sabato, Giugno 22, 2024

Eurovisione, Israele – Palestina | Giocare, ridere e fare politica mortale

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

commento Esprime le opinioni dello scrittore.

Tra breve ci sarà un terremoto nella città di Malmö, nel sud della Svezia.

È allora che prende il via alla Malmö Arena il festival musicale più grande e discusso d’Europa, l’Eurovision, o Melodi Grand Prix, come ci piace chiamarlo qui in montagna.

Glitter, magia, musica, giochi sfrenati e tante risate.

Ma…

Perché ce n’era almeno uno non così piccolo ma quest’anno:

Circa 100.000 visitatori e tutti i manifestanti devono affrontare barriere stradali, estesi sistemi di allarme e una grande presenza di polizia.

Leggi anche: La polizia svedese promette ampie misure di sicurezza attorno all’Eurovision

La polveriera politicizzata

Migliaia di agenti di polizia, anche norvegesi, faranno del loro meglio per garantire che la polveriera altamente politicizzata non prenda fuoco quest’anno.

Il motivo è ciò che sta accadendo tra Israele e i palestinesi a Gaza – in una parte del mondo completamente diversa che non si chiama Europa.

Una delle nazioni di difesa più grandi e potenti del mondo sta pompando quasi tutto ciò che ha a Gaza e ai palestinesi, che hanno sempre meno spazio per stringersi insieme – e sempre meno cibo, acqua, medicine e altre cose necessarie per la sopravvivenza. .

Non c’è stato alcun accenno all’assedio e alla decisione di Israele su cosa e chi lasciare o entrare dall’inferno di Gaza.

Ciò è avvenuto dopo che i terroristi estremisti di Hamas sono entrati in Israele il 7 ottobre dello scorso anno e hanno ucciso persone innocenti a piedi e rapito molti israeliani.

inaccettabile. Sì, a quei livelli.

Hamas non è invitato a cena a casa mia, per così dire. Nemmeno Netanyahu.

Leggi anche: Il divieto dell’Eurovision scatena reazioni: – Penso che sia tragico

READ  Non può perdonare se stesso in Georgia - NRK Urix - Notizie e documentari dall'estero

Occhio per occhio e dente per dente

Ma poi valeva il principio dell’occhio per occhio e del dente per dente. Qui stiamo improvvisamente parlando del principio “occhio per occhio e dente per dente” da parte degli israeliani.

Lasciatemi ripetere: Dietro tutto ciò c’erano i terroristi di Hamas. Non il solito palestinese. Persone innocenti che ora devono pagare il prezzo in morte e miseria perché qualcuno pensa che questa sia la strada politicamente corretta da seguire.

Quindi, di cosa tratta veramente questo commento:

Vietare la bandiera e imbavagliare la libertà di espressione.

Björn Scoomkerston

Giornalista tirocinante presso l’Oslo University College (2002-2004). Fartstid fra Østhavet (giornale locale per Vardø e Kiberg nel Finnmark), Aftenposten, Se og Hør, VG, Ehandel.no e Nettavisen. Il libro “Måk snø” è stato pubblicato in collaborazione con il meteorologo governativo John Smits (Goritzen Vorlag, novembre 2013).

Vietato oltrepassare

Il contributo di Israele è stato incluso nella partita finale in Svezia. Ma non è stato facile trovare questo posto. Perché ci sono state proteste abbastanza forti. Gli artisti volevano ritirarsi e il mondo gridava: “Sbagliato e riprovevole”. Ma sono lì.

Dal punto di vista giuridico: corretto come lo interpreto. Moralmente: discutibile per come lo interpreto.






Se arrivi alla Malmo Arena portando una bandiera israeliana per fare il tifo, sei il benvenuto. Se porti la bandiera palestinese, hai due opzioni.

Lascia cadere la bandiera ed entra, oppure non entrare affatto.

La libertà di espressione deve cedere sull’altare della sicurezza, questo l’argomento utilizzato in questa occasione.

Giovedì il Göteborgs Posten ha potuto riferire sull’organizzatore dell’Eurovision Ebo È vietato issare bandiere e striscioni palestinesi con messaggi o simboli politici all’interno dell’arena di Malmö durante la competizione.

READ  Donald Trump – nuovi errori:

Ad eccezione della bandiera del Pride, all’interno dell’arena sono ammesse solo le bandiere dei paesi partecipanti all’Eurovision.

Ma il fatto che i telespettatori non vedano le bandiere palestinesi in sala sembra del tutto impensabile.

Ci sono troppi attori colpiti per questo.

Leggi anche: Quest’anno non ci sarà una bella atmosfera di festa durante l’Eurovision

Non esiste una regola senza eccezione

Non molto tempo fa, Lin e Valerenga si sono incontrati nel calcio.

La polizia ha sequestrato almeno 200 pezzi luminosi prima dell’inizio della partita.

Tuttavia, all’inizio del secondo tempo alcune parti dello stadio erano completamente coperte di fumo e la partita è stata interrotta per alcuni minuti finché il fumo non si è diradato.

Quindi sì, sono sicuro che vedremo molte bandiere palestinesi a Malmö.

E questa è una buona cosa: i divieti non accadono molto spesso.

Ciao libertà di espressione!

More articles

Latest article