlare sia del quadro di investimento che della tempistica. Ma attraverso questa collaborazione, stiamo dimostrando che Equinor prende sul serio Utsira Nord, afferma Eitrheim.

Molto intorno alla gamba

Ci sono molte altre persone che vogliono anche licenze eoliche offshore. In generale, apre il potenziale di sviluppo per Fino a 4.500 megawatt nel nord e nel sud del Secondo Mare del Nord. Pari Consumo di 1,2 milioni di famiglie norvegesi Nella produzione di sei mesi.

Oltre a Equinor e Vårgrønn, Aker Offshore Wind e Fred Olsen Renewables / Hafslund Eco hanno già espresso interesse, così come Norseman Wind (Norgesgruppen) e la nuova società Deep Wind Offshore, con Haugaland Kraft, Sunnhordland Kraftlag e Knutsen OAS dietro di loro. .

Ole Ertvaag di Hitecvision pensa che sia importante allearsi con aziende che conoscono davvero il rinnovato settore. Som Equinor.

John Engmundsen

Perché Hitecvision?

Il fondo di acquisizione Hitecvision, che fino a poco tempo fa investiva solo in società del settore petrolifero e del gas, ha chiarito che ora vuole giocare un ruolo attivo nella transizione verde.

Ci sono tre parole chiave quando si parla di eolico offshore, afferma Ole Ertvaag per Aftenbladet / E24.

È capitale di rischio, imprenditorialità e produzione. Questi sono tre concetti che conosciamo molto bene in Hitecvision. Stiamo parlando di catene del valore, società fornitrici e costruzione di società.

Artvag dice che ama essere coinvolto nella costruzione di qualcosa.

E ora, i venti offshore sono dove si trovava il settore petrolifero in molti modi quando ho iniziato nel settore negli anni ’80. Molto è già stato fatto, ma ora la produzione vera e propria deve essere eseguita.

Ertvaag conferma che il tasso di rendimento richiesto per Hitecvision sarà esattamente lo stesso nel settore delle energie rinnovabili e nel settore petrolifero.

Vogliamo raddoppiare il nostro investimento, ma sogniamo il triplo.

Ma ho bisogno di aiuto

Ertvaag afferma che Hitecvision è pienamente in grado di costruire e gestire compagnie petrolifere sia nel Regno Unito che in Norvegia.

Possiamo petrolio e gas dopo tutti questi anni. Ma dobbiamo ammettere che la cosa migliore per noi delle energie rinnovabili è allearci con giocatori seri con esperienza e conoscenza. E c’è Equinor. Ecco perché questo è così eccitante per noi.

Ertvaag vede anche lo sviluppo di Vårgrønn con Eni come una diretta continuazione di ciò che Hitecvision ha fatto in tutti gli anni.

Questo per costruire un’azienda, e negli anni ne abbiamo costruite 200.

Ci conosciamo

Equinor ed Eni sono già partner della Dogger Bank, che è ora in costruzione nel Mare del Nord, e che una volta completato sarà il più grande parco eolico offshore del mondo.

Hitecvision ed Eni hanno una collaborazione di lunga data con Vår Energi, la più grande compagnia petrolifera e del gas indipendente in Norvegia, che è anche partner del progetto Hywind Tampen.

Hitecvision ed Equinor hanno avuto più punti di incontro nello stesso settore per molti anni. Le società furono acquistate e vendute e le società del business Hitecvision erano partner e fornitori di licenza per Equinor.

Pubblicato:

Mail
READ  - Come respirare di nuovo liberamente - VG