sabato, Giugno 22, 2024

Fine settimana, cultura e divertimento | Oscar Halvorsen (18) ha lasciato la scuola per inseguire il suo sogno

Must read

Jolanda Alfonsi
Jolanda Alfonsi
"Specialista del web. Avvocato freelance del caffè. Lettore. Esperto di cultura pop sottilmente affascinante."

I diciotto anni di Fagerstrand Vive in Italia. Gioca a calcio a tempo pieno e si allena due volte al giorno con il Giulianova, in quarta divisione.
Ha un posto fisso nella squadra. Lui stesso la definisce una vita lussuosa, perché per lo più fa esattamente quello che vuole, cioè giocare a calcio.
– Tutto è iniziato un anno e mezzo fa. Volevo provare un’accademia di calcio come regalo di compleanno. Mio padre ed io abbiamo trovato online l’International Academy of Football Management. Oscar dice che l’accademia è gestita dal club italiano Empoli.

È andato con un amico in Italia per un provino. Qui hanno vissuto per una settimana in una scuola con tutti gli altri ragazzi dell’accademia.
-Ho fatto molto bene lì e mi è stato offerto di tornare. C’erano tanti club che pensavano che fossi bravo.

È stata un’avventura È formato. Per un ragazzo di Fagerstrand che amava giocare a calcio e sognava il Liverpool e un’erba più verde che a Mikkelrudsleta, questo era un passo nella giusta direzione.
– Quando ho ricevuto la richiesta di reso, ho avuto bisogno di un po’ di tempo per pensarci. Avevo appena compiuto 17 anni e non sapevo cosa volevo fare della mia vita. Era molto difficile viaggiare lontano dalla famiglia e dagli amici. O era il calcio o la scuola, dice Oscar, che all’epoca studiava alla Nesodden VGS.


Scegli il calcio.
Ho viaggiato con amici e famiglia, ma prima ho chiesto informazioni a mio padre, Hans Johan Halvorsen.
– I miei genitori mi hanno sempre sostenuto al cento per cento. Quando ho esitato e ho detto a mio padre che forse sarebbe stato meglio restare a casa e giocare a calcio per divertimento, lui ha detto: “Dovresti smetterla, ragazzo”.
Inoltre era sempre con me in ogni allenamento. Sono così grato per tutto il supporto che ho ricevuto da casa.

READ  Principessa Märtha Louise: - Molti pensano che abbia cliccato

Prima che Oscar se ne vada In Italia il team Nesodin A ha visitato.
– Non ci scommetto mai. Allo stesso tempo abbiamo un nuovo allenatore. Il mio ex allenatore, Lars Smith, lasciò il club nello stesso periodo. Lars è uno dei migliori allenatori con cui ho lavorato, anche rispetto agli allenatori italiani. Prima di decidere di scommettere, sono andato da Lars per un consiglio. Ha detto che non c’era nulla di cui preoccuparsi. Mi ha detto di seguire il mio sogno. Mi ha dato fiducia”, dice Oscar.

Attraverso l’Accademia I L’Italia ha ricevuto offerte per l’Oscar da diversi club, tra cui lo Spoleto, che gioca nel campionato italiano. L’allenatore dell’Academy Lorenzo Robinacci ne dubitava e consigliò a Oscar di scegliere Giulianova.
– Ho seguito il consiglio di Lorenzo e gioco lì da novembre.
Oscar dice che il livello in Italia è migliore rispetto a quello a cui è abituato in Norvegia.
– Il livello è migliore tecnicamente e tatticamente. L’aspetto tattico non è paragonabile alla Norvegia, è qualcosa di completamente diverso. Ma in Italia i calciatori sono anche più arroganti.

Sono l’allenatore del Giulianova Oscar due volte al giorno. Al mattino i giocatori potranno scegliere tra il nuoto in piscina e l’allenamento della forza in palestra.
“Forse sono in piscina più spesso”, sorride Oscar.
Si sta godendo il suo tempo in Italia. Lui sorride. Soprattutto quando parla italiano quasi fluente.
– Ci sono voluti diversi mesi per imparare. Ma ogni mattina prima dell’allenamento avevamo lezioni con un insegnante privato.
Quando Oscar non gioca a calcio, parla su Skype con la famiglia e gli amici, guarda la TV o semplicemente si rilassa.
-Ma provo ad allenarmi anche quando non sono in allenamento. Dice: Allenamento da autodidatta o con compagni.
In Italia, Oscar affitta il suo appartamento. Non andare mai in città. In estate vuole tornare nella sua nativa Norvegia per lavorare per un po’. Lo stipendio che riceve dal club non è sempre sufficiente.
-Non riceviamo molti soldi, ma di solito sono sufficienti per vivere lì.

READ  La principessa Kate è assente per un'importante visita di stato


Oscar è tornato
Nella squadra. Secondo lui ha un piede forte nei passaggi. Abbastanza potente da funzionare. Legge bene la partita. Da quando ha iniziato a giocare a calcio all’età di cinque anni, sapeva nel profondo che ciò che contava era il calcio.
A quel tempo, suo fratello gemello Klaus Halvorsen giocava come terzino sinistro. Oscar dice che i due eccellevano insieme sotto ogni aspetto. Gli piace trascorrere le serate sul ring quando è nella sua casa di Fagerstrand. Si allena molto, anche con il talento del salto Philippe Sjoen.


In un mese
Il tempo attende le vacanze estive in Norvegia.
-Immagino di ritornare in Italia anche l’anno prossimo. Forse proverò qualcosa di nuovo. Sono aperto a tutto, ma voglio giocare a calcio. Lo prendo come viene. “Sto solo cercando di migliorarmi continuamente”, dice Oscar.
Il fratello gemello Klaus ha ormai superato da tempo i suoi giorni da brillante terzino sinistro. Ci sono tante altre cose entusiasmanti nella vita.
– Non ho un piano di riserva e non ci ho nemmeno pensato. è quello che voglio. calcio.

More articles

Latest article